Indice degli argomenti

  • Storia delle costituzioni - Prof. Marco Fioravanti - a.a. 2016/2017

    Nato a Roma, il 21.08.1974.

    Insegna Storia del diritto medievale e moderno presso l'Università degli Studi di Roma "Tor Vergata" e Storia dell costituzioni all'Università di Teramo, ed è stato Visiting Professor presso l'Università di Poitiers. Fa parte del Comitato scientifico dell'Istituto Nazionale per la Storia del Movimento di Liberazione in Italia (INSMLI).

    2012 – Idoneo a Professore Associato in Storia del diritto medievale e moderno

    2006 – Ricercatore di Storia del diritto medievale e moderno presso l'Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”.

    2005-2006 Assegno di ricerca all'Università degli Studi di Teramo

    2004 - Dottorato di ricerca in Storia e teoria delle costituzioni moderne e contemporanee, presso l'Università degli Studi di Macerata.

    1998 - Laurea presso la "Sapienza" Università di Roma.

    Autore di più di 40 saggi, pubblicati su riviste scientifiche italiane e internazionali - in italiano, inglese, francese e spagnolo - ha scritto tre libri: Ordinamento e prassi della Convenzione nazionale francese (1792-1795), Roma, Aracne, 2003; Le potestà normative del governo. Dalla Francia d’Ancien Régime all’Italia liberale, Milano, Giuffrè, 2009; Il pregiudizio del colore. Diritto e giustizia nelle Antille francesi durante la Restaurazione, Roma, Carocci, 2012.  

    INFO SUL CORSO

    OBIETTIVI GENERALI DEL CORSO

    • Conoscenza e capacità di comprensione: Si cercherà di fornire agli studenti l'armamentario intellettuale per orientarsi in maniera critica nelle sfide del costituzionalismo 'antico' e 'moderno'.
    • Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Gli obbiettivi del corso sono di mettere a disposizione dello studente gli strumenti e l'armamentario per orientarsi nel diritto pubblico, penale e privato dell'età moderna e contemporanea europea e Americana. Inoltre si cercherà di inserire la storia del diritto europeo nel più ampio quadro del “mondo globale”, soffermandosi su aspetti spesso trascurati dalla storiografia giuridica, come la schiavitù e il diritto coloniale.
    • Autonomia di giudizio: Le lezioni prevedono un costante colloquio con gli studenti, alimentato dalla redazione di tesine, dalla visione e dal commento di film, e dall’analisi, in prospettiva storica, delle ultime riforme legislative e costituzionali, italiane, europee e globali. Lo studente deve pertanto sviluppare una capacità di giudizio che gli permetta di collegare la conoscenza storico-giuridica con le attuali fasi politiche europee, senza tuttavia incorrere nell'errore di anacronismo.
    • Abilità comunicative: Lo studente deve riuscire a orientarsi tra le numerose nozioni storiche (date, eventi…) e tra i tanti concetti giuridici (istituti, rapporti…) per padroneggiare il costituzionalismo e i suoi strumenti.
    • Capacità di apprendimento: Il corso cercherà di indirizzare lo studente verso forme "aperte" di apprendimento, che vadano oltre il semplice (ma necessario) studio dei libri di testo, ma si colleghi con altre fonti di apprendimento (per esempio cinema e musica)

    PREREQUISITI E PROPEDEUTICITA'
    • Prerequisiti: La conoscenza dei principali eventi di storia moderna e contemporanea e dei lineamenti di diritto pubblico e privato sono prerequisiti fondamentali per seguire il corso e per il superamento dell’esame.
    • Propedeuticità: Non sono previste propedeuticità.



    INDICATORI DI DUBLINO PER UNITA' DIDATTICA

    1. UNITA' DIDATTICA:

    Conoscenza e capacità di comprensione:

    Capacità di applicare conoscenza e comprensione:

    Autonomia di giudizio:

    Abilità comunicative:

    Capacità di apprendimento:


     

    Martedì 17.30-19.30 (Aula 21)

    Mercoledì 8.30-10.30 (Aula 21)

    Giovedì 8.30-10.30 (Aula 24)

    Inizio lezioni 11 ottobre


    LIBRI DI TESTO

    Il pregiudizio del colore

    • Autore: Marco Fioravanti
    • Edizione: Carocci, 2012, Roma

    Profilo di storia del diritto penale
    • Autore: Autori vari
    • Edizione: Giappichelli, 2012, Torino

    MATERIALE DI APPROFONDIMENTO

    Il lato oscuro del Moderno. Diritti dell’uomo, schiavitù ed emancipazione tra storia e storiografia


    PROVE INTERMEDIE


    MODALITA' DI VALUTAZIONE
    Orale

  • Argomento 1

    Concetto di Costituzione


    Distinzione tra "Verfassung" e "Konstitution" (Costituzione materiale e costituzione formale)

    • Argomento 2

      La "costituzione" d'Ancien régime


      La costituzione "degli antichi" e "dei moderni"


      Il costituzionalismo
      • Argomento 3

        Leggi fondamentali del Regno


        Grandi Tribunali europei di Ancien régime


        Stati generali

        • Argomento 4

          La schiavitù "degli antichi e dei moderni"


          Il "Code noir" del 1685

          • Argomento 5

            Dichiarazione di Indipendenza americana (1776)


            Costituzione federale americana (1787)


            La schiavitù e l'ordinamento costituzionale americano


            • Argomento 6

              Dichiarazione dei diritti francese (1789)


              Costituzione francese (1791)


              Condizione delle colonie francesi nel Settecento

              • Argomento 7

                Costituzione francese del 1793


                Abolizione della schiavitù in Francia (1794)

                • Argomento 8

                  Costituzione francese del 1795


                  Napoleone e la reintroduzione della schiavitù e della tratta nelle colonie francesi (1802)

                  • Argomento 9

                    Il Congresso di Vienna e l'abolizione della tratta dei neri (1814)


                    Le Charte francesi della Restaurazione (1814, 1830)


                    • Argomento 10

                      Casi giudiziari riguardanti la schiavitù negli Stati americani e nelle colonie francesi


                      Il caso "Bissette, Volny, Fabien" (1823-1830)