Indice degli argomenti

  • Diritto agrario e agroalimentare (sede di Avezzano) - Prof. Roberta Montinaro - a.a. 2016/2017

    Nel mese di dicembre 2014 ha conseguito l’Abilitazione scientifica nazionale per le funzioni di professore universitario di II fascia nel settore del diritto privato.

    Ha conseguito la laurea in Giurisprudenza in data 15 novembre 1996 presso l'Università degli Studi di Roma "La Sapienza", discutendo una tesi in Istituzioni di Diritto Privato, dal titolo "La responsabilità della Pubblica Amministrazione per lesione degli interessi legittimi". La votazione di laurea è stata di 110/110 con lode.

    Cultrice della materia di "Istituzioni di Diritto Privato" presso la facoltà di Scienze politiche dell'Università degli Studi di Camerino, cattedra del prof. Giudo Biscontini, nell'anno accademico 2000/2001.
    Cultrice della materia di "Istituzioni di Diritto Privato" presso la facoltà di Scienze manageriali dell'Università degli Studi di Pescara "G.D'Annunzio", cattedra del prof. Francesco Gambino, a partire dal mese di febbraio 2003 sino al 2005.
    Cultrice della materia di "Diritto Civile" presso la facoltà di Giurisprudenza dell'Università degli Studi di Roma "La Sapienza", cattedra del prof. Natalino Irti, a partire dall'anno accademico 2002/2003 sino ad oggi.

    Cultrice della materia di "Nozioni giuridiche fondamentali" presso la facoltà di Giurisprudenza dell'Università degli Studi di Roma "Tor Vergata"del prof. Mauro Orlandi, a partire da ottobre 2005 sino al 2007.
    Cultrice della materia di "Diritto civile" e "Diritto agroalimentare" presso le facoltà di Giurisprudenza e di Scienze Politiche della Libera Università Internazionale degli Studi Sociali - LUISS di Roma, cattedra del prof. Michele Tamponi, a partire da ottobre 2008 sino ad oggi.
    Ha conseguito la idoneità quale consulente dell'Autorità Garante della Protezione dei dati personali, a seguito di valutazione comparativa per la stipulazione di un contratto di specializzazione con l'Autorità, ai sensi del bando pubblicato nella Gazzetta Ufficiale - 4° serie speciale - n. 2 dell'8 gennaio 2008.
    A partire dal mese di dicembre 1996 sino ad oggi, ha svolto corsi di esercitazione e gruppi di studio nell'ambito delle cattedre di Istituzioni di Diritto Privato e di Diritto Civile presso l'Università degli Studi di Roma "La Sapienza" (prof. Natalino Irti), prestando, altresì, assistenza agli studenti nella preparazione degli esami e nella redazione delle tesi di laurea.
    Dal marzo 2006 sino ad oggi, ha svolto corsi di esercitazione, assistenza agli esami ed alla preparazione delle tesi di laurea, nell'ambito delle cattedre di Istituzioni di diritto privato comprese nel Dipartimento di Scienze Privatistiche dell'Università di Teramo, facoltà di Giurisprudenza (prof. V. Di Gravio e R. Carleo).

    OBIETTIVI DEL CORSO, PREREQUISITI E PROPEDEUTICITA'

    • Obiettivi formativi generali: Il corso mira ad illustrare le nozioni fondamentali del diritto agrario quali risultano dal complesso sistema di fonti normative che ne è alla base. In particolare, si analizza la materia a partire dalla disciplina di diritto interno relativa all’impresa agricola nel codice civile e nella legislazione speciale, fino al diritto ereditario agrario, alla prelazione ed ai contratti agrari. Si prende altresì in esame il diritto agrario comunitario, compresi i più recenti atti normativi della Unione Europea che interessano il settore agroalimentare, con particolare riguardo alla sicurezza alimentare ed alla responsabilità del produttore.
    • Prerequisiti: Non sono richiesti prerequisiti.
    • Propedeuticità: Diritto privato.

    INDICATORI DI DUBLINO PER UNITA' DIDATTICA

    UNITA' DIDATTICA 1: IL DIRITTO AGRARIO ED AGROALIMENTARE NELL'ORDINAMENTO INTERNO DELL'UNIONE EUROPEA. PAC; SICUREZZA ALIMENTARE; DISCIPLINA DEL MERCATO DEI PRODOTTI AGRICOLI

    Conoscenza e capacità di comprensione: Lo studente deve essere in grado di comprendere le tematiche correlate agli argomenti trattati, relative al campo sociale, giuridico ed economico;

    Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Lo studente deve dimostrare che gli argomenti oggetto di lezione sono stati pienamente  compresi;

    Abilità comunicative: Lo studente deve dare prova di sufficiente capacita di esprimersi con un appropriato linguaggio tecnico – giuridico.

    UNITA' DIDATTICA 2: IMPRESA AGRICOLA: NOZIONE E DISCIPLINA

    Conoscenza e capacità di comprensione: Lo studente deve essere in grado di comprendere le tematiche correlate agli argomenti trattati, relative al campo sociale, giuridico ed economico;

    Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Lo studente deve dimostrare che gli argomenti oggetto di lezione sono stati pienamente  compresi;

    Abilità comunicative: Lo studente deve dare prova di sufficiente capacita di esprimersi con un appropriato linguaggio tecnico – giuridico.

    UNITA' DIDATTICA 3: FIGURE SOGGETTIVE DI IMPRENDITORI AGRICOLI NEL DIRITTO INTERNO E NELL'UNIONE EUROPEA

    Conoscenza e capacità di comprensione: Lo studente deve essere in grado di comprendere le tematiche correlate agli argomenti trattati, relative al campo sociale, giuridico ed economico;

    Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Lo studente deve dimostrare che gli argomenti oggetto di lezione sono stati pienamente  compresi;

    Abilità comunicative: Lo studente deve dare prova di sufficiente capacita di esprimersi con un appropriato linguaggio tecnico – giuridico.

    UNITA' DIDATTICA 4: I MODI DI APPRENSIONE DEI BENI FONDAMENTALI DELL'ORGANIZZAZIONE AZIENDALE AGRARIA: IN PARTICOLARE, LA PRELAZIONE AGRARIA ED USUCAPIONE 

    Conoscenza e capacità di comprensione: Lo studente deve essere in grado di comprendere le tematiche correlate agli argomenti trattati, relative al campo sociale, giuridico ed economico;

    Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Lo studente deve dimostrare che gli argomenti oggetto di lezione sono stati pienamente  compresi;

    Abilità comunicative: Lo studente deve dare prova di sufficiente capacita di esprimersi con un appropriato linguaggio tecnico – giuridico.

    UNITA' DIDATTICA 5: I MODI SI APPRENSIONE DEI BENI FONDAMENTALI DELL'ORGANIZZAZIONE AZIENDALE AGRARIA: I CONTRATTI AGRARI 

    Conoscenza e capacità di comprensione: Lo studente deve essere in grado di comprendere le tematiche correlate agli argomenti trattati, relative al campo sociale, giuridico ed economico;

    Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Lo studente deve dimostrare che gli argomenti oggetto di lezione sono stati pienamente  compresi;

    Abilità comunicative: Lo studente deve dare prova di sufficiente capacita di esprimersi con un appropriato linguaggio tecnico – giuridico.

    UNITA' DIDATTICA 6: GLI ALTRI BENI DELL'AZIENDA AGRARIA: BENI IMMATERIALI, DIRITTI, CONTRATTI 

    Conoscenza e capacità di comprensione: Lo studente deve essere in grado di comprendere le tematiche correlate agli argomenti trattati, relative al campo sociale, giuridico ed economico;

    Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Lo studente deve dimostrare che gli argomenti oggetto di lezione sono stati pienamente  compresi;

    Abilità comunicative: Lo studente deve dare prova di sufficiente capacita di esprimersi con un appropriato linguaggio tecnico – giuridico.

    LIBRI DI TESTO

    • A. Germanò, Manuale di diritto agrario, Giappichelli, Torino, ultima edizione.

    Gli studenti fuori corso, ai fini del superamento dell'esame, avvalendosi di un testo a loro scelta,dovranno conoscere i seguenti argomenti:

    • L'impresa agricola;
    • Gli imprenditori agricoli;
    • La prelazione agraria;
    • I contratti agrari;
    • L'azienda agricola e la sua circolazione.

    MATERIALE DI APPROFONDIMENTO

    • M. Tamponi, Contratto agrario, Enciclopedia del diritto, V aggiornamento, da pag. 278 a 294.
    • M. Tamponi, Prelazione agraria, Digesto/Sezione civile, Vol. XIV.

    PROVE INTERMEDIE

    • Unità didattica 1: Esame e commento critico di leading cases tratti dalla giurisprudenza, nazionale e non;
    • Unità didattica 2: Dissertazione orale su un argomento concordato con il docente;
    • Unità didattica 3: Prova con test;
    • Unità didattica 4: Esame e commento critico di leading cases tratti dalla giurisprudenza, nazionale e non;
    • Unità didattica 5: Dissertazione orale su un argomento concordato con il docente.

  • Scarica qui il materiale delle lezioni

    Scarica qui il materiale delle lezioni

  • Argomento 2

    • Argomento 3

      • Argomento 4

        • Argomento 5

          • Argomento 6

            • Argomento 7

              • Argomento 8

                • Argomento 9

                  • Argomento 10