Indice degli argomenti

  • Lingua francese per il turismo culturale - Prof. Giovanni Agresti - a.a. 2016/2017

    Professore aggregato, Ricercatore universitario confermato (ssd L-LIN/04, Lingua e Traduzione – Lingua francese) presso la Facoltà di Scienze Politiche dell’Università di Teramo (dal 2004). Abilitazione Scientifica Nazionale Bando 2012 per la seconda fascia di docenza nel settore concorsuale 10/H1 (Lingua, letteratura e cultura francese). Dottore di Ricerca in Lingua, Linguistica e Storia della lingua francesi (Università di Trieste), 14 marzo 2003. Laureato in Lingue e Letterature Straniere presso l’Università  “G. d’Annunzio” di Chieti-Pescara (27 novembre 1997. Votazione: 110/110 con lode e menzione speciale “dignità di stampa”).
    Interessi di ricerca
    Linguistica francese e generale (analisi del discorso, prassematica); sociolinguistica; Francofonia e lingue di Francia (in particolare la lingua e la letteratura occitana contemporanea); politica linguistica della Francia; Diritti linguistici e pianificazione linguistica, promozione della diversità linguistica.
    Direttore responsabile di 3 collane scientifiche con Aracne editrice, Roma:
    www.aracneeditrice.it/aracneweb/index.php/autori.html?auth-id=gatetp

    1) «Lingue d’Europa e del Mediterraneo»
    www.associazionelemitalia.org/le-nostre-azioni/collana-di-studi-lem.html

    2) «L'Essere di linguaggio»
    www.aracneeditrice.it/aracneweb/index.php/collane.html?col=edl

    3) «Quaderni di linguistica e linguaggi specialistici dell’Università di Teramo»
    www.aracneeditrice.it/aracneweb/index.php/collane.html?col=lea

    Ideatore e responsabile del Primo Congresso mondiale dei diritti linguistici (19-23 maggio 2015, Università di Teramo) www.associazionelemitalia.org/le-nostre-azioni/giornate-dei-diritti-linguistici/cmdl-2015.html

     

    Per visualizzare questo contenuto è necessario accettare i cookie inviati dalle Piattaforme di condivisione video.
    Clicca qui per abilitare tutti i cookie per questo sito web.

    OBIETTIVI DEL CORSO, PREREQUISITI E PROPEDEUTICITA'

    • Obiettivi formativi generali: Il corso mira da un canto a fornire agli studenti solide basi di conoscenza della lingua francese generale, segnatamente nella sua forma scritta (comprensione e produzione), e dall'altro a dotarli di specifiche competenze interpretative di testi di settore: scienze politiche (soprattutto l'ambito dei diritti linguistici) e turismo culturale.
    • Prerequisiti: Per un più proficuo studio degli argomenti previsti si suggerisce la lettura di una buona e aggiornata grammatica di base del francese e segnatamente BIDAUD F., Grammaire du français pour italophones, Torino: UTET Università, 2012.
    • Propedeuticità: Nessuna

    INDICATORI DI DUBLINO PER UNITA' DIDATTICA

    UNITA' DIDATTICA 1: Fondamenti di lingua francese generale

    Conoscenza e capacità di comprensione: Lo studente dovrà acquisire le competenze di base nella lingua francese generale (non di specialità): competenza fonetica, morfo-fonemica, morfologica e sintattica.

    Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Lo studente dovrà saper riconoscere le parti del discorso nel contesto di frasi semplici redatte in lingua francese standard.

    Autonomia di giudizio: Lo studente dovrà essere in grado di selezionare le varie parti del discorso in funzione di varianti dei testi proposti.

    Abilità comunicative: Lo studente dovrà essere in grado di presentarsi e di interagire oralmente con i propri compagni su argomenti legati alla vita quotidiana e sulle tematiche principali del proprio corso di studi.

    Capacità di apprendimento: La verifica dell'apprendimento avverrà attraverso un test scritto a risposta chiusa e un breve colloquio orale.

    UNITA' DIDATTICA 2: Dalla lingua al discorso: lettura, comprensione, analisi testuale

    Conoscenza e capacità di comprensione: Lo studente dovrà riuscire a leggere correttamente e comprendere testi di tono, contenuto e registro differente.

    Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Lo studente dovrà applicare le sue conoscenze per analizzare testi di tono, contenuto e registro differente.

    Autonomia di giudizio: Lo studente dovrà proporre, in capo alla sua analisi testuale, personali e originali interpretazioni dei testi, cercando di risalire alla matrice ideologica soggiacente. 

    Abilità comunicative: Lo studente dovrà essere in grado di esporre in italiano i risultati delle proprie analisi testuali, anche interagendo con il gruppo-classe.

    Capacità di apprendimento: La verifica dell'apprendimento avverrà attraverso un test scritto a risposta chiusa e un breve colloquio orale.

    UNITA' DIDATTICA 3: Dalla lingua al discorso: produzione scritta e orale

    Conoscenza e capacità di comprensione: Lo studente dovrà riuscire a produrre testi semplici e più complessi in un francese standard che presenti, anche, una variazione di tono e  registro e i cui contenuti vertano sulle tematiche principali del Corso di studi.

    Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Lo studente dovrà riuscire a interagire in forma scritta con il gruppo classe, reagendo alle produzioni testuali realizzate dai propri compagni intorno alle tematiche principali del Corso di studi. Sarà anche invitato a proporre varianti e correzioni ai testi dei compagni.

    Autonomia di giudizio: Lo studente dovrà riuscire a formulare valutazioni in forma scritta circa il fondo ideologico che governa le produzioni scritte del gruppo-classe ("lecture de second degré")

    Abilità comunicative: Lo studente dovrà essere in grado di esporre in un francese sufficientemente scorrevole le proprie e altrui produzioni testuali, anche interagendo con il gruppo-classe.

    Capacità di apprendimento: La verifica dell'apprendimento avverrà attraverso un test scritto a risposta aperta (breve dissertation) e un breve colloquio orale.

    UNITA' DIDATTICA 4: I testi di settore: dalle scienze politiche (diritti linguistici) al turismo culturale

    Conoscenza e capacità di comprensione: Lo studente dovrà saper definire i linguaggi di specialità. Dovrà acquisire un glossario di base della lingua francese delle scienze politiche e del turismo culturale. Dovrà inoltre acquisire competenze specifiche sulla diversità linguistica e sui diritti linguistici.

    Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Lo studente dovrà riuscire a leggere, comprendere, analizzare e reagire in forma scritta e orale a testi in lingua francese appartenenti ai settori menzionati (scienze politiche, diritti linguistici, turismo culturale)

    Autonomia di giudizio: Lo studente dovrà riuscire a formulare valutazioni in forma scritta e orale circa il fondo ideologico che governa le produzioni testuali di cui al punto precedente ("lecture de second degré")

    Abilità comunicative: Lo studente dovrà essere in grado di prendere parte al dibattito che avrà luogo durante il Primo Congresso Mondiale dei Diritti Linguistici (Università di Teramo, 19-23 maggio 2015) attraverso interventi, domande, osservazioni formulate in lingua francese o in lingua italiana.

    Capacità di apprendimento: La verifica dell'apprendimento avverrà attraverso un test scritto a risposta chiusa e aperta e un approfondito colloquio orale.

    LIBRI DI TESTO

    • Françoise Bidaud,Grammaire du français pour italophones, UTET - Università, Torino, 2012
    • Giovanni Agresti (a cura di), 99 domande su diversità linguistica & diritti,, linguistici / diversité linguistique & droits linguistiques, Futura cooperativa, sociale onlus, San Vito al Tagliamento (PN), 2014

    MATERIALE DI APPROFONDIMENTO

    • Giovanni Agresti et Silvia Pallini, «Minorités linguistiques et développement local»,2013

    http://www.associazionelemitalia.org/attachments/article/87/Article%20Marseille_Agresti&Pallini.pdf

    • Giovanni Agresti et Lucilla Agostini, «L'invitation au voyage. Étude des configurations relationnelles dans les pages d'accueil de sites internet touristiques français», Atti del Deuxième Congrès Mondial de Linguistique Française (CMLF-10), La Nouvelle Orléans, 12-15 juillet 2010. La Nouvelle Orléans, 12-15 juillet 2010, Da pag. 1091 a pag. 1101

    http://www.linguistiquefrancaise.org/articles/cmlf/pdf/2010/01/cmlf2010_000084.pdf

    PROVE INTERMEDIE

    Unità didattica 1: 4a settimana - Test scritto a risposta chiusa e breve colloquio orale

    Unità didattica 2: 8a settimana - Test scritto a risposta chiusa e breve colloquio orale

    Unità didattica 3: II semestre - Test scritto a risposta aperta (breve dissertation) e breve colloquio orale

    Unità didattica 4: II semestre - Test scritto a risposta chiusa e aperta e un approfondito colloquio orale

    Modalità di valutazione degli studenti
    La valutazione degli studenti che avranno modo di seguire le attività didattiche terrà conto delle valutazioni delle prove intermedie attraverso una media semplice dei risultati ottenuti in ciascuna prova. Un bonus sarà riservato alla partecipazione attiva al Primo Congresso Mondiale dei Diritti Linguistici (max 0,5/30).

  • Video di presentazione del corso

    Per visualizzare questo contenuto è necessario accettare i cookie inviati dalle Piattaforme di condivisione video.
    Clicca qui per abilitare tutti i cookie per questo sito web.

    • Argomento 2

    • Argomento 3

      • Argomento 4

        • Argomento 5

          • Argomento 6

            • Argomento 7

              • Argomento 8

                • Argomento 9

                  • Argomento 10