Indice degli argomenti

  • Elementi di chirurgia sperimentale - Prof. Aurelio Muttini - a.a. 2016/2017

     

    Nato a Bologna il 7/12/1956
    Laurea in Medicina Veterinaria nel 1980 110/110 e lode)
    Abilitazione esercizio professionale e iscrizione Ordine medici Veterinari 1980
    Laureato frequentatore Istituto di Patologia spec.e Clinica Chirurgica Vet.1982.83
    Ricercatore presso l' Istituto di Patologia spec.e Clinica Chirurgica 1983
    Ricercatore confermato  presso l' Istituto di Patologia spec.e Clinica Chirurgica 1983
    Professore Associato di Podologia presso l'Istituto di Patologia Speciale e Clinica Chirurgica Veterinaria dell'Università degli Studi di Bologna 1992
    Membro del Comitato Tecnico Ordinatore della Facoltà di Medicina Veterinaria dell'Università degli Studi di Teramo 1994 -1995.
    Professore Associato confermato presso l'Istituto di Patologia Speciale e Clinica Chirurgica Veterinaria dell'Università di Bologna 1996·      
    Professore Associato per il settore scientifico disciplinare V 34 A- Clinica Chirurgica Veterinaria- presso la Facoltà di Medicina Veterinaria dell'Università degli Studi di Teramo
    Membro del Consiglio di Amministrazione dell'Università  degli Studi di Teramo 1998.
    Presidente commissione del C.d.A. per le iniziative ed attività culturali e sociali degli studenti 1998 .
    Direttore dell'Istituto di Clinica Medica Veterinaria dell'Università degli Studi di Teramo, 1998
    Professore ordinario di Clinica Chirurgica veterinaria  presso la Facoltà di Medicina Veterinaria dell'Università degli studi di Teramo.
    Direttore Dipartimento Scienze Vet. e  Agroalimentari 2000-2002
    Delegato del Rettore per la realizzazione del Polo Scientifico dell'Università degli studi di Teramo
    Direttore della Scuola di specializzazione in Medicina e Chirurgia del cavallo 2000-2003
    Nomina Rettorale a  responsabile delle attività connesse alla convenzione con l'ippodromo di Abruzzo di Pescara
    Perito del Tribunale di Teramo.
    Coordinatore Nucleo di Valutazione UniTE dal 9/4/2013
    Membro elettivo CONVUI dal 26 Marzo 2014


    INFO DEL CORSO

    PRINCIPALI ELEMENTI NORMATIVI: il metodo scientifico; normativa italiana vigente; normativa comunitaria; normativa regionale; d.l. N° 26/2014 (misure di protezione degli animali utilizzati a fini scintifici o educativi); art. 1, 2, 3; stabilimento, allevatore, fornitore, utilizzatore; classificazione trapianti; finalità della chirurgia sperimentale; soppressione; art. 7,9,10. Centro di sperimentazione;
    PRINCIPALI ELEMENTI DI CHIERUGIA : sterilità, anatomia, curva di apprendimento, preparazione del chirurgo, del paziente della sala e strumentario, elementi di anatomia, dieresi, emostasi, sintesi, suture, aghi, fili, tecniche di sutura, cicatrizzazione.
    METODOLOGIE SPERIMENTALI. Sperimentazione preclinica, rigenerazione tissutale, scaffolds, cellule staminali. Im’iego di simulatori e organi isolati.


    OBIETTIVI GENERALI DEL CORSO

    Il corso si prefigge tre obiettivi principali: a) forire allo studente le principali fonti normative italiane, comunitarie e regionali che riguardano la sperimentazione animale ed agevolarne una interpretazione critica; b) fornire allo studente le nozioni di base della chirurgia dei tessuti molli e dei tessuti duri, della cicatrizzazione e delle comuni metodiche di dieresi e di sintesi; c) analisi e descrizione delle metodologie alternative all'uso di animali vivi nella sperimentazione; simulatori, organi isolati.Il corso si prefigge di fornire allo studente le linee guida fondamentali per l'elaborazione di un progetto di chirurgia sperimentale. 

    PREREQUISITI E PROPEDEUTICITA'
    • Prerequisiti: Non sono previsti prerequisiti

    LEZIONI SETTIMANALI 

    • Mercoledì ore 8.30-10.30 - aula 4

    LIBRI DI TESTO 

    • A. Muttini P.Berardinelli: Medicina Operatoria Veterinaria . Delfino ed. 2010
    • N.Picardi Chirurgia Sperimentale e Trapianti d'organo. Aracne ed. 2013


    PROVE INTERMEDIE