Indice degli argomenti

  • Biologia molecolare - Prof. Claudio D'Addario - a.a. 2016/2017

    Studi
    2000 Laurea in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche, Facoltà di Farmacia, Università degli Studi di Bologna,
    2005 Dottore di Ricerca in Farmacologia e Tossicologia, Università degli Studi di Bologna,
    2008 Diploma di studi Post-dottorato, Karolinska Institute, Department of Clinical Neuroscience, Stockholm, Sweden

    Carriera Professionale
    1999 - 2000 tesi di laurea presso la "School of Medicine, National Parkinson Foundation, University of Miami", Miami, FL, USA
    2002 Ricercatore Ospite Dipartimento di Farmacologia e Farmacoterapia, Semmelweis University, Budapest, Hungary (progetto intergovernamentale Italia-Ungheria).
    2003 - 2004 Ricercatore ospite presso NIH/NIDA/IRP Molecular Neurobiology Branch in Baltimore (MD), USA.
    2006 - 2008 Postdoc Karolinska Institute, Department of Clinical Neuroscience, Stockholm, Sweden
    2007 - 2009 Ricercatore progetto AFA presso il Karolinska Institute, Stockholm, Sweden "Molecular and neurochemical mechanisms inalcohol dependence"
    2009 - 2010 Postdoc senior dell' Universitá degli Studi di Bologna

    da dicembre 2010 Ricercatore Biologia Molecolare (BIO/11), Facoltà di Bioscienze, Università degli Studi di Teramo

    da settembre 2013 Ricercatore Affiliato Dept of Clinical Neuroscience, Karolinska Institutet, Stockholm, Sweden

    ° Borse di Studio Marco Polo, Bologna 2003 e 2006
    ° Miglior Poster XIV SINPF; Bologna, 2004.
    ° Miglior Poster 32° Congresso SIF; Napoli, 2005.
    ° Borsa di Ricerca "C.M. Lerici", 2006 e 2013
    ° Fellowship Award 22nd ECNP; Istanbul, Turkey, 2009
    ° Miglior Poster INNOPSY09; Milano, 2009
    ° Travel Award INRC 2010; 2010, Malmö, Sweden
    ° EPHAR Young Investigator Award 2010, WorldPharma, Copenhagen
    ° Travel Award 23nd ECNP, 2010. Amsterdam
    ° Miglior Poster ricerca clinica XVII SINPF, Cagliari, 2010


    OBIETTIVI DEL CORSO, PREREQUISITI E PROPEDEUTICITA'

    • Obiettivi formativi generali: Lo studente dovrà acquisire una buona conoscenza della struttura e funzione della cellula e dei meccanismi molecolari alla base dell’attività cellulare. Particolare attenzione sarà data alla capacità di comprensione dei meccanismi di regolazione dell’attività del genoma, della biologia dei sistemi e dei loro metodi di studio. Il corso farà in modo che lo studente s’impadronisca dei concetti essenziali di biologia molecolare da applicare nel settore delle biotecnologie biomediche ed agroalimentari.
    • Prerequisiti: Non sono richiesti prerequisiti specifici.
    • Propedeuticità: Chimica organica.

    INDICATORI DI DUBLINO PER UNITA' DIDATTICA

    UNITA' DIDATTICA 1: Il DNA e l’organizzazione del genoma

    Conoscenza e capacità di comprensione: Lo studente dovrà acquisire una buona conoscenza della struttura e funzione del DNA e dell’organizzazione del genoma; 

    Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Lo studente dovrà essere in grado di trasferire le competenze acquisite. Ciò sarà stimolato mediante esercitazioni in aula; 

    Autonomia di giudizio: L'autonomia di giudizio sarà stimolata mediante lo sviluppo guidato dell’analisi e interpretazione individuale di elaborati tecnico-scientifici; 

    Abilità comunicative: Lo studente sarà stimolato allo sviluppo delle abilità comunicative mediante organizzazione di seminari individuali da presentare in aula ai colleghi alla presenza del docente; 

    Capacità di apprendimento: La verifica dell’apprendimento avverrà attraverso test ed elaborati critici su paper (realizzati individualmente o in gruppo).

    UNITA' DIDATTICA 2: Il dogma centrale della Biologia Molecolare

    Conoscenza e capacità di comprensione: Lo studente dovrà acquisire una buona conoscenza di replicazione del DNA, trascrizione e traduzione delle proteine; 

    Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Lo studente dovrà essere in grado di trasferire le competenze acquisite. Ciò sarà stimolato mediante esercitazioni in aula; 

    Autonomia di giudizio: L'autonomia di giudizio sarà stimolata mediante lo sviluppo guidato dell’analisi di elaborati tecnico-scientifici forniti dal docente; 

    Abilità comunicative: Lo studente sarà stimolato allo sviluppo delle abilità comunicative mediante organizzazione di seminari individuali da presentare in aula ai colleghi alla presenza del docente;

    Capacità di apprendimento: La verifica dell’apprendimento avverrà attraverso test ed elaborati critici su paper (realizzati individualmente o in gruppo).

    UNITA' DIDATTICA 3: Regolazione dell’espressione genica e le Biotecnologie

    Conoscenza e capacità di comprensione: Lo studente dovrà acquisire una buona conoscenza della regolazione genica nei procarioti e negli eucarioti; 

    Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Per mezzo di esercitazioni in aula lo studente trasferirà le competenze acquisite ai colleghi; 

    Autonomia di giudizio: L'autonomia di giudizio sarà stimolata mediante analisi di papers in aula; 

    Abilità comunicative: Lo studente sarà stimolato allo sviluppo delle abilità comunicative mediante organizzazione di seminari individuali da presentare in aula ai colleghi alla presenza del docente;

    Capacità di apprendimento: La verifica dell’apprendimento avverrà attraverso test ed elaborati critici su paper (realizzati individualmente o in gruppo).

    Libri di testo

    • Francesco Amaldi, Piero Benedetti, Graziano Pesole, Paolo Plevani, Biologia molecolare, Casa Editrice Ambrosiana, distribuzione esclusiva Zanichelli, 2014.

    • James D. Watson, Tania A. Baker et al., Biologia molecolare del gene, Zanichelli, 2015.

    MATERIALE DI APPROFONDIMENTO

    Non sono disponibili al momento materiali di approfondimento per questo corso.

    PROVE INTERMEDIE

    • Unità didattica 1: 13 aprile 2017
    • Unità didattica 2 e 3:  23 maggio 2017


  • PLANNING DIDATTICO

  • Argomento 6