Indice degli argomenti

  • Storia contemporanea - Prof. Andrea Sangiovanni - a.a. 2015/2016

    ritrattoSono professore associato in storia contemporanea. 

    I miei ambiti di ricerca sono molteplici: mi sono occupato di storia della stampa, uso pubblico della storia, rappresentazioni pubbliche di soggetti collettivi, immaginario collettivo e storia dei mass media. 

    Oltre a numerosi articoli, ho pubblicato due libri: Tute blu. La parabola operaia nell'Italia repubblicana (2006) e Le parole e le figure. Storia dei media in Italia dall'età liberale alla seconda guerra mondiale (2012).

    Se ti interessa il curriculum completo e l'elenco delle pubblicazioni segui il link


    OBIETTIVI DEL CORSO, PREREQUISITI E PROPEDEUTICITA'

    Obiettivi formativi generali

    L'obiettivo principale del corso di Storia contemporanea è quello di analizzare criticamente i grandi processi di trasformazione politica, economica e sociale che hanno avuto luogo nel XX secolo. Il corso si propone di esaminare tali processi a partire dal contesto italiano ed europeo, alla luce tuttavia delle complesse dinamiche che hanno segnato la storia globale in età contemporanea.

    Le competenze e le abilità pratiche che gli studenti devono acquisire possono essere così sintetizzate:

    Conoscenze e capacità di comprensione. Lo studente del corso di Storia contemporanea dovrà conoscere le nozioni di base degli eventi e dei processi che hanno caratterizzato la trasformazione degli assetti politici, sociali ed economici dalla rivoluzione industriale a oggi. Inoltre lo studente dovrà essere in grado di collocare la specificità del percorso italiano nel quadro europeo e di comprendere i processi storici in una prospettiva globale. 

    Conoscenze e capacità di comprensione applicate. Lo studente dovrà essere in grado di dimostrare l'acquisizione di conoscenze e strumenti di analisi critica attraverso la partecipazione alla discussione in aula e le esercitazioni scritte. In particolare le esercitazioni verificheranno la capacità di esprimere in maniera chiara e sintetica le proprie conoscenze e di applicare efficacemente gli strumenti di analisi acquisiti durante il corso.

    Autonomia di giudizio. Lo studente dovrà avere le basi di una conoscenza critica del passato necessaria alla lettura degli effetti sul presente dei processi di lungo periodo, nonché al monitoraggio degli sviluppi del sistema di comunicazione contemporaneo. Inoltre dovrà acquisire le competenze necessarie per leggere i fenomeni locali in chiave globale e collocare gli eventi specifici nei grandi sistemi di riferimento.

    Abilità comunicative. Lo studente dovrà migliorare la propria capacità di esprimere oralmente e in forma scritta la conoscenze acquisite a lezione e attraverso la lettura dei testi, dimostrando di possedere la necessaria capacità di sintesi, un'adeguata proprietà di linguaggio e un'appropriata capacità di articolazione del discorso.

    Capacità di apprendere. Lo studente dovrà migliorare le proprie capacità di apprendimento attraverso l'acquisizione di strumenti per la lettura critica dei testi relativi alle trasformazioni sociali, politiche e culturali in età contemporanea. Inoltre lo studente dovrà maturare più ampie competenze per l'analisi critica della comunicazione mediatica (televisione, giornali, cinema), a partire della quali potrà proseguire con specifici percorsi di approfondimento.

    Prerequisiti

    Non è richiesto nessuno specifico prerequisito, ma per chi possiede una conoscenza di base della storia contemporanea - come insegnata nella scuola media superiore - sarà senz'altro facilitato nello studio

    Propedeuticità 

    Nessuna

    N.B. Le lezioni potranno subire qualche variazione, che non verrà, in linea di massima, riportata in questo schema.


    1° unità didattica: 1914-1922

    Dalla Grande guerra all'ascesa del fascismo in Italia

    1° settimana: 23 - 25 febbraio 2016

    23 febbraio: Fasi e problemi dell'età contemporanea: introduzione al corso

    24 febbraio: La Grande Guerra (1° parte)

    25 febbraio: La Grande Guerra (2° parte)

    Esercitazione a casa (peer review): analisi di un sito sulla prima guerra mondiale

    2° settimana: 1 - 3 marzo

    1 marzo: La Grande Guerra (3° parte)

    2 marzo: La rivoluzione russa 

    3 marzo: La fotografia e la guerra

    3° settimana: 8-10 marzo

    8 marzo: il primo dopoguerra nel mondo occidentale 

    9 marzo: L'ascesa del fascismo in Italia (1° parte)

    10 marzo: L'ascesa del fascismo in Italia (2° parte)


    2° unità didattica: 1918-1939

    Gli anni fra le due guerre in Italia e nel mondo

    4° settimana: 22- 24 marzo

    22 marzo: Le trasformazioni del mondo coloniale

    23 marzo: La crisi del '29

    24 marzo: Il New Deal

    5 settimana: 29 - 31 marzo

    29 marzo: Nazismo e fascismo (1° parte)

    30 marzo: Nazismo e fascismo (2° parte)

    31 marzo: Nazismo e fascismo (3° parte)

    6 settimana: 5 - 7 aprile

    5 aprile: L'Unione sovietica di Stalin

    6 aprile: riepilogo dei temi trattati

    7 aprile: 1° prova intermedia: test in aula con domande chiuse e aperte


    3° unità didattica: 1939-1945

    La seconda guerra mondiale

    7° settimana: 12-14 aprile

    12 aprile: La seconda guerra mondiale (1° parte)

    13 aprile: La seconda guerra mondiale (2° parte)

    14 aprile: La seconda guerra mondiale (3° parte)


    4° unità didattica: 1945-1975

    La guerra fredda, la decolonizzazione e l'"età dell'oro" 

    8° settimana: 19-21 aprile

    19 aprile: La storia in televisione

    20 aprile: Il lungo dopoguerra e l'Europa divisa: la ricostruzione e gli anni dello sviluppo economico

    21 aprile: Il lungo dopoguerra: la guerra fredda e la decolonizzazione

    Esercitazione a casa (peer review): analisi di un programma televisivo di storia

    9° settimana: 26 - 28 aprile

    26 aprile: Il medio oriente

    27 aprile: Le guerre del mondo bipolare

    28 aprile: Il processo di unificazione europea

    10°settimana: 3 - 5 maggio

    3 maggio: L'Italia, dalla ricostruzione al centro-sinistra

    4 maggio: L'Italia negli anni del "boom" economico

    5 maggio: L'Italia negli anni della crisi


    5° unità didattica: 1975-1989

    Dalla crisi degli anni Settanta alla fine della guerra fredda

    11° settimana: 10 - 12 maggio

    10 maggio: La storia cantata

    11 maggio: La fine dell'"età dell'oro" 

    12 maggio: La fine della guerra fredda e le guerre del mondo bipolare 

    12° settimana: 17 - 19 maggio

    17 maggio: L'Italia dalla "prima" alla "seconda" repubblica

    18 maggio: riepilogo dei temi trattati

    19 maggio: 2° prova in aula: test scritto con domande chiuse e aperte

    Libri di testo

    PER I FREQUENTANTI

    Alberto Banti, L’età contemporanea.Dalle rivoluzioni settecentesche all'imperialismo, Roma-Bari, Laterza, 2013 (ma vanno bene anche le edizioni precedenti), solo il capitolo 25 

    Alberto Banti, L’età contemporanea. Dalla Grande Guerra a oggi, Roma-Bari, Laterza, 2013 (ma vanno bene anche le edizioni precedenti) tranne capitoli 14 e 15

    Leonardo Rapone, Storia dell'integrazione europea, Roma, Carocci, 2015 (ma va bene anche la precedente edizione).

    SONO DA RITENERSI FREQUENTANTI COLORO CHE NON SUPERANO IL NUMERO COMPLESSIVO DI 10 ASSENZE DURANTE IL CORSO

    PER I NON FREQUENTANTI

    1) Alberto Banti, L’età contemporanea. Dalle rivoluzioni settecentesche all’imperialismo, Roma-Bari, Laterza, 2013 (ma vanno bene anche le edizioni precedenti) solo il capitolo 25

     2) Alberto Banti, L’età contemporanea. Dalla Grande Guerra a oggi, Roma-Bari, Laterza, 2013 (ma vanno bene anche le edizioni precedenti) tutto

     3) Leonardo Rapone, Storia dell’integrazione europea, Roma, Carocci, 2015 (ma va bene anche la precedente edizione)

     4) A scelta UNO dei seguenti volumi

    - Kalid Koser, Le migrazioni internazionali, Bologna, il Mulino, 2009

    - Raymond F. Betts, La decolonizzazione, Bologna, Il Mulino, 2007

    - Federico Paolini, Breve storia dell’ambiente nel Novecento, Roma, Carocci, 2009

    MATERIALE DI APPROFONDIMENTO

    Testi consigliati per chi desidera approfondire

    Bernard Bruneteau, Il secolo dei genocidi, Bologna, Il Mulino, 2006

    M. Flores, Il secolo mondo. Storia del Novecento, Bologna, il Mulino, 2002

    Guido Formigoni, La politica internazionale nel Novecento, il Mulino 2007

    G. Gozzini, La mutazione individualista. Gli italiani e la televisione 1954-2011, Roma-Bari, Laterza, 2011

    Eric Hobsbawm, Il secolo breve. 1914-1989, Milano, Rizzoli, 1994

    Tony Judt, Dopoguerra. Storia dell'Europa dal 1945, Milano, Mondadori, 2007

    C. Pavone, Prima lezione di storia contemporanea, Laterza, Roma-Bari, 2007

    Mark Mazower, Le ombre dell'Europa. Democrazia e totalitarismi nel XX secolo, Garzanti, 2005

    Bino Olivi, Roberto Santaniello, Storia dell'integrazione europea. Dalla guerra fredda alla costituzione dell'Unione, Bologna, il Mulino, 2010 (edizione aggiornata ed ampliata)

    Federico Romero, Storia della guerra fredda. L'ultimo conflitto per l'Europa, Torino, Einaudi, 2009

    Andrea Sangiovanni, Le figure e le parole. Storia dei media dall'età liberale alla seconda guerra mondiale, Roma, Donzelli, 2012

    Arnaldo Testi, Il secolo degli Stati Uniti, Bologna, Il Mulino, 2008

    Perry Willson, Italiane. Biografia del Novecento, Roma-Bari, Laterza, 2011

    PROVE INTERMEDIE

    Il corso prevede quattro prove intermedie: tutte sono non penalizzanti; due non si svolgeranno in aula e verranno valutate in regime di peer review. Le altre due si svolgeranno in aula e saranno in forma di test (domande chiuse e aperte).

    Visto che le prove sono non penalizzanti (ovvero che fanno media solo in caso di esito positivo), non sono previsti "recuperi" di alcun tipo. 

    Unità didattica 1: 

    Dal 26 febbraio al 1 marzo agli studenti verrà proposto di realizzare un'analisi critica di un sito sulla prima guerra mondiale: l'elaborato verrà giudicato in regime di peer review, secondo modalità che verranno spiegate in aula.

    Dal 3 marzo saranno disponibili sulla piattaforma dei test simulati con domande a risposta chiusa per permettere agli studenti di esercitarsi da casa in vista del test in aula.

    Unità didattica 2: 

    Dal 24 marzo saranno disponibili sulla piattaforma dei test simulati con domande a risposta aperta per permettere agli studenti di esercitarsi da casa in vista del test in aula.

    7 aprile: prova intermedia: test con domande chiuse e aperte sugli argomenti delle unit 1 e 2

    Unità didattica 3: non sono previste prove

    Unità didattica 4: 

    Dal 21 al 26 aprile agli studenti verrà proposto di realizzare un'analisi critica di un programma televisivo di storia: l'elaborato verrà giudicato in regime di peer review, secondo modalità che verranno spiegate in aula

    Dal 28 aprile saranno disponibili sulla piattaforma dei test simulati con domande a risposta chiusa per permettere agli studenti di esercitarsi da casa in vista del test in aula.

    Unità didattica 5: 

    19 maggio: prova finale in aula: test scritto con domande chiuse e aperte sugli argomenti delle unit 3,4,5



  • Video di presentazione del corso