Indice degli argomenti

  • Storia del pensiero politico - Prof. Gabriele Carletti - a.a. 2014/2015

    Professore straordinario di Storia delle dottrine politiche (SPS/02), insegna Storia del pensiero politico e Storia del linguaggio politico presso la Facoltà di Scienze Politiche dellʼUniversità degli Studi di Teramo. Dal 2003 al 2005 è stato Presidente del Corso di laurea specialistica in “Scienze della Comunicazione Sociale e Istituzionale” e dal 2001 al 2007 è stato Coordinatore del Dottorato di ricerca in “Pensiero politico e comunicazione nella storia”. Attualmente è Presidente del Corso di Studio Magistrale in Scienze Politiche Internazionali e delle Amministrazioni. È socio ordinario dellʼAssociazione Italiana degli Storici delle Dottrine Politiche. In passato, si è occupato del pensiero politico italiano dellʼOttocento, con particolare riferimento al cattolicesimo politico prima e dopo il 1848, al liberalismo e allʼantisocialismo. In seguito, ha spostato la sua attenzione sulla cultura politica tra la seconda metà del XVIII secolo e l’inizio del XIX, soffermandomi soprattutto sulla figura e lʼopera di Melchiorre Delfico. Ad una fase successiva appartengono i suoi interessi di studio per il pensiero politico medievale, in particolare per quello di Dante, di cui ha ripercorso le fasi salienti della riflessione politico-filosofica. Attualmente si occupa delle origini della democrazia in Italia alla fine del Settecento e della reazione del mondo cattolico verso il processo di democratizzazione avviato in Francia con la Rivoluzione dellʼ89. Tra i suoi lavori: Melchiorre Delfico. Riforme politiche e riflessione teorica di un moderato meridionale (1996); Allegoria e simbologia nel pensiero politico di Dante (1998); Dante politico. La felicità terrena secondo il pontefice, il filosofo, l'imperatore (2006); Rousseau nel pensiero politico degli illuministi meridionali (2007); Francesco Soave. Un illuminista in fuga dalla Rivoluzione (2011); Religione e democrazia nel triennio repubblicano 1796-1799 (2012); Riforme e rivoluzioni in Cesare Balbo (2013); Machiavelli nelle “Osservazioni” di Melchiorre Delfico (2013) e i volumi a sua cura Prima di Machiavelli. Itinerari e linguaggi della politica tra il XIV e il XVI secolo (2007) e Storia e critica della politica. Studi in memoria di Luciano Russi (2012).

    OBIETTIVI DEL CORSO, PREREQUISITI E PROPEDEUTICITA'

    • Obiettivi formativi generali > Al termine del corso lo studente dovrà possedere unʼadeguata conoscenza delle principali dottrine e teorie politiche, considerate nel loro contesto e concreto divenire e nel loro rapporto dialettico con i fenomeni sociali e culturali. Egli dovrà inoltre acquisire una buona capacità di comprensione e di analisi della categoria del “politico” nella molteplicità dei suoi aspetti ed essere in grado di esprimere valutazioni autonome su temi di carattere politico.
    • Prerequisiti Si richiede una conoscenza di base della storia dellʼetà moderna.
    • Propedeuticità nessuna

    Le lezioni inizieranno lunedì 2 marzo 2015 e si svolgeranno nei seguenti giorni:

    • - lunedì, ore 15.30 - 17.30
    • - martedì, ore 10.30 - 12.30
    • - mercoledì, ore 10.30 - 12.30

    INDICATORI DI DUBLINO PER UNITA' DIDATTICA

    UNITA' DIDATTICA 1: La rinascita del razionalismo politico nella cultura moderna - Presentazione del Corso. Definizione e metodologie della Storia del pensiero politico.
    La politica prima della sua fondazione moderna.
    Il realismo politico di Niccolò Machiavelli.
    Le dottrine utopistiche in età moderna.
    La Riforma e il pensiero politico della Controriforma.
    La Ragion di Stato. Dottrine realiste e antirealiste.
    Le radici giusdottrinali dellʼassolutismo.
    Jean Bodin e la moderna teorica della sovranità.

    Conoscenza e capacità di comprensione

    Attraverso lʼanalisi delle principali dottrine e idee politiche nella loro formazione ed evoluzione, lo studente dovrà acquisire una buona capacità di comprensione della specificità della politica e delle ricadute che la riflessione ha sulla vita politica reale.

    Capacità di applicare conoscenza e comprensione

    Lo studente dovrà essere in grado, avvalendosi anche delle nuove tecnologie dellʼinformazione e della comunicazione, di applicare le conoscenze teoriche e metodologiche acquisite nella conduzione di indagini e analisi politiche.

    Autonomia di giudizio

    Lo studente dovrà sviluppare la capacità di affrontare e sostenere argomenti di carattere politico e riuscire a fornire una propria autonoma valutazione.

    Abilità comunicative

    Lo studente dovrà essere in grado di esprimere e comunicare, con un linguaggio efficace e adeguato, le conoscenze politiche acquisite.

    Capacità di apprendimento

    Lo studente dovrà mostrare una buona capacità di apprendimento delle concezioni e idee politiche, del loro sviluppo e del loro rapporto con la vita politica reale.   

    UNITA' DIDATTICA 2: Dall'assolutismo al liberalismo - La «Scuola del diritto naturale».
    Il pensiero repubblicano inglese.
    Thomas Hobbes e la teoria dellʼassolutismo.
    Stato naturale e stato civile in Spinoza.
    John Locke e il liberalismo.
    Lʼetà della crisi della coscienza europea.

    Conoscenza e capacità di comprensione

    Attraverso lʼanalisi delle principali dottrine e idee politiche nella loro formazione ed evoluzione, lo studente dovrà acquisire una buona capacità di comprensione della specificità della politica e delle ricadute che la riflessione ha sulla vita politica reale.

    Capacità di applicare conoscenza e comprensione

    Lo studente dovrà essere in grado, avvalendosi anche delle nuove tecnologie dellʼinformazione e della comunicazione, di applicare le conoscenze teoriche e metodologiche acquisite nella conduzione di indagini e analisi politiche.

    Autonomia di giudizio

    Lo studente dovrà sviluppare la capacità di affrontare e sostenere argomenti di carattere politico e riuscire a fornire una propria autonoma valutazione.

    Abilità comunicative

    Lo studente dovrà essere in grado di esprimere e comunicare, con un linguaggio efficace e adeguato, le conoscenze politiche acquisite.

    Capacità di apprendimento

    Lo studente dovrà mostrare una buona capacità di apprendimento delle concezioni e idee politiche, del loro sviluppo e del loro rapporto con la vita politica reale.

    UNITA' DIDATTICA 3: L'età dei lumi e della rivoluzione - Il pensiero politico dellʼilluminismo.
    Teoria dei governi e libertà politica in Montesquieu.
    Rousseau e lʼideologia democratica.
    Il Federalismo.
    Il pensiero politico della Rivoluzione francese.
    Le teorie politiche controrivoluzionarie.
    Kant e il progetto di pace perpetua.

    Conoscenza e capacità di comprensione

    Attraverso lʼanalisi delle principali dottrine e idee politiche nella loro formazione ed evoluzione, lo studente dovrà acquisire una buona capacità di comprensione della specificità della politica e delle ricadute che la riflessione ha sulla vita politica reale.Capacità di applicare conoscenza e comprensione

    Capacità di applicare conoscenza e comprensione

    Lo studente dovrà essere in grado, avvalendosi anche delle nuove tecnologie dellʼinformazione e della comunicazione, di applicare le conoscenze teoriche e metodologiche acquisite nella conduzione di indagini e analisi politiche.

    Autonomia di giudizio

    Lo studente dovrà sviluppare la capacità di affrontare e sostenere argomenti di carattere politico e riuscire a fornire una propria autonoma valutazione.

    Abilità comunicative

    Lo studente dovrà essere in grado di esprimere e comunicare, con un linguaggio efficace e adeguato, le conoscenze politiche acquisite.

    Capacità di apprendimento

    Lo studente dovrà mostrare una buona capacità di apprendimento delle concezioni e idee politiche, del loro sviluppo e del loro rapporto con la vita politica reale.

    UNITA' DIDATTICA 4: Le origini della democrazia in Italia - La crisi del riformismo italiano.
    Albori di democrazia nellʼItalia in rivoluzione.
    Il dibattito sulla democrazia nel triennio repubblicano 1796-1799.
    Lʼidea di democrazia in Giuseppe Compagnoni.

    Conoscenza e capacità di comprensione

    Attraverso lʼanalisi delle principali dottrine e idee politiche nella loro formazione ed evoluzione, lo studente dovrà acquisire una buona capacità di comprensione della specificità della politica e delle ricadute che la riflessione ha sulla vita politica reale.

    Capacità di applicare conoscenza e comprensione

    Lo studente dovrà essere in grado, avvalendosi anche delle nuove tecnologie dellʼinformazione e della comunicazione, di applicare le conoscenze teoriche e metodologiche acquisite nella conduzione di indagini e analisi politiche.

    Autonomia di giudizio

    Lo studente dovrà sviluppare la capacità di affrontare e sostenere argomenti di carattere politico e riuscire a fornire una propria autonoma valutazione.

    Abilità comunicative

    Lo studente dovrà essere in grado di esprimere e comunicare, con un linguaggio efficace e adeguato, le conoscenze politiche acquisite.

    Capacità di apprendimento

    Lo studente dovrà mostrare una buona capacità di apprendimento delle concezioni e idee politiche, del loro sviluppo e del loro rapporto con la vita politica reale.

    Libri di testo

    • Andreatta A., Baldini A. E. (a cura di),  Il pensiero politico dellʼetà moderna. Da Machiavelli a Kant., UTET, Torino, 2008
    • Rousseau J.-J., Il contratto sociale, Qualunque edizione purché integrale
    • Compagnoni G., Elementi di diritto costituzionale democratico, Introduzione di Salvo Mastellone, Centro Editoriale Toscano, Firenze, 1988 

    MATERIALE DI APPROFONDIMENTO

    • Carletti G. (a cura di), Storia e critica della politica. Studi in memoria di Luciano Russi, Rubbettino, Soveria Mannelli, 2012.

    PROVE INTERMEDIE

    • Unità didattica 1: Prova in autovalutazione: 18 marzo; Prova intermedia con domande a risposta aperta o chiusa: 23 marzo
    • Unità didattica 2: Prova in autovalutazione: 1 aprile; Prova intermedia con domande a risposta aperta o chiusa: 13 aprile
    • Unità didattica 3: Prova in autovalutazione: 29 aprile; Prova intermedia con domande a risposta aperta o chiusa: 4 maggio

  • Video presentazione del corso

    • Unità didattica 1: La rinascita del razionalismo politico nella cultura moderna

      Definizione e metodologie della Storia del pensiero politico.

      La politica prima della sua fondazione moderna.

      Il realismo politico di Niccolò Machiavelli.

      Le dottrine utopistiche in età moderna.

      La riforma e il pensiero politico della Controriforma.

      La ragion di Stato. Dottrine realiste e antirealiste.

      Le radici giusdottrinali dell'assolutismo.

      Jean Bodin e la moderna teorica della sovranità.

    • Unità didattica 2: Dall'assolutismo al liberalismo

      La «Scuola del diritto naturale».

      Il pensiero repubblicano inglese.

      Thomas Hobbes e la teoria dellʼassolutismo.

      Stato naturale e stato civile in Spinoza.

      John Locke e il liberalismo.

      Lʼetà della crisi della coscienza europea.

    • Unità didattica 3: L'età dei lumi e della rivoluzione

      Il pensiero politico dell'Illuminismo

      Teoria dei governi e libertà politica in Montesquieu

      Rousseau e l'ideologia democratica

      Il Federalismo

      Il pensiero politico della Rivoluzione francese

      Le teorie politiche controrivoluzionarie

      Kant e il progetto di pace perpetua

    • Unità didattica 4: Le origini della democrazia in Italia

      La crisi del riformismo italiano.

      Albori di democrazia nell’Italia in rivoluzione.

      Il dibattito sulla democrazia nel triennio repubblicano.

      L’idea di democrazia in Giuseppe Compagnoni.

    • Argomento 6

      • Argomento 7