Indice degli argomenti

  • Criminologia - Prof. Maria Cristina Giannini - a.a. 2016/2017

    Laurea in Giurisprudenza, Università degli Studi di Roma, "La Sapienza", con una tesi in Antropologia criminale su "La prevenzione dei reati commessi dagli infermi di mente: aspetti giuridici e criminologici". (a.a.1965-66)
    Scuola di perfezionamento in diritto penale e criminologia, Università degli Studi di Roma.(aa.aa.1967-68, 1968-69)
    TITOLI DIDATTICI E DI RICERCA
    Nominata, in occasione della I tornata dei giudizi di idoneità, professore Associato Confermato di Criminologia a decorrere, agli effetti giuridici, dal 1/8/80 ed economici, dall'effettiva assunzione in servizio avvenuta in data 16/7/85.
    Come titolare di materia, ha svolto il corso ufficiale di lezioni, presieduto le commissioni di esame, seguito nella preparazione e discussione molteplici tesi di laurea. (dal 1980 ad oggi)
    Professore Associato Confermato di Criminologia presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Teramo.(dall’a.a. 1993-94 ad oggi)
    Docente presso la Questura di Teramo per l’Aggiornamento professionale del personale della Polizia di Stato.(2001)
    Nominata Profesora Honoraria presso la Universidad Inca Garcia de la Vega (Facultad de Derecho e Ciencias Políticas) di Lima, titolo conferito il 18 marzo 2005, a seguito di un ciclo di conferenze in tema di teorizzazioni criminologiche. (2005)
    Supplente dell’insegnamento di Criminologia dell’ambiente – corso di laurea in Diritto dell’ambiente. Facoltà di giurisprudenza, Università degli Studi di Teramo.(aa. 2004-2005) Supplente di Criminologia – corso di laurea magistrale in Giurisprudenza (sede distaccata di Avezzano) (aa.aa. 2006-2007 e 2007-2008) Coordinatore di una parte del progetto europeo “Additional Measures to Fight Child Trafficking in Moldova” (programme UE Grant contract n. 2009/1556290 (continua....)
     

    INFO SUL CORSO


    OBIETTIVI GENERALI DEL CORSO

    • Conoscenza e capacità di comprensione: Il corso si propone di fornire una esaustiva analisi delle molteplici fenomenologie criminali e devianti nella loro possibile eziologia (teorizzazioni unidirezionali, interdisciplinari ed integrate) e della loro incidenza nazionale, europea ed internazionale. Dal momento che ulteriore compito della ricerca criminologica è stato, ed è, quello di prospettare suggerimenti di politica criminale nel tentativo di ridurre il fenomeno criminale e deviante in termini socialmente accettabili, il corso si propone di offrire strumenti di validazione dell’efficacia o meno delle scelte legislative e dei relativi strumenti di contrasto
    • Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Comparazione ricerche empiriche
    • Autonomia di giudizio: Analisi dell’andamento della criminalità.
    • Abilità comunicative: valutazione studio dei casi
    • Capacità di apprendimento: esame intermedio, esame finale.


    PREREQUISITI E PROPEDEUTICITA'
    • Prerequisiti: Nessuno
    • Propedeuticità: Nessuno

    INDICATORI DI DUBLINO


    UNITA' DIDATTICA 1: -

    • Conoscenza e capacità di comprensione: -
    • Capacità di applicare conoscenza e comprensione: -
    • Autonomia di giudizio: -
    • Abilità comunicative: -
    • Capacità di apprendimento: -


    LEZIONI SETTIMANALI


    • Mercoledì ore 15,30 - aula -
    • Giovedì ore 8,30 - aula -

    LIBRI DI TESTO


    Trattato di Criminologia, Medicina criminologica e Psichiatria forense, Volume I, Le radici, le fonti, gli obiettivi e lo sviluppo della criminologia

    • Autore: F. FERRACUTI, F. BRUNO e M.C. GIANNINI (a cura di),
    • Edizione: Giuffre, -, Milano
    • Pagine di riferimento: Tutto il volume ad esclusione del capitolo 1.12 (La diagnosi in criminologia).


    Devianza e Criminalità
    • Autore: WILLIAMs -McSHANE
    • Edizione: Mulino , 1999, -
    • Pagine di riferimento: Per gli studenti Fuori Corso uno solo dei due libri (a scelta dello studente stesso)


    -
    • Autore: -
    • Edizione: -, -, -
    • Pagine di riferimento: Per i soli appartenenti al Corso di Consulenti del Lavoro il programma è il seguente: WILLIAMs -McSHANE, Devianza e Criminalità, Mulino, 1999. Gulotta G., Il vero e falso mobbing, Giuffrè, 2007


    PROVE INTERMEDIE


    PROVA INTERMEDIA 1

    • Unità didattica di riferimento: -
    • Data: non ancora definita
    • Tipologia di prova: esame orale


    MODALITA' DI VALUTAZIONE
    esame intermedio, esame finale

  • Argomento 2

    • Argomento 3

      • Argomento 4

        • Argomento 5

          • Argomento 6

            • Argomento 7

              • Argomento 8

                • Argomento 9

                  • Argomento 10