Indice degli argomenti

  • Media relation - Prof. Stefano Maria Cianciotta - a.a.2013/2014

    41 anni, giornalista economico. Laureato con lode in Scienze Politiche all'Università degli Studi di Teramo, dottore di ricerca in Comunicazione e Pensiero politico, ha cominciato l'attività giornalistica nelle redazioni locali de Il Tempo e del quotidiano abruzzese Il Centro, prima di passare all'emittente televisiva regionale Teleponte, dove ha lavorato per due anni come redattore. Perfezionatosi all'Università degli Studi di Perugia in Comunicazione Pubblica ed Istituzionale (Master di II Livello), è stato in seguito incaricato della docenza in Strategie di Comunicazione al master in Comunicazione Istituzionale della Scuola Umbra di Amministrazione Pubblica dell'Università degli Studi di Perugia, per la quale ha anche curato nel 2010 la pubblicazione sulla riforma dell'Organizzazione del Personale della Regione Umbria. Consulente di Enti pubblici, Associazioni di categoria ed Imprese per le attività di Comunicazione e Media Relation, collabora stabilmente con Università ed Enti di Formazione, svolgendo corsi e seminari sulle Strategie della Comunicazione e sulla Comunicazione di Crisi.

    Per visualizzare questo contenuto è necessario accettare i cookie inviati dalle Piattaforme di condivisione video.
    Clicca qui per abilitare tutti i cookie per questo sito web.

    OBIETTIVI DEL CORSO, PREREQUISITI E PROPEDEUTICITA'

    • Obiettivi formativi generali:

      Come si gestiscono le relazioni con i media, con quali strumenti, con quali tempi, ed in che modo le attività di media relations possono essere misurate e monitorate?

      Sono gli obiettivi del corso, che avrà un taglio molto operativo, perché metterà gli studenti a confronto con problematiche e temi che sono specifici di chi opera nelle media relations, che saranno affrontati in modo empirico ed originale.

      Agli studenti saranno illustrati casi specifici di attività di Media Relations aziendali, della Pubblica Amministrazione, facendo focus sulla evoluzione delle Media Relations on line.

      L'era di Facebook, di Twitter e dei Blog, infatti, ha imposto un cambio di prospettiva, di cultura ed una rapida evoluzione nell'utilizzo degli strumenti della comunicazione aziendale. Per questa ragione è cambiato radicalmente il tipo di approccio con gli operatori della comunicazione. Il web, infatti, ha creato un nuovo giornalismo ed un nuovo genere di media.

      È inevitabile che anche l'attività dell'Ufficio Stampa sia cambiata profondamente e velocemente. Sul web tutto accade in tempo reale, in un universo semantico originale, dove s'intrecciano linguaggi testuali, video, audio; dove chiunque può produrre contenuti informativi e fare notizia, dove i redattori online lavorano su flussi informativi e non più su cicli, in redazioni organizzate in modo diverso.

      Per comunicare con questo universo mediatico un ufficio stampa deve adattarsi ai nuovi attori della comunicazione online, (giornalisti ma anche blogger, web master, influencer, semplici utenti), misurarsi con i social network e governare attività come monitoraggio della Rete, SEO e reputation online, rivoluzionare le proprie modalità di lavoro, a cominciare dal comunicato e dalla conferenza stampa.
    • Prerequisiti: Nessuna
    • Propedeuticità: Nessuna

     

    1. UNITA' DIDATTICA: I nuovi spazi comunicativi; Networking, mobilitazione e partecipazione.

    2. UNITA' DIDATTICA: I tre attori principali della sfera pubblica mediatizzata: sistema politico, opinione pubblica e media e le dinamiche di reciproca influenza tra di essi.

    3. UNITA' DIDATTICA: Il web strumento per incentivare il dialogo e la partecipazione.

    4. UNITA' DIDATTICA: Scrivere social. La chiave è la conversazione.

     

    Libri di testo

    • S. Cianciotta, F. Alessandroni, La condanna della commissione Grandi Rischi. Responsabilità istituzionali e obblighi di comunicazione nella società del Rischio, Aracne, Roma 2013
    • D. Chieffi, On line Media Relations. Come fare Ufficio Stampa per il web, Il Sole 24 Ore, Milano 2012

    PROVE INTERMEDIE

    • Unità didattica 1-2: 19 Marzo, Test
    • Unità didattica 3-4: 3 Aprile, Test

     

     

  • Video di presentazione del corso

    Per visualizzare questo contenuto è necessario accettare i cookie inviati dalle Piattaforme di condivisione video.
    Clicca qui per abilitare tutti i cookie per questo sito web.

    • I nuovi spazi comunicativi; Networking, mobilitazione e partecipazione.

      Il nuovo Ufficio Stampa: dalle content curation al realtime web. Ascoltare la rete e disegnare la mappa. Monitoraggio. Il controllo del territorio digitale.

      • I tre attori principali della sfera pubblica mediatizzata: sistema politico, opinione pubblica e media e le dinamiche di reciproca influenza tra di essi.

        Le campagne elettorali in rete; L'esempio di Barack Obama; Dai blog ai social network.

        • Il web strumento per incentivare il dialogo e la partecipazione.

          L'Ufficio Stampa vs digital marketing. Gestire Internet in una organizzazione.

          • Scrivere social. La chiave è la conversazione.

            L'Ufficio Stampa vs digital marketing. Gestire Internet in una organizzazione.

            • Argomento 7

              • Argomento 8

                • Argomento 9

                  • Argomento 10