Indice degli argomenti

  • Semiotica - Prof. Stefano Traini - a.a. 2015/2016

    Stefano Traini è Preside della Facoltà di Scienze della comunicazione dell’Università degli Studi di Teramo, dove insegna Semiotica. Nel 1995 ha conseguito il dottorato di ricerca in Semiotica presso l’Università di Bologna sotto la direzione del Prof. Umberto Eco. Ha partecipato a ricerche per Fiat, Fondazione Sigma-tau, Mediaset e Rai. Recentemente ha svolto attività di ricerca e ha tenuto seminari presso Hastings College (Nebraska, USA, 2011), presso Université de Toulouse Le Mirail (2011), presso University of Zadar (2012), presso Kent State University (Ohio, USA, 2013). Libri pubblicati: La connotazione (Bompiani, 2001); Le due vie della semiotica. Teorie strutturali e interpretative (Bompiani, 2006); Semiotica della comunicazione pubblicitaria. Discorsi, marche, pratiche, consumi (Bompiani, 2008); Le basi della semiotica (Bompiani, 2013).

    OBIETTIVI DEL CORSO, PREREQUISITI E PROPEDEUTICITA'

    • Obiettivi formativi generali: Lo studente acquisirà una metodologia per analizzare i testi, comprendere le strutture e le forme dei linguaggi. Inoltre comprenderà, con analisi concrete che verranno effettuate in aula, la dimensione strategica di qualsiasi tipo di comunicazione.
    • Prerequisiti:  
    • Propedeuticità:

    INDICATORI DI DUBLINO PER UNITA' DIDATTICA

    1. UNITA' DIDATTICA: La linguistica strutturale: Ferdinand de Saussure

    Conoscenza e capacità di comprensione: Acquisizione delle conoscenze relative ai fondamenti della linguistica strutturale;

    Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Acquisizione di capacità analitiche utili per descrivere i linguaggi;

    Autonomia di giudizio: Lo studente comincia a saper valutare forme e strutture dei linguaggi;

    Abilità comunicative: Cominciano a essere sviluppate attraverso discussioni di gruppo;

    Capacità di apprendimento: Vengono sviluppate e monitorate attraverso la prova intermedia.

    2. UNITA' DIDATTICA: La linguistica strutturale: Louis Hjelmslev

    Conoscenza e capacità di comprensione: Acquisizione delle conoscenze relative ai fondamenti della linguistica strutturale;


    Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Acquisizione di capacità analitiche utili per descrivere i linguaggi;

    Autonomia di giudizio: Lo studente comincia a saper valutare forme e strutture dei linguaggi;

    Abilità comunicative: Continuano a essere sviluppate attraverso discussioni di gruppo;

    Capacità di apprendimento: Vengono sviluppate e monitorate attraverso la prova intermedia.


    3. UNITA' DIDATTICA: La semiotica generativa di A. J. Greimas

    Conoscenza e capacità di comprensione: Acquisizione di tecniche di analisi valide per tutti i tipi di testo;

    Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Acquisizione di capacità analitiche utili per descrivere tutti i tipi di testo;

    Autonomia di giudizio: Lo studente  deve saper valutare forme e strutture dei testi;

    Abilità comunicative: Continuano a essere sviluppate attraverso discussioni e lavori di gruppo;

    Capacità di apprendimento: Vengono sviluppate e monitorate attraverso la prova intermedia e projects works.

    4. UNITA' DIDATTICA: La semiologia come critica sociale: Roland Barthes

    Conoscenza e capacità di comprensione: Acquisizione delle conoscenze relative a sistemi comunicativi non propriamente linguistici;

    Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Acquisizione di capacità analitiche utili per descrivere tutti i tipi di linguaggi;

    Autonomia di giudizio: Lo studente comincia a saper valutare forme e strutture di tutti i tipi di linguaggi;

    Abilità comunicative: Continuano a essere sviluppate atraverso discussioni di gruppo;

    Capacità di apprendimento: Vengono sviluppate e monitorate attraverso la prova intermedia.

    5. UNITA' DIDATTICA: La semiotica interpretativa di Umberto Eco

    Conoscenza e capacità di comprensione: Acquisizione di concetti filosofici alla base dello studio dei linguaggi e della comunicazione;

    Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Acquisizione di capacità analitiche utili per descrivere i processi interpretativi nella comunicazione;

    Autonomia di giudizio: Lo studente impara a valutare le implicazioni filosofiche che caratterizzano la comunicazione;

    Abilità comunicative: Continuano a essere sviluppate attraverso discussioni e lavori di gruppo;

    Capacità di apprendimento: Vengono sviluppate e monitorate attraverso la prova intermedia.

    6. UNITA' DIDATTICA: Jurij M. Lotman e la semiotica della cultura

    Conoscenza e capacità di comprensione: Acquisizione di concetti e categorie utili per lo studio delle culture;

    Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Acquisizione di capacità analitiche utili per descrivere le culture;

    Autonomia di giudizio: Lo studente comincia a saper valutare le culture e la loro specificità;

    Abilità comunicative: Continuano a essere sviluppate atraverso discussioni e lavori di gruppo;

    Capacità di apprendimento: Vengono sviluppate attraverso discussioni e confronti in aula.

    Libri di testo

    •  Stefano Traini, Le basi della semiotica, Bompiani, Milano, 2013.

    MATERIALE DI APPROFONDIMENTO

    Al momento non sono disponibili materiali di approfondimento per questo corso.

    PROVE INTERMEDIE

  • Video di presentazione del corso

    Per visualizzare questo contenuto è necessario accettare i cookie inviati dalle Piattaforme di condivisione video.
    Clicca qui per abilitare tutti i cookie per questo sito web.

    • Atsc

      Agli iscritti che intendono approfondire le tematiche relative all'intermediazione commerciale consiglio la lettura dei capitoli 4 e 5 del testo Il nuovo libro della comunicazione, di Ugo Volli (Il Saggiatore, 2007). Il libro è dedicato ai fondamenti della comunicazione e nei due capitoli indicati si affrontano tematiche che possono essere utili per chi deve comunicare quotidianamente con gli altri: si parla di atti linguistici, regole conversazionali, assiomi della comunicazione, processi mentali, comunicazione non verbale, oralità e scrittura, comunicazione multiculturale, ecc. ecc. I due capitoli potranno costituire materia di discussione nella prova finale.

      • Unità 1. La linguistica strutturale: Ferdinand de Saussure

        22 settembre: Introduzione al corso        

        23 settembre: Saussure: langue e parole, sincronia e diacronia

        29 settembre: Saussure: linguistica sincronica, identità e valore

        30 settembre: Saussure: arbitrarietà orizzontale; definizione di semiologia

        ----------------------------------------------------------------------

        Materiali di studio: S. Traini, Le basi della semiotica, Bompiani (Cap. 1. Ferdinand De Saussure: dalla linguistica alla semiologia)

      • Unità 2. La linguistica strutturale: Louis Hjelmslev

        1 ottobre: Hjelmslev: espressione e contenuto, materia/forma/sostanza

        6 ottobre: Hjelmslev: gli assi: sistema e processo

        7 ottobre: Hjelmslev: la prova di commutazione, la tipologia dei linguaggi, la connotazione

        8 ottobre: esercitazione e ripasso

        13 ottobre:  Prova intermedia (Unità 1 e 2)

        ----------------------------------------------------------------------

        Materiali di studio: S. Traini, Le basi della semiotica, Bompiani (Cap. 2. Louis Hjelmslev: i fondamenti della teoria del linguaggio)

      • Unità 3. La semiotica generativa di Algirdas Julien Greimas

        14 ottobre: La semantica strutturale  

        15 ottobre: Progetto semiotico – Strutture profonde del Percorso Generativo

        27 ottobre: Strutture semio-narrative: Attanti  

        28 ottobre: Strutture semio-narrative: Enunciati narrativi, Sintassi modale, PN

        29 ottobre: Esercitazioni su strutture narrative

        2 novembre (h. 14.00): proiezione film e discussione (Aula Tesi)

        3 novembre: Esercitazione su strutture narrative

        4 novembre: Strutture discorsive: sintassi discorsiva e teoria dell’enunciazione

        5 novembre: Strutture discorsive: semantica discorsiva

        10 novembre: Strutture discorsive – Esercitazione (breve testo)

        12 novembre: La semiotica delle passioni e ripasso generale Unità 3

        17 novembre: Prova intermedia (Unità 3)

         ----------------------------------------------------------------------

        Materiali di studio: S. Traini, Le basi della semiotica, Bompiani (Cap. 3. La semiotica generativa di Algirdas Julien Greimas: paragrafi 3.3, 3.4, 3.5, 3.6, 3.8)

      • Unità 4. Roland Barthes: la semiologia come critica sociale

         

        18 novembre: Barthes: Miti d’oggi

        19 novembre: Barthes: Retorica dell'immagine e Sistema della Moda

        24 novembre: Barthes: Stereotipi e mitologie della contemporaneità: il corpo delle donne

        --------------------------------------------------------------------

        Materiali di studio: S. Traini, Le basi della semiotica, Bompiani (Cap. 4. Roland Barthes: la semiologia come critica sociale)

      • Unità 5. La semiotica interpretativa di Umberto Eco

         

        25 novembre: La semiotica di Ch. S. Peirce

        1 dicembre: U. Eco: la teoria dei codici

        2 dicembre: U. Eco: la cooperazione interpretativa

        ------------------------------------------------------------

        Materiali di studio: S. Traini, Le basi della semiotica, Bompiani (Cap. 5. La semiotica interpretativa di Umberto Eco: paragrafi 5.2, 5.4.1, 5.5)

      • Unità 6. Jurij M. Lotman e la semiotica della cultura

        3 dicembre: Lotman: la tipologia della cultura e la semisfera

        9 dicembre: culture e linguaggi della pubblicità (Prof.ssa Maria Popescu)

        10 dicembre: culture e linguaggi della pubblicità (Prof.ssa Maria Popescu)

        14 dicembre (h. 9.30): visione film e discussione

        15 dicembre: ripasso

        16 dicembre: Prova Intermedia (Unità 4, 5, 6)

        -------------------------------------------------------

        Materiali di studio: S. Traini, Le basi della semiotica, Bompiani (Cap. 6. Jurij M. Lotman e la semiotica della cultura)