Indice degli argomenti

  • Informatica giuridica - Prof. Guido Saraceni - a.a. 2014/2015

    Guido Saraceni (Roma 1974) è laureato cum laude in Giurisprudenza (II Università degli Studi di Roma "Tor Vergata"); Dottore di Ricerca in Filosofia del Diritto (Università degli Studi di Roma "La Sapienza"), è Professore Associato di Filosofia del Diritto presso la Facoltà di Giurisprudenza dell'Università degli Studi di Teramo dove insegna anche Informatica Giuridica e Sociologia Giuridica; Coordinatore del Master in Sicurezza Informatica e Informatica Giuridica; è Vicepresidente dell'Unione Giuristi Cattolici di Teramo, Membro del comitato scientifico del Centro Studi "di-con-per donne" (Università degli Studi di Roma "Tor Vergata") e del Comitato Direttivo della rivista Teoria del Diritto e dello Stato. Autore di tre volumi a carattere monografico, ha curato tre raccolte di atti ed ha pubblicato più di cinquanta saggi sulle principali riviste di settore.

    Per visualizzare questo contenuto è necessario accettare i cookie inviati dalle Piattaforme di condivisione video.
    Clicca qui per abilitare tutti i cookie per questo sito web.

    OBIETTIVI DEL CORSO, PREREQUISITI E PROPEDEUTICITA'

    • Obiettivi formativi generali: Il corso si propone di affrontare i nodi teoretici e giuridici causati dall’avvento della rivoluzione digitale. Dopo una breve alfabetizzazione informatica, relativa alla storia di internet e dei principali sistemi operativi, i discenti saranno guidati nello studio delle norme in ambito informatico: dalla disciplina del processo civile telematico ai reati informatici, dalla firma digitale all’e-governement; dalla tutela del diritto d’autore alla posta elettronica certificata. Tutti questi temi saranno studiati rimarcando i problemi sociologici e filosofici che caratterizzano la società informazionale.
    • Prerequisiti:Non ci sono altri prerequisiti che non siano l’essere connessi al world wide web ed avere voglia di studiare.
    • Propedeuticità: Diritto Penale

    INDICATORI DI DUBLINO PER UNITA' DIDATTICA

    UNITA' DIDATTICA 1: Informatica del diritto e diritto dell’informatica

    UNITA' DIDATTICA 2: Redigere, interpretare e decidere con l’aiuto dell’elaboratore

    UNITA' DIDATTICA 3: I reati informatici

    UNITA' DIDATTICA 4: La società digitale

    INDICATORI DI DUBLINO: VALIDI PER OGNI UNITA' DIDATTICA

    Conoscenza e capacità di comprensione: Lo studio della informatica giuridica suppone una conoscenza epidermica dell’informatica e della filosofia del diritto, le prime lezioni avranno lo scopo di approfondire le tematiche fondamentali di queste materie e di colmare eventuali lacune.

    Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Dopo aver svolto alcune lezioni di alfabetizzazione informatica, gli studenti saranno spinti ad affrontare i principali problemi -giuridici, filosofici e sociologici – della società digitale. 

    Autonomia di giudizio: Le lezioni avranno il fine di sviluppare autonomia di giudizio ed apprendimento attivo. A fronte dei principali nodi teoretici sollevati dall’informatica giuridica, gli studenti saranno invitati a formulare ed a supportare correttamente le proprie tesi.

    Abilità comunicative: Il corso intende fare in modo che i discenti sappiano interpretare e descrivere sotto una prospettiva giuridica i principali problemi della società digitale.

    LIBRI DI TESTO

    Per gli studenti frequentanti
    • A. C. Amato Mangiameli, Informatica Giuridica, Giappichelli, Torino 2010;
    • L. Cuomo, R. Razzante, La nuova disciplina dei Reati Informatici, Giappichelli, Torino 2009, p.1-395.
    Per gli studenti non frequentanti
    • A. C. Amato Mangiameli, Informatica Giuridica, Giappichelli, Torino 2010;
    • L. Cuomo, R. Razzante, La nuova disciplina dei Reati Informatici, Giappichelli, Torino 2009, p.1-395;
    • G. Granieri, Umanità accresciuta, Laterza, Roma-Bari 2009.
    Per gli studenti fuori corso
    •  L. Cuomo, R. Razzante, La nuova disciplina dei Reati Informatici, Giappichelli, Torino 2009, p. 1-395.
    Gli studenti che dovessero integrare 4 CFU possono preparare l'esame studiando, alternativamente,
    • L. Cuomo, R. Razzante, La nuova disciplina dei Reati Informatici, Giappichelli, Torino 2009
        oppure
    • A. C. Amato Mangiameli, Informatica Giuridica, Giappichelli, Torino 2010.

    MATERIALE DI APPROFONDIMENTO

    • A. C. Amato Mangiameli, Diritto e Cyberspace, Giappichelli, Torino 2000;

    • A. C. Amato Mangiameli (a cura di) Parola chiave: informazione, Giuffrè, Milano 2004;

    • G. Taddei Elmi, Corso di Informatica Giuridica, Simone, Milano 2010;

    • P. Levy, Il virtuale, Raffaello Cortina, Torino 2007;

    • G. Granieri, Blog generation, Laterza, Roma-Bari 2009.

    PROVE INTERMEDIE

    La prima prova intermedia si terrà approssimativamente dopo le prime 10 lezioni del corso.

    La seconda prova intermedia terrà alla fine del corso.

     

  • Video di presentazione del corso

    Per visualizzare questo contenuto è necessario accettare i cookie inviati dalle Piattaforme di condivisione video.
    Clicca qui per abilitare tutti i cookie per questo sito web.

    • Informatica Giuridica Pt. 1

      Cosa è l'informatica giuridica? Elementi di antropologia della tecnica; Cenni di Storia dell'Informatica; I sistemi legali esperti; Il Software Open Source: condivisione vs competizione.

    • Informatica Giuridica Pt.II

      Elementi di teoria e di filosofia del diritto penale; La struttura del reato informatico; L'accesso abusivo a sistema informatico; La diffusione di Virus Informatici; La frode informatica; La diffusione di materiale pedopornografico; Elementi di Scienza delle Reti.