Indice degli argomenti

  • Modelli di governance e controllo - Prof. Manuel De Nicola - a.a. 2015/2016

    Professore associato di Economia Aziendale (SECS-P/07) presso la Facoltà di Scienze della comunicazione dell'Università degli Studi di Teramo.

    Delegato del Rettore al Patto con lo studente.

    Membro del Collegio dei docenti del Dottorato di ricerca in Accounting, Management and Finance (XXIX ciclo) Università degli Studi "G.d'Annunzio" Chieti-Pescara - Università degli Studi di Teramo.

    Membro del Collegio dei Docenti del Dottorato in Culture, linguaggi e politica della comunicazione (XXVII ciclo), Università degli Studi di Teramo.

    Socio della Sezione Giovani dell'Accademia Italiana di Economia Aziendale (A.I.D.E.A.)

    Socio della Società Italiana dei Docenti di Ragioneria e di Economia Aziendale (S.I.D.R.E.A)

    Socio corrispondente della Società Italiana di Storia della Ragioneria (S.I.S.R.)

     

    OBIETTIVI DEL CORSO, PREREQUISITI E PROPEDEUTICITA'

    • Obiettivi formativi generali: Il corso prepara a una comprensione solida, critica e pragmatica dei modelli di governance e controllo attraverso la lettura della normativa di riferimento e l’analisi degli strumenti operativi più diffusi. Gli indicatori di apprendimento fanno riferimento ai seguenti raggruppamenti.
    • Conoscenza e capacità di comprensione. Lo studente deve possedere le conoscenze tecniche necessarie a individuare le caratteristiche progettuali e gestionali degli assetti di governo e di controllo delle imprese nelle loro differenziazioni secondo la normativa, il settore di riferimento e la dimensione aziendale
    • Capacità di applicare conoscenza e comprensione. Lo studente deve essere in grado di utilizzare modelli, schemi e metodiche di analisi per interpretare gli obiettivi aziendali, le variabili di mercato ed i singoli fenomeni aziendali in modo da saperne decifrare in chiave critica l’impatto che ognuno di essi genera sul modello di governo e controllo adottato e in particolare sulle relazioni con gli stakeholders.
    • Autonomia di giudizio. Lo studente dovrà deve essere in grado di orientarsi nell’analisi delle dinamiche sulla governance alla luce di principi e prassi nazionali e internazionali in modo da sapere individuare dei parametri di riferimento per esprimere un giudizio circa il grado efficacia di modelli e strumenti di accountability.
    • Abilità comunicative. Gli studenti dovranno possedere una specifica capacità di comunicare efficacemente i concetti appresi e i risultati della loro applicazione, dimostrando adeguata proprietà di linguaggio da commisurarsi con la conoscenza della semantica che si utilizza nella governance e nel controllo aziendale.
    • Capacità di apprendimento. Lo studente dovrà acquisire la capacità di ragionamento, di comprensione e di estrazione di schemi e strumenti per l’analisi e la valutazione dei modelli di governance e di controllo aziendale.
    • Prerequisiti: XXX
    • Propedeuticità: Non sono previste propedeuticità.

    RICEVIMENTO

    Il docente è disponibile:

    Martedì dalle ore 16,30 alle 18,30 (compatibilmente con l'eventuale conclusione di seminari avviati durante la lezione che precede il ricevimento).

    Mercoledì dalle ore 12,30 alle 13,30

    Si consiglia di contattare preventivamente il docente con qualche giorno di anticipo. Contatti: email: mdenicola@unite.it;  telefono: 0861-266049; skype: denicola.unite (le videochiamate dovranno essere organizzare previamente con il docente e potranno tenersi durante lo stesso orario di ricevimento ovvero in altre giornate da concordare).

    Il corso si articola il 3 unità didattiche; il contenuto e il materiale di riferimento per le attività in aula e lo studio individuale sono disponibili nelle specifiche sezioni delle unità.

    Al termine di ogni unità didattica si prevede una prova intermedia. 

    Libri di testo

    • Alessandro Zattoni, Assetti proprietari e Corporate Governance, Egea, Milano, 2006

    • Carolyn A. Dittmeier – “Internal Auditing – Chiave per la Corporate Governance”, Egea, Milano, 2011.

    • Daniela M. Salvioni, Corporate governance, controllo e trasparenza, FrancoAngeli, Milano, 2013.

    In aula saranno indicati i riferimenti dei testi corrispondenti agli argomenti del planning didattico.

    MATERIALE DI APPROFONDIMENTO

    Il materiale di approfondimento è indicato in ogni specifica unit.

    PROVE INTERMEDIE

    Sono previste verifiche di profitto in itinere negli orari di lezione. Le prove comprendono sia test in piattaforma che project work di gruppo e presentazioni individuali. Durante il corso sarà possibile concordare le specifiche modalità di svolgimento delle prove.