Indice degli argomenti

  • Etologia - Prof. Pia Lucidi - a.a. 2014/2015

     

    Lucidi Pia, nata a Teramo il 18/05/1962; laureata in Medicina Veterinaria presso l'Università degli Studi di Bologna con 110/110 e lode; abilitata all'esercizio della professione di Medico Veterinario, nella II sessione del 1991; professore di ruolo-fascia degli associati nel settore scientifico-disciplinare VET-02 dal 1/02/2005; docente del corso di Etologia nel CLS in Medicina Veterinaria e di Fisiologia del comportamento, Fisiologia animale ed Etologia nel CL in Tutela e benessere animale dell'Università degli studi di Teramo; membro del Dottorato in Fisiologia equina (sperimentale e applicata); coordinatrice del Master di I livello in "Scienze cognitive e benessere del cavallo"; docente del Master di I livello in Scienze Comportamentali e pet-therapy; docente nel Master di II livello in Alimentazione e dietetica clinica degli animali da compagnia; docente e coordinatore didattico scientifico nel Corso di Perfezionamento in "Biotecnologie della riproduzione", docente del Master di II livello in "Gastroenterologia ed endoscopia digestiva degli animali da affezione"; docente presso l'Università Popolare Medio-adriatica e nel Corso di Perfezionamento "Ispezione e gestione delle risorse ittiche";  co-autrice di "Ethotest 2002©", copyright del Dipartimento di Scienze Biomediche comparate, allestito per la selezione di cani coterapeuti da utilizzare in Animal Assisted Activities/ Therapy e adottato da Università straniere dove è diventato parte della formazione richiesta agli studenti dei Master in  AAAA/AAT (es: https://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=8Rzt-R_UevY)

    Membro delle seguenti società scientifiche:

    -Società Italiana delle Scienze Veterinarie (SISVet),

    -Società Italiana di Fisiologia Veterinaria (SOFIVET),

    -Società Italiana di Arte Equestre Classica (SIAEC),

    -Society for the Promotion of Applied Research in Canine Science (SPARCS),

    -Società Italiana Veterinaria Studio Animali Non Convenzionali (SIVSANC).

    Membro della Comitato di Etica Interistituzionale per la Sperimentazione Animale (CEISA) delle Università G. D'Annunzio (Chieti-Pescara), Teramo, L'Aquila e IZS dell'Abruzzo e del Molise "G. Caporale" di Teramo: http://www.unite.it/UniTE/Engine/RAServePG.php/P/95061UTE0310.

    Sostenitore di Dr. Hadwen Trust: UK's leading non-animal medical research charity.

    Sostenitore di Jane Goodall Institute Italia

     

    Storia dell’etologia: i tempi, le teorie, gli uomini e le donne.

    Concetti di motivazione e modelli; stimoli releaser, filogenesi e ontogenesi del comportamento. I feromoni e l’organo vomero nasale.

    Organizzazione del sistema neuroendocrino: il testosterone e l’aggressività, il cortisolo e l’attenzione. Lo stress: funzione di surrene, amigdala  e ippocampo.

    Apprendimento: non associativo, associativo, complesso.  Rinforzo, somministrazione del rinforzo, shaping, superstizione;

    Neuroetologia: imprinting filiale, imprinting sessuale, apprendimento guidato dall’istinto, apprendimento canoro, memoria spaziale, riconoscimento conspecifici; evoluzione delle asimmetrie cerebrali.

    La vita sociale: mente sociale, teoria della mente,  effetto audience, menzogna, inganno, imitazione, insegnamento, autoconsapevolezza, altruismo.

    Intelligenza: insight, detour, memoria di lavoro, cellule dell’aspettativa, problem-solving e uso degli strumenti,  linguaggio, coscienza.

    Comportamento naturale, necessità etologiche e fisiologiche dei principali animali domestici: carnivori, coniglio d’affezione, bovini, ovini, cavallo, volatili.

    Unità didattica 1. Storia dell’etologia. La mente animale

    Conoscenza e capacità di comprensione: evoluzione degli studi sulla mente e sul comportamento animale.

    Capacità di applicare conoscenza e comprensione: capacità di valutare criticamente le fonti d’informazione scientifica riguardo intelligenza, coscienza, sofferenza animale. 

    Autonomia di giudizio: capacità di giudizio autonomo rispetto a temi interdisciplinari sociali (antrozoologia, utilizzo degli animali a scopo terapeutico), scientifici (nuove possibilità di cura, alimentazione, gestione, benessere animale), etici (sperimentazione animale).  

    Unità didattica 2. Il comportamento degli animali domestici  

    Autonomia di giudizio: capacità di valutare autonomamente la gestione degli animali avendo competenze sulle necessità fisiologiche e psicologiche degli animali domestici.

    • Carenzi C, Panzera M. 2009Etologia appliata e benessere animale I e II. Le Point Veterinarie Italie, Milano. http://www.pointvet.it 
    • Heuschmann G. 2012. Il mio cavallo tiene il naso in avanti. Equitare, Rosia (SI).http://www.equitare.it
    • Vallortigara G- 2001. Altre menti. Lo studio comparato della cognizione animale. Il Mulino, Bologna. http://www.mulino.it

    Campan R, Scapini F. 2004. Etologia. Zanichelli Bologna. www.zanichelli.it

    1) Test in itinere a quiz: 12/12/2014

    2) Prova tra pari: 23/01/2015

     

  • Questo argomento