Indice degli argomenti

  • Economia e finanza internazionale - Prof. Giovanni Piersanti - a.a. 2015/2016

    Attività accademica: Professore ordinario di Economia Politica presso la Facoltà di Scienze Politiche dell'Università degli Studi di Teramo. E' stato Visiting Professor presso il CeFiMS, SOAS, Università di Londra (2001, 2002, 2003 2004, e 2007). Ha ottenuto ISE Best Finance Paper Award alla 6° International Conference In Economics, tenutasi ad Ankara nel settembre del 2002 presso l'Economic Research Center della Middle East Technical University, con il lavoro "Fiscal Deficit e Currency Crises" (coautore G. Marini)

    Attività didattica: Ha tenuto corsi di Teoria e Politica dello Sviluppo Economico, di Econometria, di Economia Internazionale, di Macroeconomia, di Microeconomia e di Economia e Finanza Internazionale presso le Facoltà di Scienze Politiche dell' Università degli Studi di Chieti e di Teramo e di Economia Matematica ed Economia Monetaria Internazionale presso la Facoltà di Economia dell'Università degli Studi di Roma " Tor Vergata".

    Attività di ricerca: Ha tenuto numerosi seminari presso università e istituti di ricerca italiani e stranieri e ha presentato numerosi lavori a conferenze internazionali. Ha collaborato a progetti di ricerca finanziati dal CNR e dal MURST. Ha pubblicato su riviste nazionali e internazionali.

    Principali aree di ricerca: Teoria economica e politiche di stabilizzazione; Economia monetaria;Teoria della crescita; Modelli macroeconomici di ottimizzazione intertemporale; Modelli macroeconometrici con aspettative razionali; Crisi valutarie e finanziarie.

    Refereeing:  Ha svolto attività di referee per numerose riviste, tra cui : Research in Economics; The Manchester School; Journal of International Money and Finance; International Review of Economics & Finance; Journal of Macroeconomics, Journal of Economics, Economica, Empirical Economics, International Economics.

    OBIETTIVI DEL CORSO, PREREQUISITI E PROPEDEUTICITA'

    • Obiettivi formativi generali: Lo studente dovrà conoscere il modo di operare dei mercati finanziari internazionali e i fattori principalmente responsabili della loro instabilità. Particolare attenzione sarà dedicata ai più recenti modelli teorici che si propongono di spiegare la dinamica e la sostenibilità dei vari regimi di cambio e le condizioni che favoriscono l’innesco e la propagazione dei fenomeni di turbolenza e di panico tra i diversi mercati e tra differenti paesi, spesso preludio di una crisi finanziaria a livello globale.

      Lo studente dovrà acquisire le cognizioni teoriche e le tecniche necessarie ad interpretare il funzionamento dei mercati internazionali dei capitali e a riconoscere i potenziali fattori di rischio e di instabilità insite nel loro concreto modo di operare.
      Lo studente dovrà mostrare la capacità di sapere applicare le metodologie e la strumentazione quantitativa acquisita durante il corso al campo della finanza internazionale, così da poter continuare a studiare ed analizzare in modo autonomo temi e problematiche attinenti il funzionamento dei mercati internazionali dei capitali.
      Allo studente del corso verranno forniti gli strumenti specialistici necessari ad interpretare e valutare documenti e materiali che esprimano problematiche proprie della finanza internazionale, nonché ad analizzare e gestire situazioni reali e sperimentare soluzioni nuove con l’ausilio di simulazioni numeriche su possibili scenari alternativi suggeriti dallo stesso studente, dal docente o da
      avvenimenti reali.

    • Prerequisiti: Analisi Matematica, Macroeconomia, Probabilità e Statistica
    • Propedeuticità: nessuna.

    UNITA' DIDATTICA 1: Approccio Monetario alla Determinazione del Tasso di Cambio

    Conoscenza e capacità di comprensione: Lo studente dovrà acquisire le cognizioni teoriche e le tecniche necessarie ad interpretare il funzionamento dei mercati valutari e a riconoscere i potenziali fattori di rischio insiti nell’operare su tali mercati.

    Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Lo studente dovrà mostrare la capacità di sapere applicare le metodologie e la strumentazione quantitativa acquisita in questa unità didattica, così da poter studiare ed analizzare in modo autonomo temi e problematiche attinenti al funzionamento dei mercati Forex.

    Autonomia di giudizio: In questa unità didattica verranno forniti gli strumenti specialistici necessari ad interpretare e valutare i movimenti dei tassi di cambio sia in tempo reale sia su differenti orizzonti temporali (giornalieri, settimanali, mensili etc).

    Abilità comunicative: Lo studente dovrà essere in grado di saper comunicare in modo chiaro e specifico le conoscenze e le competenze acquisite in questa unità didattica.

    Capacità di apprendimento: Lo studente dovrà mostrare la capacità di sapere applicare le metodologie e la strumentazione quantitativa acquisita durante questa unità didattica.

    UNITA' DIDATTICA 2: Modelli di Crisi del Tasso di Cambio di Prima Generazione

    Conoscenza e capacità di comprensione: Lo studente dovrà acquisire le cognizioni teoriche che spiegano gli attacchi speculativi basati sui fondamentali economici e a riconoscere i potenziali fattori di rischio.

    Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Lo studente dovrà mostrare la capacità di sapere applicare le metodologie e la strumentazione quantitativa acquisita in questa unità didattica, così da poter studiare ed analizzare in modo autonomo temi e problematiche attinenti al ai modelli di prima generazione per spiegare le crisi valutarie.

    Autonomia di giudizio: In questa unità didattica verranno forniti gli strumenti specialistici necessari ad interpretare e valutare le tensioni sul mercato dei cambi.

    Abilità comunicative: Lo studente dovrà essere in grado di saper comunicare in modo chiaro e specifico le conoscenze e le competenze acquisite in questa unità didattica.

    Capacità di apprendimento: Lo studente dovrà mostrare la capacità di sapere applicare le metodologie e la strumentazione quantitativa acquisita durante questa unità didattica.

    UNITA' DIDATTICA 3: Modelli di Crisi del Tasso di Cambio di Seconda Generazione

    Conoscenza e capacità di comprensione: Lo studente dovrà acquisire le cognizioni teoriche che spiegano gli attacchi speculativi basati su aspettative autorealizzanti e a riconoscere i potenziali fattori di rischio.

    Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Lo studente dovrà mostrare la capacità di sapere applicare le metodologie e la strumentazione quantitativa acquisita in questa unità didattica, così da poter studiare ed analizzare in modo autonomo temi e problematiche attinenti al ai modelli di seconda generazione per spiegare le crisi valutarie.

    Autonomia di giudizio: In questa unità didattica verranno forniti gli strumenti specialistici necessari ad interpretare e valutare le tensioni sul mercato dei cambi non spiegabili in termini di fondamentali economici.

    Abilità comunicative: Lo studente dovrà essere in grado di saper comunicare in modo chiaro e specifico le conoscenze e le competenze acquisite in questa unità didattica.

    Capacità di apprendimento: Lo studente dovrà mostrare la capacità di sapere applicare le metodologie e la strumentazione quantitativa acquisita durante questa unità didattica. Lo studente dovrà acquisire le cognizioni teoriche che spiegano gli attacchi speculativi basati sui fondamentali economici e a riconoscere i potenziali fattori di rischio.

    UNITA' DIDATTICA 4: Modelli di Contagio e di Crisi Valutaria e Finanziaria

    Conoscenza e capacità di comprensione: Lo studente dovrà acquisire le cognizioni teoriche che spiegano come fenomeni di contagio anche di natura finanziaria possano avvenire e a riconoscere i potenziali fattori di rischio.

    Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Lo studente dovrà mostrare la capacità di sapere applicare le metodologie e la strumentazione quantitativa acquisita in questa unità didattica, così da poter studiare ed analizzare in modo autonomo temi e problematiche attinenti al ai modelli di contagio e di crisi finanziaria.

    Autonomia di giudizio: In questa unità didattica verranno forniti gli strumenti specialistici necessari ad interpretare e valutare il contagio da un’area all’altra e l’interazione tra crisi valutarie e finanziarie.

    Abilità comunicative: Lo studente dovrà essere in grado di saper comunicare in modo chiaro e specifico le conoscenze e le competenze acquisite in questa unità didattica.

    Capacità di apprendimento: Lo studente dovrà mostrare la capacità di sapere applicare le metodologie e la strumentazione quantitativa acquisita durante questa unità didattica. Lo studente dovrà acquisire le cognizioni teoriche che spiegano gli attacchi speculativi basati sui fondamentali economici e a riconoscere i potenziali fattori di rischio.

    LIBRI DI TESTO

    • Giovanni Piersanti, The Macroeconomic Theory of Exchange Rate Crises, Oxford University Press Oxford, United Kingdom, 2012.

    Non sono al momento disponibili materiali di approfondimento per questo corso.