Indice degli argomenti

  • Istituzioni di diritto pubblico - Prof. Carlo Di Marco - a.a. 2014/2015

    Ricercatore confermato e Professore aggregato di Diritto Pubblico (IUS/09) dal 2004, già cultore della materia e professore a contratto per le stesse discipline dal 1984 anche presso altri Atenei italiani (Università de L’Aquila e Università Commerciale L. Bocconi, Milano), ha particolare esperienza su aspetti e profili del diritto amministrativo e dell’ambiente. Per l’Università di Teramo è stato docente, progettista e coordinatore scientifico di vari corsi di Master di I livello (Genius Loci, gestito dal Formez su incarico del Dipartimento della Funzione Pubblica, e Sviluppo Sostenibile e Multilevel Governance). E’ ed è stato relatore in convegni su temi dello sviluppo locale e dell’integrazione territoriale, con particolare riferimento al ruolo degli enti locali. E’ stato membro di gruppi di ricerca di Ateneo e nazionali sui temi: “Politiche e Istituzioni nel processo di democratizzazione europeo”; “Costituzione europea e costituzioni nazionali”; “Semplificazione degli strumenti giuridici dell'UE e forme di normazione speciale, legge delega, legge quadro e normativa secondaria tra sistema delle fonti e forma di governo”; “La funzione legislativa: ruoli, garanzie e risposte organizzative dei Parlamenti nazionali in generale e nelle procedure legislative e di controllo”. Tra le pubblicazioni più rilevanti: “Democrazia e partecipazione popolare nella crisi del costituzionalismo”, in La democrazia partecipativa nell'esperienza della Repubblica. Nuovi segnali dalla società civile? C. Di Marco-F. Ricci-L. G. Sciannella (a cura di), Editorile Scientifica, 2012; “Prefazione”, in La democrazia partecipativa nell'esperienza della Repubblica. Nuovi segnali dalla società civile? C. Di Marco-F. Ricci-L. G. Sciannella (a cura di), Editoriale Scientifica, 2012; “Multiculturalismo e diritti, fra immigrazione e politiche dell'accoglienza in Europa e in Italia”, in Ciccarelli, A. e Gargiulo, P. (a cura di), La dimensione sociale dell’Unione Europea alla prova della crisi globale, F.Angeli, Milano, 2012; “La direttiva Habitat ancora all'attenzione della Corte di Lussemburgo”, nota a sent., in Diritto Pubblico Comparato ed Europeo, Giappichelli, 2010-III; Democrazia, autonomie locali e partecipazione fra diritto, società e nuovi scenari transnazionali, CEDAM, 2009.

    OBIETTIVI DEL CORSO, PREREQUISITI E PROPEDEUTICITA'

    • Obiettivi formativi generali >  Lo studio del diritto pubblico è volto a consentire allo studente l’acquisizione delle nozioni di base sul sistema costituzionale nella sua evoluzione storica e nel suo assetto attuale, anche alla luce del processo di integrazione europea. Particolare attenzione sarà rivolta ai profili organizzativi e funzionali che caratterizzano il pluralismo delle istituzioni pubbliche italiane. Specifiche attenzioni sono riservate alla riforma del Titolo V della Costituzione ed ai nuovi rapporti Repubblica/autonomie locali/regioni/Stato con riferimento alla revisione costituzionale del 2001. Approfondimenti specifici saranno dedicati al tema della democrazia partecipativa e delle sue nuove dimensioni nazionali e trans-nazionali.
    • Prerequisiti > Si richiede la conoscenza approssimativa e minimale dei principali caratteri della Repubblica italiana e della storia istituzionale del nostro Paese
    • Propedeuticità > Nessuna

     

     

    INDICATORI DI DUBLINO PER UNITA' DIDATTICA

    1. UNITA' DIDATTICA: Il costituzionalismo e i Diritti - Il costituzionalismo dallo Stato liberale a quello pluralista. Nascita ed evoluzione del costituzionalismo. La sua crisi. Le sue prospettive di rinascita.

    Conoscenza e capacità di comprensione

    Capacità di applicare conoscenza e comprensione

    Abilità comunicative

    Capacità di apprendimento

    2. UNITA' DIDATTICA: Il costituzionalismo e i Diritti - Il sistema dei diritti fondamentali. Diritti e doveri costituzionali. I diritti della persona. Le libertà personali e quelle collettive. I diritti dello Stato sociale.

    Conoscenza e capacità di comprensione

    Capacità di applicare conoscenza e comprensione

    Abilità comunicative

    Capacità di apprendimento

    3. UNITA' DIDATTICA: Organizzazioni e garanzie Organizzazione e esercizio del potere politico. La sovranità del popolo e le organizzazioni dello Stato pluralista.

    Conoscenza e capacità di comprensione

    Capacità di applicare conoscenza e comprensione

    Abilità comunicative 

    4. UNITA' DIDATTICA: Organizzazioni e garanzie - Le garanzie giurisdizionali e quelle costituzionali. Le organizzazioni dello Stato. Il Presidente della Repubblica. Le organizzazioni transnazionali.

    Conoscenza e capacità di comprensione

    Capacità di applicare conoscenza e comprensione

    Abilità comunicative

    5. UNITA' DIDATTICA: Organizzazioni e garanzie -  Le pubbliche amministrazioni e la Repubblica delle autonomie. Gli ordinamenti regionali e locali. La revisione del titolo V della Costituzione e altre prospettive di riforma.

    Conoscenza e capacità di comprensione

    Capacità di applicare conoscenza e comprensione

    6. UNITA' DIDATTICA: Fonti - Le fonti del diritto interno e quelle dell’Unione europea.

    Conoscenza e capacità di comprensione

    Capacità di applicare conoscenza e comprensione

    Abilità comunicative 

    Libri di testo

    • Carlo Fusaro-Augusto Barbera, Corso di diritto pubblico, Il Mulino, Bologna, 2012

    MATERIALE DI APPROFONDIMENTO

    • Di Marco-Ricci-Sciannella (cur), La democrazia partecipativa nell’esperienza della Repubblica, 2012, da pag.17 a 51
    • Carlo Di Marco, Democrazia autonomie locali e partecipazione fra diritto, società e nuovi scenari transnazionali, 2009,  XV-148; 243-332

     

    PROVE INTERMEDIE

     

  • Questo argomento

    Argomento 1

    • Argomento 2

      • Argomento 3

        • Argomento 4

          • Argomento 5

            • Argomento 6

              • Argomento 7

                • Argomento 8

                  • Argomento 9

                    • Argomento 10