Indice degli argomenti

  • Biologia, anatomia e morfologia vegetale - Prof. Nicola Olivieri - a.a. 2016/2017

    Laureato in Scienze Biologiche con votazione di 110 e lode ed in Scienze Naturali con votazione di 110 e lode presso l'Università degli studi di Roma "Sapienza", svolgendo tesi sperimentali rispettivamente in Ocenaografia biologica ed in Ecologia. Ammesso al corso di Dottorato di Ricerca in Scienze Ambientali: Ambiente e Uomo in Appennino (G.U. 19.07.94), presso l'Università degli studi dell'Aquila. Docente a tempo indeterminato di Biologia e Scienze della Terra nella scuola secondaria di secondo grado a Teramo. Ha compiuto ricerche sul bioaccumulo di metalli pesanti in organismi marini, sul biomonitoraggio dell'inquinamento atmosferico mediante licheni e sul biomonitoraggio dell'inquinamento da ozono mediante vegetali superiori, dalle quali sono scaturite nove pubblicazioni. Ha compiuto varie indagini sulla flora alloctona ed autoctona dell'Abruzzo e delle regioni vicine, dalle quali sono derivate varie segnalazioni scientifiche di specie vegetali nuove per le singole regioni ed in alcuni casi per l'intero territorio italiano
     

    INFO SUL CORSO


    OBIETTIVI GENERALI DEL CORSO

    • Conoscenza e capacità di comprensione: lo studente dovrà conoscere le caratteristiche morfologiche e funzionali delle cellule vegetali, dei tessuti vegetali e degli organi vegetali, comprendere i meccanismi fisologici principali della piante, distinguere il ruolo delle piante negli ecosistemi, comprendere i percorsi evolutivi dei vegetali, conoscere i criteri di classificazione dei vegetali e le caratteristiche salienti delle principali famiglie di Angiosperme.
    • Capacità di applicare conoscenza e comprensione: il corso si propone di fornire le abilità di base per comprendere i principi del funzionamento degli organismi vegetali anche in relazione alla gestione delle specie di interesse agrario ed ambientale.
    • Autonomia di giudizio: lo studente dovrà acquisire gli strumenti per valutare il ruolo ricoperto dai vegetali nel contesto degli ecosistemi naturali e degli agroecosistemi, le motivazioni delle esigenze ecologiche, trofiche e colturali delle piante.
    • Abilità comunicative: lo studente dovrà acquisire la capacità di comunicare in modo critico ed esaustivo le informazioni riguardanti l'anatomia e la morfologia dei vegetali superiori, i caratteri impiegati nella classificazione delle piante, gli aspetti distintivi dei diversi raggruppamenti vegetali.
    • Capacità di apprendimento: capacità di integrare le conoscenze che riflettono gli apporti scientifici e le basi teoriche della biologia, della morfologia, dell'anatomia, della fisiologia, dell'ecologia e della tassonomia dei vegetali.


    PREREQUISITI E PROPEDEUTICITA'
    • Prerequisiti: Conoscenze di base di Matematica, Fisica, Chimica generale e inorganica, Chimica organica.
    • Propedeuticità: La disciplina è propedeutica nei confronti di materie riguardanti in maniera specifica la biologia e la coltura della vite.

    INDICATORI DI DUBLINO


    UNITA' DIDATTICA 1: Parte generale: gli organismi viventi, la cellula vegetale, caratteristiche generali dei tessuti vegetali,morfologia e anatomia della radice, morfologia e anatomia del fusto, morfologia e anatomia della foglia, gli organi di riserva dei vegetali, la fotosintesi e la produzione di ossigeno, la nutrizione minerale delle piante, il trasporto di acqua, sali minerali e metaboliti, il movimento nel mondo vegetale, riproduzione gamica e propagazione vegetativa, l'evoluzione dei vegetali in relazione alla progressiva indipendenza dall'acqua

    • Conoscenza e capacità di comprensione: lo studente dovrà conoscere gli aspetti principali della citologia, dell'istologia e dell'organografia dei vegetali e comprendere il significato funzionale ed adattativo delle varie strutture presenti nelle piante, in vista dell'individuazione degli aspetti applicativi insiti nelle tematiche trattate nell'U.D.
    • Capacità di applicare conoscenza e comprensione: l’U.D. si propone di fornire le abilità di base per comprendere i principi del funzionamento degli organismi vegetali anche in relazione alla gestione delle specie di interesse agrario ed ambientale.
    • Autonomia di giudizio: lo studente dovrà acquisire gli strumenti per valutare il ruolo ricoperto dai vegetali nel contesto degli ecosistemi naturali e degli agroecosistemi.
    • Abilità comunicative: lo studente dovrà acquisire la capacità di comunicare in modo critico ed esaustivo le informazioni riguardanti l'anatomia e la morfologia dei vegetali superiori.
    • Capacità di apprendimento: capacità di integrare le conoscenze che riflettono gli apporti scientifici e le basi teoriche della biologia, della morfologia e dell'anatomia vegetale..


    UNITA' DIDATTICA 2: Tassonomia e sistematica dei vegetali, Funghi, le Alghe, le Briofite, le Pteridofite, le Gimnosperme, le Angiosperme - caratteristiche morfo-funzionali di fiori, frutti e semi, Le Angiosperme - principali famiglie di interesse agro-alimentare (Asteraceae, Brassicaceae, Cucurbitaceae, Fabaceae, Liliaceae, Oleaceae, Rosaceae, Rutaceae, Vitaceae et al.), l'ecologia delle principali specie di Vitaceae
    • Conoscenza e capacità di comprensione: lo studente dovrà conoscere i caratteri salienti della diversità del mondo vegetale ed in particolare delle varie categorie di piante vascolari, comprendendo gli aspetti applicativi dei contenuti dell’U.D.
    • Capacità di applicare conoscenza e comprensione: conoscere i metodi per distinguere le caratteristiche delle principali famiglie botaniche di interesse agro-alimentare.
    • Autonomia di giudizio: acquisire gli strumenti di base per valutare il ruolo delle varie specie botaniche in ambito agricolo.
    • Abilità comunicative: capacità di comunicare in modo critico ed esaustivo gli aspetti dell’anatomia e della morfologia delle specie botaniche di interesse agroalimentare.
    • Capacità di apprendimento: acquisizione di conoscenze che riflettono le basi teoriche e gli apporti forniti dagli studi scientifici nel campo della morfologia e dell'anatomia delle specie botaniche di interesse agro-alimentare.


    LEZIONI SETTIMANALI

    • Martedì ore 14:30 -18:30 - aula Bioscienze
    • Venerdì ore 14:30 -16:30 - aula 27

    LIBRI DI TESTO

    Botanica generale e diversità vegetale

    • Autore: Pasqua G., Abbate G., Forni C.
    • Edizione: PICCIN, 2015, Padova


    Struttura e funzione delle piante
    • Autore: Raven P.H., Johnson G., Mason K., Losos J., Singer S.
    • Edizione: PICCIN, 2012, Padova


    Botanica delle Piante Alimentari
    • Autore: Rinallo C.
    • Edizione: PICCIN, 2005, Padova


    PROVE INTERMEDIE


    PROVA INTERMEDIA 1

    • Unità didattica di riferimento: organismi viventi, cellula procariotica, Cianobatteri, cellula eucariotica, cellula vegetale, organuli della cellula vegetale, osmosi, movimento dei vegetali, radice, fusto, accrescimento secondario, relazioni ecologiche tra i vegetali e tra i vegetali ed altri organismi, foglia, modificazioni delle foglie, fotosintesi clorofilliana, famiglie delle Fabaceae, Brassicaceae, Papaveraceae, Euphorbiaceae, Vitaceae.
    • Data: 16 maggio 2017
    • Tipologia di prova: test scritto in aula


    MODALITA' DI VALUTAZIONE
    La valutazione avverrà tramite verifica scritta in itinere tramite test e colloquio finale.

  • Gli organismi viventi parte prima I

  • Gli organismi viventi parte seconda

  • Il movimento nei vegetali

  • Argomento 7

    • Le Solanaceae