Indice degli argomenti

  • Organizzazione e pianificazione del territorio - Prof. Bernardo Cardinale - a.a. 2016/2017

    Bernardo Cardinale è Professore associato confermato di Geografia economico-politica presso la Facoltà di Scienze politiche dell’Università degli Studi di Teramo, dove insegna Geografia economica, Organizzazione e pianificazione del territorio e Marketing territoriale turistico. Ha conseguito l’Abilitazione scientifica nazionale per il ruolo di Professore Ordinario (tornata 2012) nel settore concorsuale 11/B1 (Geografia). Per vari anni ha coordinato il Dottorato di ricerca in “Analisi delle politiche di sviluppo e promozione del territorio” ed il Master di secondo livello in “Dirigenti scolastici” presso l’ateneo di appartenenza. Autore di diverse pubblicazioni, la sua attività di ricerca si è sviluppata principalmente attorno alle seguenti tematiche: problemi e prospettive di sviluppo sostenibile; sistemi territoriali locali e competitività territoriale; barriere geografiche, mobilità, traffico urbano e qualità della vita. Da qualche anno la sua attività di ricerca si è concentrata sui fenomeni ed i processi migratori, contribuendo ai lavori del Programma di Ricerca di interesse nazionale Anno 2008 sul tema “Migrazioni e processi di interazione culturale: forme di integrazione e di organizzazione territoriale in alcune realtà italiane”. Dal 2003 al 2009 è stato Consigliere e Consigliere Censore della Banca d'Italia (Filiale di Teramo). Attualmente è Vice Preside della Facoltà di Scienze politiche.
     

    INFO SUL CORSO


    OBIETTIVI GENERALI DEL CORSO

    • Conoscenza e capacità di comprensione: Il corso di Organizzazione e pianificazione del territorio, riprendendo le teorie ed i metodi analitico-quantitativi dell'analisi geo-economica, intende, da un lato, rispondere alle esigenze di conoscenza della nuova organizzazione territoriale e, dall'altro, soffermarsi sulle modalità di applicazione delle teorie e dei metodi suddetti nelle indagini destinate alla formazione delle decisioni di intervento e nelle politiche di trasformazione del territorio.
      Lo studente dovrà innanzitutto acquisire quelle conoscenze di base che, partendo dallo spazio geografico, consentono di astrarre quelle relazioni di tipo geo-economico che intercorrono fra i vari soggetti economici ed i luoghi della terra interessati. Ciò comporta uno studio dell'organizzazione degli spazi in genere, con particolare attenzione alle recenti evoluzioni degli spazi agricoli, industriali ed allo sviluppo del settore terziario, in tutte le sue più significative trasformazioni, alcune delle quali ancora in atto. Tali conoscenze contemplano anche una lettura delle emergenze ambientali che gli imponenti processi di sviluppo delle attività umane hanno prodotto sugli ecosistemi.
    • Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Lo studente dovrà essere in grado di affrontare in maniera autonoma lo studio di singoli aspetti nell'ambito delle ampie tematiche affrontate nel corso, partendo dalla ricerca e dall'osservazione dei fenomeni, avendo cura di considerare i rapporti di interdipendenza degli stessi, focalizzandone la distribuzione e gli impatti sul territorio.
    • Autonomia di giudizio: Lo studente dovrà essere in grado di analizzare ed interpretare i fenomeni, valutandone le principali implicazioni e delineando possibile scenari evolutivi.
    • Abilità comunicative: Lo studente dovrà inoltre avvalersi di idonei strumenti di rappresentazione e di sintesi dei fenomeni analizzati, avvalendosi anche dei sistemi informativi territoriali, al fine di fornire un quadro analitico della realtà osservata.
    • Capacità di apprendimento: Partendo dai dati disponibili, quali fonti statistiche o indagini dirette, nell'ambito delle tematiche geografiche, lo studente dovrà mostrare capacità di analisi del territorio, comprendendone l'articolazione geografica attuale, andando al di là dello studio dei singoli oggetti ed inglobando le relazioni esistenti o potenziali fra i diversi fenomeni.


    PREREQUISITI E PROPEDEUTICITA'
    • Prerequisiti: Conoscenza pregresse: elementi di geografia politica ed economica.
    • Propedeuticità: Nessuna.

    INDICATORI DI DUBLINO


    UNITA' DIDATTICA 1: Territorio, regioni, reti

    • Conoscenza e capacità di comprensione:
    • Capacità di applicare conoscenza e comprensione:
    • Autonomia di giudizio:
    • Abilità comunicative:
    • Capacità di apprendimento:

    UNITA' DIDATTICA 2: Le politiche territoriali

    •     Conoscenza e capacità di comprensione:
    •     Capacità di applicare conoscenza e comprensione:
    •     Autonomia di giudizio:
    •     Abilità comunicative:
    •     Capacità di apprendimento:


    LEZIONI SETTIMANALI 

    Martedì 8.30 - 10.30 aula 12

    Mercoledì 10.30-12.30 aula 12

    Giovedì 10.30-12.30 aula 12

    LIBRI DI TESTO

    BIGNANTE E., CELATA F., VANOLO A., Geografie dello sviluppo, Torino, UTET, 2014.


    PROVE INTERMEDIE

    MODALITA' DI VALUTAZIONE
    Prove intermedie attraverso test scritti. Prova finale orale.