Indice degli argomenti

  • Competenze emergenti e occupazione nel turismo - Prof. Adolfo Braga - a.a. 2015/2016

    Adolfo Braga, Palagianello (TA) il 7/8/1955, Mozzo (BG) in Via Panzini n. 22.
    E' docente di Sociologia dei processi economici e del lavoro - Facoltà di Scienze Politiche.
    E' titolare di due insegnamenti presso il Corso di Laurea di Scienze del Turismo e organizzazione delle manifestazioni sportive: 1) “Competenze emergenti e occupazione nel turismo”; 2) “Turismo sostenibile e Progettazione del Tempo Libero”.
    Assolve a compiti didattici integrativi dei corsi di insegnamento ufficiali, segue gli studenti per forme di counseling per consolidare metodi di studio e di apprendimento e per agevolare l’inserimento degli studenti nel Mercato del Lavoro, con particolare riferimento a quello turistico.
    Svolge attività di ricerca e formazione in materie relazioni industriali e organizzazione delle associazioni di rappresentanza.
    E' capo redattore della rivista Quaderni di Rassegna Sindacale.
    E' segretario organizzativo dell'Associazione Associazione Italiana Studi Relazioni Industriali (AISRI).
    Per la Fondazione Di Vittorio è responsabile del Progetto di ricerca e formazione sulla Rappresentanza nelle organizzazioni di rappresentanza.
    Le sue recenti pubblicazioni: Cambiamenti del lavoro e metamorfosi dei consumatori: educare al tempo libero, in N. Boccella, C. Bizzarri, I Salerno (a cura di), Economia e politica del turismo, 2015, Aracne; Lo sviluppo del turismo sostenibile. cambiamenti sociali e acquisizione di competenze, Ediesse, 2014; Qualità ambientale e turismo: la promozione di valori culturali, Rivista di Scienze del Turismo n. 2/2014, Edizioni Universitarie Lettere Economia Diritto; Sussidiarietà e politiche ambientali in Europa, in Andrea Ciccarelli e Pietro Gargiulo (a cura di), La dimensione sociale dell’Unione Europea alla prova della crisi globale, 2012, FA
     

    INFO SUL CORSO


    OBIETTIVI GENERALI DEL CORSO

    • Conoscenza e capacità di comprensione: Agli studenti sarà proposto il modello che individua, come oggetto d’indagine il fabbisogno di competenze sulla base del quale la competenza deve essere in grado di selezionare, mobilitare e strutturare dinamicamente le informazioni, in modo pertinente ed efficace. La competenza è un insieme di risorse di natura diversa (conoscenze, abilità, comportamenti) necessarie per svolgere un’attività ed ottenere un risultato. Nello specifico, l’analisi del modello di “competenza professionale” permetterà agli studenti di meglio comprendere la natura del contributo umano in un’organizzazione, il perché dell’affermarsi di nuovi processi di selezione e soluzione dei problemi, l’importanza di combinare competenze disciplinari e competenze legate al contesto di azione e, soprattutto, di interiorizzare il concetto che l’acquisizione di competenze avviene in sedi diverse, secondo diverse modalità e in diversi momenti della vita.
    • Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Il focus su alcune figure professionali coerenti con il corso di laurea ha lo scopo di dare agli studenti la concreta possibilità di applicare le conoscenze acquisite attraverso l’analisi e la riflessione sui differenti contesti di lavoro, sulle relative dinamiche organizzative e sui modelli di costruzione della competenza professionale e, attraverso l’individuazione delle specifiche competenze richieste in un dato contesto lavorativo, lo studente sarà in grado di meglio tarare i propri percorsi formativi futuri.
    • Autonomia di giudizio: Con la successiva analisi del Modello O*Net e dei descrittori – sia standard sia specifici- in esso contenuti circa, ad esempio, le caratteristiche dei lavoratori, le competenze richieste per svolgere una data occupazione, i requisiti connessi con esperienze pregresse ecc., si vuole stimolare la capacità autocritica di giudizio dello studente facendo leva sull’elaborazione individuale e autonoma di un proprio curriculum formativo, basato sulle reali competenze richieste dal mondo del lavoro, focalizzando i punti di forza e di debolezza relativi al proprio percorso formativo ed indagando sulle possibili soluzioni per colmare eventuali lacune. Mostrare l’autonomia di giudizio per uno studente sui temi delle competenze nel turismo comporta la capacità di gestione di un modello che mira a definire una “area prossima o limitrofa di competenza” che consenta di disegnare e programmare percorsi di acquisizione del sapere professionale e di anticipare i fabbisogni posti dall’innovazione.
    • Abilità comunicative: Specifiche attività di laboratorio avranno come obiettivi didattici quelli di stimolare alcune capacità degli studenti a saper individuare ed esprimere la competenza professionale definendo, prioritariamente, il concetto di figura professionale: “descrive un mestiere in termine di compiti, risultati e processi o fasi di processo assegnati alla sua area di responsabilità professionale e richiama competenze definite dagli output cui la figura è addetta”. Secondariamente definire il concetto di profilo professionale: “descrive le figure professionali più di dettaglio in quanto costituisce una declinazione della figura professionale, relativa alle diverse modalità di organizzazione del lavoro”.
    • Capacità di apprendimento: La natura stessa dell’oggetto di studio, le competenze, favorisce il potenziamento di conoscenze e abilità sia nella dimensione individuale del singolo studente, sia nella dimensione collettiva dell’aula. Il confronto tra gli studenti in aula sulle tematiche proposte costituisce l’occasione, per ogni studente, di riflettere sugli eventuali punti di forza e di debolezza su cui intervenire al fine di superare eventuali incertezze che possano ostacolare il proseguo del percorso di studi.


    PREREQUISITI E PROPEDEUTICITA'
    • Prerequisiti: Nessun prerequisito.
    • Propedeuticità: Nessuna propedeuticità.

    INDICATORI DI DUBLINO


    UNITA' DIDATTICA 1: Educazione degli adulti e analisi dei fabbisogni formativi.

    • Conoscenza e capacità di comprensione: Avere capacità analitiche a comprendere gli studi teorici sull'apprendimento degli adulti e sulle evoluzioni dei modelli interpretativi sull'analisi dei fabbisogni formativi.
    • Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Saper traslare quanto appreso teoricamente ai diversi contesti lavorativi legati al turismo.
    • Autonomia di giudizio: I modelli presi in considerazione mirano a definire quelle “areee prossime o limitrofe di competenza” per permetterre agli studenti di saper distinguere quei fabbisogni formativi posti dall’innovazione.
    • Abilità comunicative: Saper descrivere, sul piano dichiarativo, i diversi modelli di competenze.
    • Capacità di apprendimento: Saper, rispetto ad una specifica competenza, definire: le azioni, le attività e gli ambiti di attività.


    UNITA' DIDATTICA 2: Sistemi turistici e competenze.
    • Conoscenza e capacità di comprensione: Avere capacità analitiche a comprendere gli studi teorici sulle competenze legate al turismo.
    • Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Saper traslare quanto appreso teoricamente alle diverse figure professionali nell'ambito turistico.
    • Autonomia di giudizio: Le figure professionali del midle management del turismo presi in considerazione mirano a definire i diversi ambiti di attività per ogni competenza considerata per permetterre agli studenti di saper distinguere le nuove richieste del mercato del lavoro turistico.
    • Abilità comunicative: Saper descrivere, sul piano dichiarativo, le diversi competenze del midle management del turismo.
    • Capacità di apprendimento: Acquisito il metodo della definizione delle azioni, delle attività e degli ambiti di attività, applicarlo a tutte le figure del midle management considerate.


    LEZIONI SETTIMANALI


    • Martedì ore 13.30 - aula 13
    • Mercoledì ore 15.30 - aula 13
    • Giovedì ore 10.30 - aula 13

    PROVE INTERMEDIE


    PROVA INTERMEDIA 1

    • Unità didattica di riferimento: 2
    • Data: 16/11/2015 alle 15:30
    • Tipologia di prova: Item a risposte aperte


    PROVA INTERMEDIA 2
    • Unità didattica di riferimento: 2
    • Data: 02/12/2015 alle 13:30
    • Tipologia di prova: Item a risposta aperta


    MODALITA' DI VALUTAZIONE
    Si attribuisce una valutazione basata in trentesimi sulla base della conformità delle risposte ai quesiti posti.

  • Argomento 2

    • Argomento 3

      • Argomento 4

        • Argomento 5

          • Argomento 6

            • Argomento 7

              • Argomento 8

                • Argomento 9

                  • Argomento 10