Indice degli argomenti

  • Diritto di famiglia (sede di Avezzano) - Prof. Roberta Montinaro - a.a. 2015/2016

    Ha conseguito la laurea in Giurisprudenza in data 15 novembre 1996 presso l'Università degli Studi di Roma "La Sapienza", discutendo una tesi in Istituzioni di Diritto Privato, dal titolo "La responsabilità della Pubblica Amministrazione per lesione degli interessi legittimi". La votazione di laurea è stata di 110/110 con lode.
    Cultrice della materia di "Istituzioni di Diritto Privato" presso la facoltà di Scienze politiche dell'Università degli Studi di Camerino, cattedra del prof. Giudo Biscontini, nell'anno accademico 2000/2001.
    Cultrice della materia di "Istituzioni di Diritto Privato" presso la facoltà di Scienze manageriali dell'Università degli Studi di Pescara "G.D'Annunzio", cattedra del prof. Francesco Gambino, a partire dal mese di febbraio 2003 sino al 2005.
    Cultrice della materia di "Diritto Civile" presso la facoltà di Giurisprudenza dell'Università degli Studi di Roma "La Sapienza", cattedra del prof. Natalino Irti, a partire dall'anno accademico 2002/2003 sino ad oggi.
    Cultrice della materia di "Nozioni giuridiche fondamentali" presso la facoltà di Giurisprudenza dell'Università degli Studi di Roma "Tor Vergata"del prof. Mauro Orlandi, a partire da ottobre 2005 sino al 2007.
    Cultrice della materia di "Diritto civile" e "Diritto agroalimentare" presso le facoltà di Giurisprudenza e di Scienze Politiche della Libera Università Internazionale degli Studi Sociali - LUISS di Roma, cattedra del prof. Michele Tamponi, a partire da ottobre 2008 sino ad oggi.
    Ha conseguito la idoneità quale consulente dell'Autorità Garante della Protezione dei dati personali, a seguito di valutazione comparativa per la stipulazione di un contratto di specializzazione con l'Autorità, ai sensi del bando pubblicato nella Gazzetta Ufficiale - 4° serie speciale - n. 2 dell'8 gennaio 2008.
    A partire dal mese di dicembre 1996 sino ad oggi, ha svolto corsi di esercitazione e gruppi di studio nell'ambito delle cattedre di Istituzioni di Diritto Privato e di Diritto Civile presso l'Università degli Studi di Roma "La Sapienza" (prof. Natalino Irti), prestando, altresì, assistenza agli studenti nella preparazione degli esami e nella redazione delle tesi di laurea.
    Dal marzo 2006 sino ad oggi, ha svolto corsi di esercitazione, assistenza agli esami ed alla preparazione delle tesi di laurea, nell'ambito delle cattedre di Istituzioni di diritto privato comprese nel Dipartimento di Scienze Privatistiche dell'Università di Teramo, facoltà di Giurisprudenza (prof. V. Di Gravio e R. Carleo).

    OBIETTIVI DEL CORSO, PREREQUISITI E PROPEDEUTICITA'

    • Obiettivi formativi generali:Il corso si propone di analizzare in modo approfondito gli istituti del diritto di famiglia (filiazione, matrimonio, regime personale e patrimoniale dei coniugi, ecc.), fornendo solida conoscenza delle problematiche connesse e competenza specialistica sul tema.
    • Prerequisiti: Non sono richiesti prerequisiti.
    • Propedeuticità: Diritto privato.

    INDICATORI DI DUBLINO PER UNITA' DIDATTICA

    1. UNITA' DIDATTICA: La famiglia non fondata sul matrimonio

    2. UNITA' DIDATTICA: AZIONI DI STATO. RICONOSCIMENTO DEI FIGLI NATI FUORI DAL MATRIMONIO.

    3. UNITA' DIDATTICA: IL MATRIMONIO: DISCIPLINA DELL'ATTO ED EFFETTI.

    4. UNITA' DIDATTICA: REGIME PATRIMONIALE DELLA FAMIGLIA.

    5. UNITA' DIDATTICA: La nuova disciplina della filiazione. Lo status di figlio. Doveri dei genitori nei confronti dei figli

    6. UNITA' DIDATTICA: DISCIPLINA DELLA CRISI DELLA FAMIGLIA: SEPARAZIONE E DIVORZIO.

    INDICATORI DI DUBLINO VALIDI PER CIASCUNA UNITA' DIDATTICA

    Conoscenza e capacità di comprensione: Lo studente deve essere in grado di comprendere le tematiche correlate agli argomenti trattati, relative al campo sociale, giuridico ed economico;

    Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Lo studente deve dimostrare che gli argomenti oggetto di lezione sono stati pienamente  compresi;

    Abilità comunicative: Lo studente deve dare prova di sufficiente capacita di esprimersi con un appropriato linguaggio tecnico – giuridico.

    LIBRI DI TESTO

    • T. Auletta, Diritto di famiglia, II ed., Giappichelli, 2014

    Programma d'esame

    A) Programma per gli studenti in corso: 

    - La famiglia legittima, la Costituzione e le altre fonti di produzione.

    - La famiglia di fatto.

    - Il matrimonio ed i rapporti personali tra coniugi.

    - I regimi patrimoniali della famiglia.

    - La crisi coniugale, con l'analisi degli istituti della separazione personale e del divorzio.

    - La filiazione: principi generali; filiazione nel matrimonio e al di fuori del matrimonio. Accertamento del rapporto di filiazione. Diritti ed obblighi dei figli verso i genitori.

    - Cenni al collegamento tra famiglia e successioni a causa di morte, con particolare riferimento al trust ed al negozio di destinazione allo scopo, nonché al patto di famiglia.

     A) Programma per gli studenti fuori corso:

    - Il matrimonio; 

    - I rapporti personali e patrimoniali tra coniugi; 

    - La separazione ed il divorzio; 

    - La riforma della filiazione: principi generali;

    - La filiazione nel matrimonio; 

    - L'accertamento della filiazione nel matrimonio;

    - La filiazione al di fuori del matrimonio; Riconoscimento ed accertamento della filiazione al di fuori del matrimonio.

    MATERIALE DI APPROFONDIMENTO

    M. Porcelli, Note preliminari allo studio sull'unificazione dello stato giuridico dei figli, Rivista: Il diritto di famiglia e delle persone, n. 2, parte II, 2013, pp. 654-697.

    PROVE INTERMEDIE

    • Unità didattica 1: Esame e commento critico di leading cases tratti dalla giurisprudenza recente;
    • Unità didattica 2: Dissertazione orale su un argomento concordato con il docente;
    • Unità didattica 3: Prova con test;
    • Unità didattica 4: Esame e commento critico di leading cases tratti dalla giurisprudenza recente;
    • Unità didattica 5: Dissertazione orale su un argomento concordato con il docente.