Indice degli argomenti

  • Statistica - Prof. Elena Fabrizi - a.a. 2016/2017

    Mi sono laureata in Statistica presso l'Università degli Studi di Roma “La  Sapienza”.

    Ho conseguito il titolo di dottore di ricerca in Statistica  economica (SECS-S/03) presso Sapienza, Università degli Studi di Roma.

    Ho ottenuto dal MIUR l’Abilitazione Scientifica Nazionale come Professore II Fascia in Statistica Economica (settore concorsuale 13/D2, gennaio 2014).

    Dall’Anno Accademico 2012-13 tengo il corso di Statistica presso l’Università degli studi di Teramo in qualità di  professore a contratto. Negli Anni Accademici 2010-2011 e  2011-2012 sono stata professore a contratto di Metodi statistici per  la valutazione delle politiche pubbliche.

    La mia attività di ricerca è concentrata prevalentemente sui seguenti temi:

    -analisi del mercato del lavoro italiano. Attraverso lo studio dei micro-dati di fonte amministrativa (panel Inps) e di survey (Eu-Silc, Isfol-Plus) sono stati analizzati i percorsi lavorativi in modo da: analizzare le transizioni nel mercato del lavoro attraverso i modelli Multi Stato basati sulle catene di Markov; modellizzare le durate dei rapporti di lavoro attraverso l'Analisi della Sopravvivenza; individuare pattern di percorsi lavorativi prevalenti;

    -sviluppo di nuove banche dati per le analisi del mercato del lavoro. Progetto di ricerca che ha coinvolto il Ministero dell’Economia e delle Finanze, la Fondazione G. Brodolini, Sapienza, Università degli studi di Roma che ha portato alla creazione della nuova banca dati AD-SILC che coniuga le informazioni della survey Eu-SILC con le informazioni amministrative degli archivi INPS.

    -studio delle determinanti e proiezioni di lungo periodo della spesa pubblica italiana: attraverso le metodologie di implementazione indicate dallʹAgeing Working Group dellʹEconomic Policy Committee, sono derivati i differenti scenari di spesa pubblica.

    OBIETTIVI DEL CORSO, PREREQUISITI E PROPEDEUTICITÀ

    • Obiettivi formativi generali >  Verranno introdotti i concetti essenziali della statistica con particolare attenzione alla loro utilizzazione nelle scienze economiche e sociali. Lo scopo del corso è quello di fornire agli studenti gli strumenti di base utili a leggere, sintetizzare, analizzare ed interpretare i fenomeni osservati, con un’ottica di tipo quantitativo. Nella seconda parte del corso, inoltre, verranno introdotti le principali nozioni della statistica inferenziale (in particolare la stima e la verifica d'ipotesi) in previsione di possibili approfondimenti ed applicazioni in campo aziendale (e decisionale in genere).
    • Prerequisiti >  Si richiede la conoscenza delle quattro operazioni matematiche di base (addizione, sottrazione, moltiplicazione, divisione)
    • Propedeuticità > Nessuna

     

    INDICATORI DI DUBLINO PER UNITA' DIDATTICA

    UNITA' DIDATTICA 1: Introduzione e ANALISI UNIVARIATA -  Distribuzione di un carattere e rappresentazione: le distribuzioni di frequenza; frequenze relative e percentuali.

    UNITA' DIDATTICA 2: ANALISI UNIVARIATA -  Sintesi delle distribuzioni - le medie di posizione e analitiche.

    UNITA' DIDATTICA 3: ANALISI UNIVARIATA -  Sintesi delle distribuzioni – la variabilità: varianza; scarto quadratico medio; indici relativi di variabilità; standardizzazione.

    UNITA' DIDATTICA 4: ANALISI BIVARIATA -  Analisi dell’associazione tra caratteri: distribuzioni doppie; dipendenza, indipendenza, interdipendenza; misure dell’associazione per caratteri qualitativi e quantitativi.

    UNITA' DIDATTICA 5: I NUMERI INDICE -  le variazioni di prezzo e i numeri indice

    UNITA' DIDATTICA 6: CENNI SU PROBABILITA' E VARIABILI CASUALI -  Concetti introduttivi sulla probabilità e sulle variabili casuali.

    In linea con il quadro europeo dei titoli universitari, le competenze e le abilità pratiche da acquisire sono le seguenti:

    Conoscenze e capacità di comprensione (knowledge and understanding):

    lo studente dovrà acquisire conoscenze di base in relazione agli elementi fondamentali della statistica descrittiva; agli studenti, poi, verranno trasmessi tutti quegli strumenti di statistica di base utili a leggere, sintetizzare, analizzare ed interpretare i fenomeni osservati. Inoltre, verrà dedicata attenzione alle principali nozioni della statistica inferenziale in previsione di possibili approfondimenti ed applicazioni in campo socio economico e politico. Verranno inoltre analizzatele principali fonti statistiche per l’analisi quantitativa, politica ed economica.

    Conoscenze e capacità di comprensione applicate (applying knowledge and understanding):

    lo studente dovrà acquisire capacità di problem solving: sulla base di casi di studio presentati (e tratti, ove possibile, dall'esperienza quotidiana), dovrà essere in grado di trasferire in campo applicativo le nozioni teoriche assimilate. Grande attenzione verrà data all'analisi ed interpretazione dell’informazione statistica presentata dai media e dai principali produttori di statistica ufficiale.

    Autonomia di giudizio (making judgements):

    lo studente del corso dovrà acquisire capacità di valutazione in relazione ai casi di studio presentati, in modo tale da scegliere le più opportune metodologie quantitative e gli adeguati modelli statistici ed interpretativi al fine di spiegare in modo corretto la realtà investigata e di risolvere, di conseguenza, i problemi di volta in volta presentati.

    Abilità comunicative (communication skills):

    lo studente dovrà essere in grado di manipolare i dati disponibili e trasformarli in modo ottimale, utilizzando le più moderne tecniche (quantitative e grafiche) di analisi dei dati, così da offrire ad un potenziale utente finale non una semplice informazione quantitativa, ma uno strumento idoneo a fornire un concreto avanzamento in termini di conoscenza del problema investigato.

    Capacità di apprendere (learning skills):

    lo studente del corso dovrà acquisire capacità di apprendimento in relazione a metodologie solitamente non insegnate nelle scuole di ordine superiore; lo sforzo maggiore dovrà essere quello di familiarizzare con metodiche nuove, anche alla luce dell’auspicabile intenso utilizzo di strumenti informatici, che ormai accompagnano quotidianamente il lavoratore nell'esercizio delle proprie funzioni

    Libri di testo

    • Borra S., Di Ciaccio A., Statistica. Metodologie per le scienze economiche e sociali ,  McGraw-Hill, Milano, 2008.
    • Piccolo, D., Statistica, Il Mulino, Bologna, 2010. 

     

    MATERIALE DI APPROFONDIMENTO

    •  AA.VV.,  Esercizi svolti per la prova di statistica, III ed. (43/3), Edizioni Simone, 2007.

    PROVE INTERMEDIE


     

  • 1. Analisi univariata. Distribuzione di un carattere e rappresentazione

    • 2. Analisi univariata. Le medie

      • 3. Analisi univariata. La variabilità

        • 4. Analisi bivariata. L'associazione tra caratteri

          • 5. I numeri indice