Indice degli argomenti

  • Musicologia applicata - Prof. Paola Besutti - a.a. 2016/2017

     

    Paola Besutti, musicologa e pianista, insegna Discipline musicologiche (SSD L-ART/07) nella Facoltà  di Scienze della Comunicazione dell’Università di Teramo; attualmente è  membro del Senato Accademico , dopo essere stata –membro del Consiglio d’Amministrazione e Vice Preside della Facoltà  di Scienze della Comunicazione. Precedentemente ha insegnato presso le Università di Lecce, di Parma, con periodi di insegnamento anche presso le Università Di Roma “Tor Vergata” e di Messina.

    Le sue ricerche si concentrano prevalentemente su tre aree: 1) prima età moderna con particolare riguardo per le musiche sacre, l’opera, i rapporti fra musica e teatro attoriale, gli spazi sonori, il collezionismo, i sistemi di produzione (si ricorda la monografia dedicata al violinista-compositore-editore Carlo Tessarini da Rimini, e un recente saggio sulla misteriosa Ariannadi Claudio Monteverdi); 2) la musica strumentale e i rapporti fra musica e letteratura in Italia tra tardo XIX e primo XX secolo (si ricorda, tra l’altro, uno studio sugli aspetti  musicali del romanzo Forse che sì forse che no di Gabriele d’Annunzio); 3) riflessioni sulla metodologia della ricerca musicologica e su tutto il vasto universo dei rapporti fra musica, comunicazione  e forme del vivere.

    Ha diretto “Rivista Italiana di Musicologia” (2003-2010) ed è stata membro del Consiglio direttivo della Società italiana di Musicologia. È Socio ordinario dell’Accademia Nazionale Virgiliana di Scienze Lettere e Arti dove ricopre attualmente il ruolo di Presidente della Classe di lettere e di Direttore artistico dei “Concerti dell’Accademia”.

    Ha sempre avuto una precipua attenzione per la ricerca applicata, collaborando con direttori musicali ed esecutori di prestigio internazionale alla progettazione e alla realizzazione di rassegne concertistiche e registrazioni discografiche, basate sulle sue ricerche. Tra i più recenti progetti applicati piace ricordare il coordinamento, per l’Università di Teramo, di Backstage  … on stage (FSE, Abruzzo 2012-2013), progetto finalizzato alla formazione integrata di giovani talenti abruzzesi nel campo dello spettacolo.


    INFO SUL CORSO


    OBIETTIVI GENERALI DEL CORSO

    Il corso, articolato in percorsi didattici, affronta in prospettiva musicologica i mutamenti della musica nella storia, con particolare attenzione per il suo complesso rapporto con la produzione e la fruizione. L'obiettivo è l'acquisizione di una conoscenza ampia e interagente tra i diversi repertori musicali e la contemporaneità.

     

    IDEARE Acquisire un'adeguata conoscenza e iniziale capacità analitica dei principali repertori musicali, nonché una buona dimestichezza con le pratiche della disciplina al fine di poter comprendere attivamente le più diverse intersezioni fra musica e ideazione.

     

    PROGETTARE Comprendere contesti, grammatiche, funzioni e processi della produzione musicale; acquisire una iniziale capacità applicativa in relazione a prodotti musicali e multimediali complessi.

     

    PRODURRE Approfondire il rapporto tra le tecnologie dell'informazione/della comunicazione e i luoghi e le forme della produzione e della fruizione musicale. La società contemporanea non vede più i luoghi e i prodotti della fruizione musicale esclusivamente come "scrigni" della memoria e "roccaforti" della tutela, ma come spazi di nuove esperienze conoscitive, di aggregazione sociale, di crescita civile e di ridefinizione identitaria dei singoli e della collettività.
Il corso prepara a una comprensione solida, critica e pragmatica degli strumenti della musicologia applicata al mercato musicale competitivo.


    PREREQUISITI E PROPEDEUTICITA'
    • Prerequisiti: Non sono previsti prerequisiti

     


    UNITA' DIDATTICA 1: IDEARE, PROGETTARE, PRODURRE NELLA STORIA


    UNITA' DIDATTICA 2: IDEARE, PROGETTARE, PRODURRE OGGI

    LEZIONI SETTIMANALI

    • Martedì ore 13.30-15.30 - aula 16
    • Mercoledì ore 13.30-15.30 - aula 16
    • Giovedì ore 13.30-15.30 - aula 16

    LIBRI DI TESTO


    L’orecchio intelligente. Guida all’ascolto delle musiche non familiari

    • Autore: Mario Baroni
    • Edizione: LIM, 2004 (o edizioni successive), Lucca
    • Pagine di riferimento: Eventuali pagine di riferimento verranno comunicate durante il corso


    Backstage...on stage. Formazione e innovazione per la musica e lo spettacolo
    • Autore: Besutti Paola e Maica Tassone (a cura di)
    • Edizione: EDITPRESS, 2015, Teramo
    • Pagine di riferimento: Eventuali pagine di riferimento verranno comunicate durante il corso
    ULTERIORE MATERIALE DI APPROFONDIMENTO SARA' RESO DISPONIBILE SULLA PIATTAFORMA DEL PATTO CON LO STUDENTE 


    
PER I NON FREQUENTANTI un saggio a scelta tra:

    Musiche e musici alla tavola dei Gonzaga, in Le tavole di corte tra Cinquecento e Settecento

    (a cura di Andrea Merlotti)

    • Autore: Paola Besutti
    • Edizione: Bulzoni
, 
20013 Roma
    • Pagine di riferimento: 
    Musica in villa fra Rinascimento ed età moderna, in La letteratura di villa e di villeggiatura
    • Autore: Besutti Paola 
    • Edizione: Salerno, 2004, Roma
    • Pagine di riferimento: 

    Note e monete: strategie economiche di musicisti nella prima età moderna, in Vivere d'arte, a cura di Raffaella Morselli

    • Autore: Paola Besutti
    • Edizione: Carocci, 2007, Roma
    • Pagine di riferimento: 



    PROVE INTERMEDIE
    CIASCUNA DELLE DUE UNITA' PREVEDE LA REALIZZAZIONE DI UN LAVORO CREATIVO IN FORMATO MULTIMEDIALE LE CUI CARATTERISTICHE VERRANNO INDICATE DURANTE IL CORSO ( I non frequentanti sono dovranno concordare gli elaborati con il docente)
     


  • Project work - I anno - DAMS

  • Project work - II anno - Scienze della comunicazione

  • RISULTATI II Test - DAMS/SCOM

    Risultati II test

  • RISULTATI III TEST

  • Questo argomento