Indice degli argomenti

  • Comunicazione teatrale - Prof. Fabrizio Deriu - a.a. 2014/2015

    «Oggi il pubblico teatrale è un’élite, parola che negli anni Sessanta era politicamente scorretta, mentre adesso è altro. Grazie alla televisione e a Internet non c’è più alcuna élite nella comunicazione e nell’arte, nessun prodotto artistico è inaccessibile, e il teatro come élite vuol dire un luogo rigenerante e positivo fatto per chiunque abbia voglia di andarci nel desiderio di condividere un’esperienza non raggiungibile nell’isolamento e davanti al gelo di uno schermo»  (Peter Brook, 16 gennaio 2010)

    OBIETTIVI DEL CORSO, PREREQUISITI E PROPEDEUTICITA'

    • Obiettivi formativi generali: Obiettivo del corso è fornire elementi di conoscenza generale del fenomeno teatrale in una duplice prospettiva: a) una prospettiva storica, per esaminare alcune delle più importanti forme in cui si è manifestato ed è mutato nel corso del tempo dalla Grecia antica alla contemporaneità (nella quale il teatro in quanto spettacolo “dal vivo” deve rapportarsi con lo spettacolo “tecnicamente prodotto”: cinema, televisione e nuovi media); b) una prospettiva critica e teorica, per metterne a fuoco le sue componenti costitutive e fondanti. Il teatro non è necessariamente qualcosa di “storicamente superato” (un edificio di qualche secolo fa, un genere letterario antiquato, una maschera di Arlecchino in disuso perfino a Carnevale, e così via). È una dimensione della comunicazione umana diffusa e basilare, molto più presente di quanto generalmente si immagina tanto nella vita sociale e quotidiana (come ad esempio nei ruoli professionali o in politica) quanto nei più contemporanei generi di espressione culturale (nei film, nella televisione, perfino nei “new media”).
    • Programma: durante il corso si intrecceranno tre tipi di lezioni: a) di carattere storico; b) di carattere teorico-critico; c) di carattere laboratoriale. Nelle prime, attraverso l’analisi di alcune opere, verrà fornito un panorama, limitato ma esemplare, di diversi modelli di comunicazione teatrale nel tempo; nelle seconde verrano introdotti elementi generali di conoscenza del fenomeno teatrale (relativamente ad aspetti quali il testo drammatico, gli spazi scenici, ecc.); nelle terze, con la partecipazione attiva degli studenti, si farà esperienza diretta del “lavoro teatrale”. Saranno ampiamente utilizzati materiali audiovisivi e risorse web, anche attraverso il ricorso alla piattaforma informatica di ateneo.
    • Prerequisiti: interesse per la comunicazione teatrale ma soprattutto curiosità intellettuale.
    • Propedeuticità:

    INDICATORI DI DUBLINO PER UNITA' DIDATTICA

    1. UNITA' DIDATTICA:

    Conoscenza e capacità di comprensione:

    Capacità di applicare conoscenza e comprensione:

    Autonomia di giudizio:

    Abilità comunicative:

    Capacità di apprendimento:

    2. UNITA' DIDATTICA:

    Conoscenza e capacità di comprensione:

    Capacità di applicare conoscenza e comprensione

    Autonomia di giudizio:

    Abilità comunicative:

    Capacità di apprendimento:

    3. UNITA' DIDATTICA:

    Conoscenza e capacità di comprensione: I

    Capacità di applicare conoscenza e comprensione:

    Autonomia di giudizio:

    Abilità comunicative:

    Capacità di apprendimento:

    4. UNITA' DIDATTICA:

    Conoscenza e capacità di comprensione:

    Capacità di applicare conoscenza e comprensione:

    Autonomia di giudizio:

    Abilità comunicative:

    Capacità di apprendimento:

    Libri di testo

    1. Testi letterari drammatici:

    - Sofocle, Edipo re

    - Shakespeare, Amleto (preferibilmente la traduzione di Agostino Lombardo, Feltrinelli)

    - Molière, Il misantropo (preferibilmente la traduzione di Cesare Garboli, Einaudi)

    - Cechov, Zio Vanja

    2. materiali didattici del corso (i file verranno caricati su questa piattaforma o resi disponibili in copia cartacea)

    MATERIALE DI APPROFONDIMENTO

    PROVE INTERMEDIE

    • Unità didattica 1:
    • Unità didattica 2:
    • Unità didattica 3:
    • Unità didattica 4:

  • Introduzione generale

  • Il misantropo, Molière

  • Zio Vanja, Cecov

    • Strumenti critici e categorie di analisi