Indice degli argomenti

  • Diritto processuale penale - Prof. Marco Pierdonati - a.a. 2014/2015

    Luogo e data di nascita: Roma, 20 luglio 1976
    e-mail:mpierdonati@unite.it
    Istruzione e formazione:1995 Diploma di maturità classica presso il liceo classico Platone di Roma.
    2000 Laurea in Giurisprudenza presso l’Università degli Studi Roma Tre, con votazione 110/110 e lode.
    2003 Abilitazione all’esercizio della professione di Avvocato (foro di Roma).
    2007 Dottore di ricerca in Diritto penale (XIX ciclo) presso L’Università degli Studi Roma Tre.
    2012 Ricercatore confermato di Diritto processuale penale presso l’Università degli Studi di Teramo.

    OBIETTIVI DEL CORSO, PREREQUISITI E PROPEDEUTICITA'

    • Obiettivi formativi generali: Il corso si propone di far acquisire allo studente la conoscenza della disciplina costituzionale e codicistica del procedimento penale, perseguendo contemporaneamente diversi obiettivi. In primo luogo, si tenterà di mantenere sempre vivo lo stretto collegamento tra diritto processuale e sostanziale, mediante il riferimento a norme costituzionali, penali e processuali, che forniscono la tutela delle garanzie fondamentali del cittadino e dei meccanismi di accertamento dei fatti. In secondo luogo, si cercherà di mettere in evidenza le soluzioni accolte dal diritto vivente, specialmente analizzando le più recenti pronunce giurisprudenziali.Infine, anche mediante il ricorso a casi concreti, si cercherà di fare luce sui problemi di fondo del processo penale, al fine di offrire una più chiara comprensione della normativa vigente.
    • Prerequisiti: Non sono richiesti prerequisiti.
    • Propedeuticità: Diritto penale.

    INDICATORI DI DUBLINO PER UNITA' DIDATTICA

    UNITA' DIDATTICA 1

    ARGOMENTI:

    1.1 Principi del processo penale nella Costituzione e garanzie codicistiche. Procedimento e processo penale. Modelli a confronto e principi costituzionali. Fonti del diritto processuale penale. La legge processuale penale nello spazio e nel tempo

    1.2 I soggetti processuali: il giudice, il pubblico ministero, l'imputato, la persona sottoposta alle indagini, la parte civile, la persona offesa, il responsabile civile, la persona civilmente obbligata per la pena pecuniaria; I rapporti tra giudizio penale e giudizio civile

    1.3 L'atto processuale penale; Le specie di invalidità: inesistenza, nullità, inutilizzabilità, inammissibilità.

    1.4 Il procedimento probatorio; Il diritto alla prova; I mezzi di prova; I mezzi di ricerca della prova; Il principio del libero convincimento del giudice.

    1.5 Le misure precautelari e le misure cautelari; Il sistema delle impugnazioni e il giudicato cautelare; Le misure cautelari reali.

    Conoscenza e capacità di comprensione: Buona

    Capacità di applicare conoscenza e comprensione:  occorre la dimostrazione che quanto appreso è stato realmente compreso; dimostrazione resa possibile anche mediante il ricorso a casi esemplificativi e alla loro risoluzione.

    Autonomia di giudizio:

    Abilità comunicative:  richiesta una capacità di esposizione con linguaggio tecnico-giuridico

    Capacità di apprendimento:

    UNITA' DIDATTICA 2

    Argomenti:

    2.1 Le indagini preliminari; Le indagini difensive; L'udienza preliminare.

    2.2 I procedimenti speciali: il giudizio abbreviato, l'applicazione della pena su richiesta delle parti, il procedimento per decreto, il giudizio direttissimo, il giudizio immediato.

    2.3 Il dibattimento: gli atti del pre-dibattimento; gli atti del dibattimento; gli atti successivi al dibattimento

    2.4 Il procedimento davanti al tribunale in composizione monocratica e la disciplina del procedimento con citazione diretta.

    2.5 Il procedimento davanti al giudice di pace.

    2.6 Le impugnazioni in generale: L'appello; Il ricorso per cassazione; La revisione.

    2.7 Il giudicato penale; L'esecuzione; Il procedimento di sorveglianza.

    2.8 Il principio di preclusione nel processo penale

    Conoscenza e capacità di comprensione:  Buona

    Capacità di applicare conoscenza e comprensione: occorre la dimostrazione che quanto appreso è stato realmente compreso; dimostrazione resa possibile anche mediante il ricorso a casi esemplificativi e alla loro risoluzione.

    Autonomia di giudizio:

    Abilità comunicative:  è richiesto una capacità di esposizione con linguaggio tecnico giuridico.

    Libri di testo

    • LOZZI G., Lezioni di procedura penale, ultima edizione, Giappichelli, Torino, 2013 (escluse le seguenti parti: “Rapporti giurisdizionali con autorità straniere”, “Processo minorile”, “Responsabilità amministrativa delle persone giuridiche”). 
    • AA.VV., Il principio di preclusione nel processo penale, a cura di Marafioti-Del Coco, Giappichelli, Torino, 2011.

    Per i frequentanti saranno previste alcune modifiche al programma d'esame.

    È indispensabile l'uso di un codice aggiornato.

    MATERIALE DI APPROFONDIMENTO

    È consigliata la consultazione del seguente sito: www.penalecontemporaneo.it

    Trattasi di una rivista on line ad accesso libero, quotidianamente aggiornata, da cui potranno essere reperite in tempo reale sentenze o altro materiale utile per lo studio della materia.

    Inoltre, durante il corso, il docente provvederà a mettere a disposizione dello studente pronunce giurisprudenziali di merito e di legittimità, in riferimento ad argomenti che verranno affrontati a lezione.

    PROVE INTERMEDIE

    È prevista una prova intermedia al termine della prima unità didattica. Il docente metterà a disposizione una batteria di domande, sulle quali lo studente potrà esercitarsi durante lo studio e dalle quale verranno estratte le domande della prova intermedia.La prova si articolerà su 20 domande a risposta multipla, di cui solo una sarà esatta.

    Inoltre, durante il corso, il docente prospetterà dei casi concreti relativi alle tematiche affrontate a lezione, la cui risoluzione sarà rimessa all’attenzione degli studenti, i quali dovranno formulare un parere (scritto o orale).

    Infine, al termine del corso, nell’ottica di una “peer evaluation”, si organizzerà un “processo simulato”. Gli studenti verranno divisi in tre gruppi di studio, tanti quanti le parti essenziali di un procedimento penale: alcuni vestiranno i panni dell’organo giudicante, altri quelli dell’accusa ed altri ancora quelli della difesa dell’imputato e procederanno all’approfondimento dell’analisi di un medesimo caso concreto, affrontandolo dal punto di vista dell’“incarico” rivestito, confrontandosi poi nella discussione finale anche ai fini della risoluzione del caso medesimo.

  • Materiale didattico

    Scarica qui il materiale del corso!

  • Argomento 2

    • Argomento 3

      • Argomento 4

        • Argomento 5

          • Argomento 6

            • Argomento 7

              • Argomento 8

                • Argomento 9

                  • Argomento 10