Indice degli argomenti

  • Storia del linguaggio politico - Prof. Gabriele Carletti - a.a. 2015/2016

    Professore Ordinario di Storia delle dottrine politiche (SPS/02), insegna Storia del pensiero politico e Storia del linguaggio politico presso la Facoltà di Scienze Politiche. È stato Coordinatore del Dottorato di ricerca in "Pensiero politico e comunicazione nella storia". Attualmente è Presidente del Corso di Studio Magistrale in Scienze Politiche Internazionali e delle Amministrazioni. È membro del Comitato Scientifico della rivista «Il Pensiero Politico» ed è socio ordinario dellʼAssociazione Italiana degli Storici delle Dottrine Politiche. In passato, si è occupato del pensiero politico italiano dellʼOttocento, con particolare riferimento al cattolicesimo politico prima e dopo il 1848, al liberalismo e allʼantisocialismo. In seguito, ha spostato la sua attenzione sulla cultura politica tra la seconda metà del XVIII secolo e l'inizio del XIX, soffermandosi principalmente sulla figura e lʼopera di Melchiorre Delfico. A una fase successiva appartengono i suoi interessi di studio per il pensiero politico medievale, in particolare per quello di Dante della cui riflessione politico-filosofica ha ripercorso le fasi salienti. Connessa alla lettura storico-politica del XVIII secolo è, infine, la fase dedicata da un lato al dibattito sulle origini della democrazia in Italia alla fine del Settecento; dallʼaltro, alla opposizione e condanna da parte della Chiesa e di esponenti del mondo cattolico, soprattutto di Francesco Soave, nei confronti della Rivoluzione francese.  

    INFO SUL CORSO


    OBIETTIVI GENERALI DEL CORSO

    • Conoscenza e capacità di comprensione: Lo studente dovrà acquisire conoscenze e capacità di comprensione delle teorie e delle idee politiche, nel loro contesto e nel loro concreto divenire, e di come esse siano state e siano comunicate: attraverso quali forme, quali generi letterari e quali linguaggi.
    • Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Lo studente dovrà essere in grado di cogliere in un contesto interdisciplinare la specificità della politica e di applicare conoscenze teoriche e metodologiche acquisite nella conduzione di indagini e analisi politiche.
    • Autonomia di giudizio: Al termine del corso lo studente dovrà essere in grado, attraverso le competenze acquisite, di affrontare e sostenere temi di carattere politico, culturale ed etico e di esprimere una propria autonoma valutazione.
    • Abilità comunicative: Lo studente dovrà acquisire una sicura proprietà di linguaggio e riuscire ad esprimere e comunicare le proprie conoscenze, idee e proposte di carattere politico in maniera efficace e adeguata al livello dei propri interlocutori.
    • Capacità di apprendimento: Lo studio della politica nella molteplicità dei suoi aspetti, segnata e contraddistinta dalla crescita delle interferenze dei fenomeni politici con i fenomeni economici, sociali e culturali, favorirà una buona capacità di apprendimento del linguaggio e dei concetti politici che consentiranno allo studente di condurre analisi più approfondite della categoria del “politico”.


    PREREQUISITI E PROPEDEUTICITA'
    • Prerequisiti: Si richiede una conoscenza di base della storia moderna e contemporanea.
    • Propedeuticità: Non sono previste propedeuticità.

    INDICATORI DI DUBLINO


    UNITA' DIDATTICA 1: Il cammino della democrazia moderna tra consenso e opposizione.

    • Conoscenza e capacità di comprensione: Lo studente dovrà acquisire conoscenze e capacità di comprensione delle teorie e delle idee politiche, nel loro contesto e nel loro concreto divenire, e di come esse siano state e siano comunicate: attraverso quali forme, quali generi letterari e quali linguaggi.
    • Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Lo studente dovrà essere in grado di cogliere in un contesto interdisciplinare la specificità della politica e di applicare conoscenze teoriche e metodologiche acquisite nella conduzione di indagini e analisi politiche.
    • Autonomia di giudizio: Al termine del corso lo studente dovrà essere in grado, attraverso le competenze acquisite, di affrontare e sostenere temi di carattere politico, culturale ed etico e di esprimere una propria autonoma valutazione.
    • Abilità comunicative: Lo studente dovrà acquisire una sicura proprietà di linguaggio e riuscire ad esprimere e comunicare le proprie conoscenze, idee e proposte di carattere politico in maniera efficace e adeguata al livello dei propri interlocutori.
    • Capacità di apprendimento: Lo studio della politica nella molteplicità dei suoi aspetti, segnata e contraddistinta dalla crescita delle interferenze dei fenomeni politici con i fenomeni economici, sociali e culturali, favorirà una buona capacità di apprendimento del linguaggio e dei concetti politici che consentiranno allo studente di condurre analisi più approfondite della categoria del “politico”.


    UNITA' DIDATTICA 2: Teorie politiche della pace tra il XVIII e il XX secolo.
    • Conoscenza e capacità di comprensione: Lo studente dovrà acquisire conoscenze e capacità di comprensione delle teorie e delle idee politiche, nel loro contesto e nel loro concreto divenire, e di come esse siano state e siano comunicate: attraverso quali forme, quali generi letterari e quali linguaggi.
    • Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Lo studente dovrà essere in grado di cogliere in un contesto interdisciplinare la specificità della politica e di applicare conoscenze teoriche e metodologiche acquisite nella conduzione di indagini e analisi politiche.
    • Autonomia di giudizio: Al termine del corso lo studente dovrà essere in grado, attraverso le competenze acquisite, di affrontare e sostenere temi di carattere politico, culturale ed etico e di esprimere una propria autonoma valutazione.
    • Abilità comunicative: Lo studente dovrà acquisire una sicura proprietà di linguaggio e riuscire ad esprimere e comunicare le proprie conoscenze, idee e proposte di carattere politico in maniera efficace e adeguata al livello dei propri interlocutori.
    • Capacità di apprendimento: Lo studio della politica nella molteplicità dei suoi aspetti, segnata e contraddistinta dalla crescita delle interferenze dei fenomeni politici con i fenomeni economici, sociali e culturali, favorirà una buona capacità di apprendimento del linguaggio e dei concetti politici che consentiranno allo studente di condurre analisi più approfondite della categoria del “politico”.


    LIBRI DI TESTO


    Storia delle democrazia in Europa. Dal XVIII al XX secolo

    • Autore: MASTELLONE S.
    • Edizione: UTET Università, 2006, Torino


    Il problema della guerra e le vie della pace
    • Autore: BOBBIO N.
    • Edizione: Il Mulino, 2009, Bologna


    MATERIALE DI APPROFONDIMENTO


    Alle origini della democrazia di massa. I filosofi e i giuristi

    • Autore: DE GIOVANNI B.


    Democrazia
    • Autore: PETRUCCIANI S.


    Norberto Bobbio: un defensor pacis del Novecento, in Carletti G. (a cura di), Storia e critica della politica. Studi in memoria di Luciano Russi
    • Autore: THERMES D.
    • Pagine di riferimento: pp. 497-507.


    PROVE INTERMEDIE


    PROVA INTERMEDIA 1

    • Unità didattica di riferimento: 1
    • Data: 20/10/2015 alle 15:30
    • Tipologia di prova: La prova è composta di domande a risposta aperta e chiusa.


    MODALITA' DI VALUTAZIONE Si prevede una prova di autovalutazione in aula che permette di orientare la preparazione per sostenere la prova intermedia. I dettagli circa le prove sono forniti direttamente durante le lezioni. La valutazione finale degli studenti sarà il risultato della prova intermedia e del colloquio finale. Per gli studenti che non sostengono la prova intermedia, la valutazione si baserà sull'esame orale.

  • Unità didattica 1: Il cammino della democrazia moderna tra consenso e opposizione

    In questa unità didattica verranno affrontati i seguenti argomenti, dei quali trovate il relativo materiale di seguito:

    1. L'idea di democrazia nella storia.
    2. La concezione democratica di Montesquieu
    3. L'ideologia democratica di Rousseau.
    4. Il dibattito sulla democrazia nel triennio repubblicano.
    5. La libertà democratica in Tocqueville.
    6. I pensieri sulla democrazia di Mazzini.
    7. Associazionismo e democrazia.
    8. Polemiche antiparlamentari da destra.
    9. Opposizione da sinistra alla democrazia borghese.
  • Unità didattica 2: Teorie politiche della pace tra il XVIII e il XX secolo

    In questa unità didattica verranno affrontati i seguenti argomenti, dei quali trovate il relativo materiale di seguito:

    1. La fiducia nella democrazia parlamentare.
    2. La rinascita della democrazia in Europa.
    3. Il futuro della democrazia: Bobbio.
    4. Il concetto di pace nella storia.
    5. Il problema della guerra e le vie della pace.
    6. L'idea e il valore della pace.
  • Argomento 3

    • Argomento 4

      • Argomento 5

        • Argomento 6

          • Argomento 7

            • Argomento 8

              • Argomento 9

                • Argomento 10