Indice degli argomenti

  • Diritto sindacale - Prof. Micaela Vitaletti - a.a. 2014/2015

    Ricercatore di diritto del lavoro JUS/07 presso la Facoltà di Giurisprudenza dell'Università di Teramo.
    E' stata nel 2010 Visiting scholar presso l'Advance Legal Studies, University of London nell'ambito del progetto di ricerca "Corporate criminal liability and compliance programs" finanziato dalla Commissione Europea (in partnership con: Università di Roma "La Sapienza"; Università di Parigi "Sorbonne"; Università di Castilla-La Mancha).
    Ha conseguito nel 2006 il titolo di Dottore di ricerca in diritto del lavoro e relazioni industriali presso la Facoltà di Giurisprudenza dell'Università di Bari  Aldo Moro, discutendo una tesi dal titolo "Tecniche e modelli di sviluppo della c.d. parte variabile della retribuzione- La spicciola prassi aziendale".
    Ha conseguito nel 2006 l'abilitazione alla professione forense.
    E' stata  nel 2005 con borsa di studio Visiting scholar presso l'Institut für Arbeitrecht, Albert-Ludwigs Universität di Freiburg i. B (Germania) nell'ambito del percorso di studi del dottorato di ricerca in diritto del lavoro e relazioni industriali presso la Facoltà di Giurisprudenza dell'Università di Bari
    Ha partecipato, a seguito di apposita selezione, al seminario di diritto comparato del lavoro "Pontignano XX" sul tema I lavori atipici, tenutosi a Pontignano (Siena) dal 20 al 26 luglio 2003 organizzato dall'Associazione Italiana di Diritto del Lavoro e della Sicurezza Sociale sul tema "I lavori atipici".
    Ha conseguito con borsa di studio nel 2003 l' European Master in Labour Studies presso l'Università Statale di Milano - coordinatore Prof. P. Ichino.
    Si è laureata in Giurisprudenza con votazione 110/110, presso l'Università degli Studi di Roma Tre con una tesi in Diritto del lavoro dal titolo "Il contratto di lavoro a tempo parziale".
    E’ iscritta alla Associazione italiana di diritto del lavoro e della sicurezza sociale
    E’ coordinatrice del corso “Clinica legale di diritto del lavoro”
    E’ coordinatrice del seminario in collaborazione con l’Ordine e la Fondazione dei consulenti del lavoro “La qestione del trattamento economico del lavoratore”
    Interessi di ricerca:  retribuzione e produttività nel rapporto di lavoro
    Pubblicazioni 2013:
    Vitaletti M, L'apprendistato tra formazione e lavoro. In: (a cura di): Giuseppe Santoro Passarelli, Diritto e processo del lavoro e della previdenza sociale. p. 545-567, Utet
    Vitaletti M, I tirocini. In: (a cura di): Giuseppe Santoro Passarelli, Diritto e processo del lavoro e della previdenza sociale. p. 569-587, Utet
    Vitaletti M, La retribuzione di produttività. Edizioni Scientifiche Italiane


    OBIETTIVI DEL CORSO, PREREQUISITI E PROPEDEUTICITA'

    • Obiettivi formativi generali: Il corso si propone di illustrare i principi e le regole relative alle organizzazioni rappresentative degli interessi professionali. Nella prima parte, lo studio della materia è affrontato mediante la ricostruzione del sistema sindacale, con particolare riguardo ai soggetti collettivi ed agli strumenti di azione sindacale, il contratto collettivo di lavoro e lo sciopero. La seconda parte del corso ha ad oggetto l'approfondimento critico di alcuni problemi giurisprudenziali e prevede la discussione in aula di alcuni casi pratici e l'esame della contrattazione collettiva.
    • Prerequisiti:
    • Propedeuticità: Diritto del lavoro-Diritto privato- Diritto costituzionale


    INDICATORI DI DUBLINO PER UNITA' DIDATTICA

    UNITA' DIDATTICA 1: Organizzazione sindacale
    Le fonti del diritto sindacale - L'evoluzione storica - La libertà sindacale - L'organizzazione dei lavoratori e degli imprenditori - Rappresentanza e rappresentatività sindacale - L'organizzazione sindacale nei luoghi di lavoro: r.s.a. e r.s.u. - I diritti sindacali - La repressione della condotta antisindacale
    Conoscenza e capacità di comprensione: Lo studente, tramite lo svolgimento di prove pratiche, dovrà acquisire una solida preparazione culturale metodologica per una comprensione della disciplina sindacale, nonché delle dinamiche sottese alle relazioni tra le parti sociali.

    Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Lo studente dovrà acquisire la capacità di approfondire le questioni giuridiche relative alla gestione dei rapporti collettivi;  riuscire a interpretare le fonti dell’ordinamento intersindacale e a gestire le relazioni sindacali; acquisire gli strumenti di gestione del sistema di contrattazione collettiva.
    Autonomia di giudizio: Lo studente dovrà dimostrare la capacità di saper inquadrare le possibili fattispecie concrete e di esprimere in relazione ad esse giudizi autonomi, facendo anche riferimento alle soluzioni accolte dalla dottrina e alle posizioni assunte dalla giurisprudenza.
    Abilità comunicative: Lo studente dovrà acquisire buone capacità logico comunicative, mostrandosi in grado di utilizzare vecchi e nuovi media per la veicolazione delle conoscenze acquisite.
    Capacità di apprendimento: La capacità di apprendimento verrà conquistata dallo studente con la consuetudine allo studio e attraverso attività formative di supporto alla preparazione degli esami e della prova finale.

    UNITA' DIDATTICA 2: Azione sindacale
    Contenuti e struttura della contrattazione collettiva - L'accordo interconfederale - Il contratto nazionale di categoria - Il contratto aziendale - Concorso-conflitto tra contratti collettivi - L'efficacia del contratto collettivo di lavoro - L'efficacia soggettiva - L'efficacia oggettiva - L'efficacia temporale - L'interpretazione del contratto collettivo - Il rapporto tra legge e contrattazione collettiva .
    Conoscenza e capacità di comprensione: Lo studente, tramite lo svolgimento di prove pratiche, dovrà acquisire una solida preparazione culturale metodologica per una comprensione della disciplina sindacale, nonché delle dinamiche sottese alle relazioni tra le parti sociali.
    Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Lo studente dovrà acquisire la capacità di approfondire le questioni giuridiche relative alla gestione dei rapporti collettivi; riuscire a interpretare le fonti dell’ordinamento intersindacale e a gestire le relazioni sindacali; acquisire gli strumenti di gestione del sistema di contrattazione collettiva
    Autonomia di giudizio: Lo studente dovrà dimostrare la capacità di saper inquadrare le possibili fattispecie concrete e di esprimere in relazione ad esse giudizi autonomi, facendo anche riferimento alle soluzioni accolte dalla dottrina e alle posizioni assunte dalla giurisprudenza
    Abilità comunicative: Lo studente dovrà acquisire buone capacità logico comunicative, mostrandosi in grado di utilizzare vecchi e nuovi media per la veicolazione delle conoscenze acquisite.
    Capacità di apprendimento: La capacità di apprendimento verrà conquistata dallo studente con la consuetudine allo studio e attraverso attività formative di supporto alla preparazione degli esami e della prova finale.

    UNITA' DIDATTICA 3: Conflitto sindacale
    Lo sciopero - Forme di lotta sindacale diverse dallo sciopero - Lo sciopero nei servizi pubblici essenziali - La serrata
    Conoscenza e capacità di comprensione: Lo studente, tramite lo svolgimento di prove pratiche, dovrà acquisire una solida preparazione culturale metodologica per una comprensione della disciplina sindacale, nonché delle dinamiche sottese alle relazioni tra le parti sociali.
    Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Lo studente dovrà acquisire la capacità di approfondire le questioni giuridiche relative alla gestione dei rapporti collettivi, riuscire a interpretare le fonti dell’ordinamento intersindacale e a gestire le relazioni sindacali; acquisire gli strumenti di gestione del sistema di contrattazione collettiva.
    Autonomia di giudizio: Lo studente dovrà dimostrare la capacità di saper inquadrare le possibili fattispecie concrete e di esprimere in relazione ad esse giudizi autonomi, facendo anche riferimento alle soluzioni accolte dalla dottrina e alle posizioni assunte dalla giurisprudenza
    Abilità comunicative: Lo studente dovrà acquisire buone capacità logico comunicative, mostrandosi in grado di utilizzare vecchi e nuovi media per la veicolazione delle conoscenze acquisite.
    Capacità di apprendimento: La capacità di apprendimento verrà conquistata dallo studente con la consuetudine allo studio e attraverso attività formative di supporto alla preparazione degli esami e della prova finale.


    LIBRI DI TESTO

    1) Parte generale- G. GIUGNI, Diritto sindacale, Cacucci, Bari, ult.ed

    Parte speciale 2.1 - e-book F. Carinci, a cura di, "il Testo unico sulla Rappresentanza 10 gennaio 2014" scaricabile dal sito http://www.adapt.it/Labour_Studies_Book_Series.html

    Sentenze da studiare, oltre i libri di testo indicati:

    L’efficacia del contratto collettivo

    C. Cost. 6 luglio 1971, n. 156

    C. Cost. 19 dicembre 1962, n. 106

    La nozione di (maggiore) rappresentatività

    C. Cost. 26 gennaio 1990, n. 30

    C. Cost. 12 luglio 1996, n. 244

    C. Cost. 18 ottobre 1996, n. 345

    La giurisprudenza costituzionale ed il “caso Fiat”

    Trib. Modena 4 giugno 2012

    C. Cost. 23 luglio 2013, n. 231

    Il rapporto tra legge e contrattazione collettiva

    C. Cost. n. 268/1994

    C. Cost. n. 344/1996

    Il diritto di sciopero

    C. Cost. 4 maggio 1960, n. 29

    C. Cost. 28 dicembre 1962, n. 123

    Cass. 20 gennaio 1980, n. 711

    La legittimità dello sciopero politico e dello sciopero solidarietà

    C. Cost. 14 gennaio 1974, n. 1

    C. Cost. 27 dicembre 1974, n. 290

    Cass. 21 agosto 2004, n. 276

    La condotta antisindacale

    C. Cost. 6 marzo 1974, n. 54

    C. Cost. 24 marzo 1988, n. 334

    C. Cost. 8-17 marzo 1995, n. 89

    C. Cost. 13-21 novembre 1997, n. 356

    La questione di legittimità costituzionale dell'art. 8, cc1, 2 e 2-bis, dl 13 agosto 2011, n. 138,

    in materia di specifiche intese a livello aziendale e/o territoriale

    C. Cost. 3 luglio 2012, n. 221




    MATERIALE DI APPROFONDIMENTO
    Non è al momento disponibile materiale di approfondimento per questo insegnamento.


    PROVE INTERMEDIE