Indice degli argomenti

  • Diritto costituzionale italiano e comparato - Prof. Romano Orrù - a.a. 2015/2016

    Dal 2000, Professore ordinario (ssd IUS/21)

    Precedenti posizioni
    Prof. ass. (1998), Ric. (1994), Dott. di ric. (1991)
    Interessi
    Dir. Cost. comparato, italiano e dell’UE
    Diritto nell’Africa subsahariana
    Sviluppi cost.li dell’Am. Lat. e dei Paesi lusofoni
    Sistemi regionali
    Giust. Cost.
    Enti territoriali
    Diritti fondamentali
    democrazia diretta
    Ambiente

    Pubblicazioni recenti
    Il sistema regionale africano dei diritti: prolegomeni a una vicenda evolutiva nel segno della complessità multilivello, in L. Mezzetti, C. Pizzolo (cur.), Bologna, , 2013, 193 ss.
    «I Paesi dell’Africa Subsahariana» in P. Carrozza, A. Di Giovine, G.F. Ferrari (cur.), Diritto costituzionale comparato, 2ª ed., Roma-Bari, 2014.
    «La Crisis económica y las responsabilidades de los jueces constitucionales: reflexiones desde el caso portugués», in L. Mezzetti (cur.), Atti del Convegno di Tucuman, Napoli, 2014.

    Riconoscimenti per la ricerca
    Nel 2008, unico relatore straniero al Convegno dei 25 anni di attività del Tribunal Constitucional portoghese (evento organizzato dallo stesso TC)

    Principali attività didattiche
    Dal 1996, Dir. Cost. it. e comp., Sist. Giur. Comp., Dir. Pubbl. (UNITE).
    Dal 1997 (con interruz.), Dir. Pubbl. (Un. “L. Bocconi”, Milano)

    Esperienze in ambito internazionale nella didattica

    12/06 Ateneo UNISINOS di Porto Alegre (Bras.)

    6/08 PUC di San Paolo (Bras.) Principali recenti esperienze nella ricerca scientifica

    5/14 Relazione al Convegno mondiale dell’International Association of Constitutional Law, svoltosi presso l’Univ. di Oslo, Norvegia.

    9/13 Relazione all’XI Congreso Iberoamericano de Derecho Constitucional , Tucuman (Argentina).

    5/12 Relazione al Convegno mondiale dell’International Association of Comparative Law, Università nazionale di Taipei, Taiwan.

    4/12 Visiting Researcher, Harvard University (Boston, Mass. – USA).

    1/11 Partecipazione alla II «WCCJ» – Rio de Janeiro, Brasile

    1/09 Partecipazione alla I «World Conference on Constitutional Justice» – Cape Town, Sudafrica

    Affiliazioni
    Associazione italiana dei costituzionalisti
    Associazione di Diritto pubblico comparato ed europeo
    Instituto Ibero-americano de Derecho Constitucional

    OBIETTIVI DEL CORSO, PREREQUISITI E PROPEDEUTICITA'

    • Obiettivi formativi generali: Conoscenza delle linee evolutive del costituzionalismo e degli elementi essenziali dei principali ordinamenti costituzionali stranieri colti con una prospettiva d'analisi sincronica e diacronica
    • Prerequisiti: Conoscenza della Costituzione repubblicana e dei fondamenti del diritto pubblico italiano
    • Propedeuticità: Istituzioni di diritto pubblico

    INDICATORI DI DUBLINO PER UNITA' DIDATTICA

    UNITA' DIDATTICA 1: Dal Costituzionalismo degli antichi al costituzionalismo dei moderni

    Conoscenza e capacità di comprensione: Lo studente dovrà avere consapevolezza di origini e caratteri fondamentali dei sistemi politico-istituzionali moderni; della Costituzione “nel tempo” e del “constituere”

    Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Lo studente dovrà essere in grado di identificare i principali percorsi evolutivi del costituzionalismo

    Autonomia di giudizio: Lo studente dovrà acquisire adeguate capacità di valutazione nell’analisi di importanti documenti storico-costituzionali

    Abilità comunicative: Lo studente dovrà essere in grado di presentare proprie considerazioni critiche  sugli snodi critici del costituzionalismo in prospettiva diacronica. A tal fine, le capacità comunicative saranno stimolate attraverso forme dialogo durante le lezioni nonché mediante la lettura congiunta di testi e attività seminariali che vedano protagonisti anche gli studenti.

    Capacità di apprendimento: Lo studente dovrà dimostrare di aver appreso come valutare i fenomeni giuridico- costituzionali in prospettiva diacronica.

    UNITA' DIDATTICA 2: Ordinamenti costituzionali in prospettiva sincronica

    Conoscenza e capacità di comprensione: Lo studente dovrà essere in grado di cogliere gli elementi qualificanti le forme di governo e le forme di Stato contemporanee

    Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Lo studente dovrà sviluppare capacità di ricerca e di analisi di testi costituzionali contemporanei

    Autonomia di giudizio: Lo studente dovrà acquisire adeguate capacità di valutazione nell’analisi di dinamiche politico-istituzionali contemporanee

    Abilità comunicative: Lo studente dovrà essere in grado di presentare proprie considerazioni critiche  sugli snodi critici del costituzionalismo in prospettiva sincronica. A tal fine, le capacità comunicative saranno stimolate attraverso forme dialogo durante le lezioni nonché mediante la lettura congiunta di testi e attività seminariali che vedano protagonisti anche gli studenti.

    Capacità di apprendimento: Lo studente dovrà dimostrare di aver appreso come valutare i fenomeni giuridico- costituzionali in prospettiva sincronica.

    UNITA' DIDATTICA 3: Comparazione per tematiche e istituti

    Conoscenza e capacità di comprensione: Lo studente verrà introdotto all’analisi di particolari istituti e tematiche caratterizzanti gli ordinamenti costituzionali contemporanei

    Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Lo studente dovrà sviluppare capacità relative all’applicazione del metodo comparativo (specie macro) in ambito giuridico

    Autonomia di giudizio: Lo studente dovrà acquisire adeguate capacità di valutazione nell’analisi della circolazione di modelli e specifici istituti giuridico-costituzionali

    Abilità comunicative: Lo studente dovrà essere in grado di presentare proprie considerazioni critiche  sulla contaminazione reciproca dei modelli costituzionali. A tal fine, le capacità comunicative saranno stimolate attraverso forme dialogo durante le lezioni nonché mediante la lettura congiunta di testi e attività seminariali che vedano protagonisti anche gli studenti.

    Capacità di apprendimento: Lo studente dovrà dimostrare di aver appreso come valutare i fenomeni giuridico- costituzionali applicando il metodo comparativo in prospettiva sia sincronica che diacronica.

    LIBRI DI TESTO

    • Paolo CARROZZA, Alfonso DI GIOVINE, Giuseppe F. FERRARI (a cura di), Diritto costituzionale comparato, Laterza, Bari, 2ª edizione, 2014

    Limitatamente alle parti di seguito specificate:

    TOMO I
    Il Regno Unito di Alessandro TORRE; Le principali «derivazioni» dirette del sistema inglese di Tommaso Edoardo FROSINI; Gli Stati Uniti d'America di Mario COMBA; La Francia di Enrico GROSSO; La Germania e l'Austria di Giampaolo PARODI; La Spagna di Miryam IACOMETTI; Il Portogallo di Romano ORRÙ; La Svizzera di Elena A. FERIOLI; Il Belgio di Elena A. Ferioli; Israele di Alfonso DI GIOVINE e Fabio LONGO; L'India di Domenico Amirante; Il Sudafrica di Romano ORRÙ.
    TOMO II
    Preistoria, origini e vicende del costituzionalismo di Paolo RIDOLA; «Civil law» e «common law»: aspetti pubblicistici di Giuseppe F. FERRARI; Le forme di Stato di Ginevra CERRINA FERONI; Le forme di governo di Alfonso DI GIOVINE; Sistemi elettorali e sistemi di partito di Tommaso Edoardo FROSINI; I rapporti centro-periferia: federalismi, regionalismi e autonomie di Paolo CARROZZA; La giustizia costituzionale di Arianna VEDASCHI.

    • G.G. FLORIDIALa Costituzione dei moderni, Giappichelli, Torino, 1991
       www.dpce.it

    • G.G. FLORIDIA, R. ORRÙ, L.G. SCIANNELLA, A. CIAMMARICONI (a cura di), Lex facit regem. Rex facit legem, La Nuova Editrice, Teramo, 2005
      La diretta conoscenza dei sotto elencati documenti è ritenuta essenziale, e in sede di colloquio d'esame lo studente potrà essere sollecitato a commentarli sul testo a sua disposizione:
      - SEZIONE I: Carta delle libertà (1100); Costituzioni di Clarendon (1164); Magna Carta (1215); Previsioni di Oxford (1258); Conferma delle Carte (1297); Atto di supremazia (1534); Bonham's case (1610); Petizione dei diritti (1628); Strumento di governo del Commonwealth (1653); Atto sull'Habeas Corpus (1679); Bill dei diritti (1689); Act of Settlement (1701).
      - SEZIONE II: Patto del Mayflower (1620); Dichiarazione dei diritti della Virginia (1776); Dichiarazione di indipendenza (1776); Articoli di Confederazione (1777); Costituzione degli Stati Uniti d'America (1787); Corte Suprema degli Stati Uniti, Marbury v. Madison (1803).
      - SEZIONE III: Dichiarazione sulla costituzione dell'Assemblea (1789); Dichiarazione dei diritti dell'uomo e del cittadino (1789); Costituzione francese (1791); Costituzione dell'anno I (1793); Costituzione dell'anno III (1795).
      - SEZIONE VI: Statuto del Regno di Sardegna (1848).
      - SEZIONE VIII: Parliament Act (1911); Costituzione di Weimar (1919).
      I testi sopra indicati (in parte riportati nell'Appendice del volume di G.G. FLORIDIA, La Costituzione dei moderni) possono essere reperiti anche on line su siti specializzati (si consiglia in particolare l'"Archivio delle Costituzioni storiche", consultabile all'indirizzo http://www.dircost.unito.it/cs/cs_index.shtml)

    MATERIALE DI APPROFONDIMENTO

    Non è al momento disponibile materiale di approfondimento

    PROVE INTERMEDIE

    • Unità didattica 1: Quarta settimana di lezioni - 18 test con 4 opzioni di risposta e 2 domande a risposta aperta
    • Unità didattica 2: Settima settimana di lezioni - 18 test con 4 opzioni di risposta e 2 domande a risposta aperta
    • Unità didattica 3: Oltre la decima settimana di lezioni - Prova orale finale


    Modalità di valutazione degli studenti

    La valutazione finale dello studente avverrà applicando la media ponderata tra la valutazione delle singole prove intermedie e quella del colloquio finale

  • La Costituzione dei moderni


    Il testo del volume "La Costituzione dei moderni" è momentaneamente scaricabile al seguente indirizzo

    https://www.dropbox.com/s/66hc1m6c1uthvdy/Floridia_La%20Costituzione%20dei%20moderni.pdf?dl=0



  • Documenti inglesi 1628 e 1689

  • Questo argomento