Indice degli argomenti

  • Microeconomia - Prof. Marco Di Domizio - a.a. 2015/2016

    Ricercatore Confermato in Economica Politica presso la Facoltà di Scienze Politiche Università degli Studi di Teramo; Campus Coste S.Agostino – 64100, Teramo, Italia.
    PhD in Economia presso L’Università La Sapienza di Roma
    Settori di interesse: Economia Locale, Evasione Fiscale, Economia dello Sport, Economia della Pace.
    Attività Didattica: Università degli Studi di Teramo - Facoltà di Scienze Politiche: insegnamenti di Microeconomia, Macroeconomia, Politica Economica, Strumenti Matematici per l’Economia, Econometria, Istituzioni di Economia, Economica I, Economica II, Teoria Matematica delle Scelte di Portafoglio, Analisi Economica, Economia dello Sport. Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” – Facoltà di Economia: esercitazioni per l’insegnamento di Economia Matematica del Prof. G. Piersanti; Università di Teramo – Facoltà di Giurisprudenza- Corsi presso la Scuola di Specializzazione per l’Insegnamento Secondario (SSIS) e TFA: insegnamenti di Didattica per l’Insegnamento della Economia, Epistemologia della Macroeconomia, Didattica dell'Economia; Università di Teramo – Facoltà di Giurisprudenza – Corsi presso la Scuola di Specializzazione in Diritto Amministrativo. Insegnamento di Politica Economica.
    Articoli pubblicati su:
    Applied Economics Letters (2016), Peace Economics, Peace Science and Public Policy (2015),  Economics Bullettin (2015), German Economic Review (2014); International Area Studies Review (2013); Economics & Politics (2009); Public Finance (2003); Papeles de Europa (2012), Rivista di Diritto ed Economia dello Sport (2015, 2013, 2012, 2011, 2010, 2008, 2007); Economia dei servizi (2010);

    OBIETTIVI DEL CORSO, PREREQUISITI E PROPEDEUTICITA'

    • Obiettivi formativi generali: L’obiettivo primario è “pensare da economisti”, ovvero la capacità di fare propri i concetti della razionalità e dell’individualismo metodologico per costruire modelli economici, riconoscere i processi di formazione delle decisioni degli agenti, analizzare le relazioni tra le variabili microeconomiche. Tale percorso sarà sviluppato con un approccio critico attraverso l'introduzione di alcuni principi epistemologici dell'economia politica.
    • Prerequisiti: Conoscenza di strumenti di algebra e di analisi matematica, quali derivate prime e seconde, massimi e minimi di funzioni, principi di ottimizzazione statica.
    • Propedeuticità: Nessuna, ma il corso di microeconomia è fondamentale per l’acquisizione dei saperi che saranno sviluppati nell’ambito della macroeconomia, della politica economica e dell’economia internazionale.

     

    INDICATORI DI DUBLINO PER UNITA' DIDATTICA

    Le unità didattiche sono suddivise come segue:

    UNITA' DIDATTICA 1: Introduzione e note metodologiche

    UNITA' DIDATTICA 2: Analisi dei mercati perfettamente concorrenziali. Domanda, offerta ed equilibrio. Esistenza, stabilità e proprietà degli equilibri. Le politiche microeconomiche.

    UNITA' DIDATTICA 3: La teoria della domanda: preferenze, vincoli e scelte ottimali del consumatore

    UNITA' DIDATTICA 4: La teoria dell'offerta: la funzione di produzione

    UNITA' DIDATTICA 5: La teoria dell'offerta: le scelte produttive delle imprese. I contesti competitivi

    UNITA' DIDATTICA 6: Elementi di epistemologia economica ed altri argomenti che saranno individuati durante il corso

    Per tutte le unità didattiche gli indicatori di Dublino sono i medesimi:

    • Conoscenza e capacità di comprensione > Gli studenti si confronteranno con un insieme di strumenti analitici, al fine di applicare la metodologia scientifica allo studio dell’analisi microeconomica. Saranno quindi elaborati “modelli” microeconomici per studiare la determinazione dell’equilibrio economico, così come proposto dalla teoria neoclassica. Saranno studiati i comportamenti di consumatori e imprese alla luce della ipotesi di mercati perfettamente concorrenziali.
    • Capacità di applicare conoscenza e comprensione > La capacità di applicazione delle conoscenze sarà altresì implementata dalla simulazione di esercizi di tipo numerico coadiuvanti la comprensione delle logiche teoriche sottostanti i problemi dei consumatori e delle imprese. A questi si affiancherà l’analisi di case studies estrapolati dal contesto economico corrente attraverso i quali si cercherà di interpretare la coerenza delle azioni di politica economica alle prescrizioni teoriche.
    • Autonomia di giudizio >  Lo studente dovrà essere in grado di manifestare il proprio pensiero sui temi microeconomici rilevanti assumendo posizioni alternative sia sulla base della propria conoscenza/sensibilità, sia sulla base dell’approccio teorico indicato. Questo al fine di stimolare il dibattito sull’opportunità di non acquisire in modo acritico le teorie economiche proposte dai diversi filoni di ricerca scientifica, ma valutarli sulla base del dibattito presente anche in ambito epistemologico.
    • Abilità comunicative > Al termine del corso gli studenti frequentanti dovranno essere in grado di discriminare, tra le diverse scelte in ambito micro-economico, quali possano essere ricondotte all’individualismo metodologico e ai criteri di razionalità economica definiti dalla teoria neoclassica. Allo stesso tempo gli studenti saranno in grado di riconoscere la robustezza di una proposta politico-economica, quando centrata sul tradizionale percorso che dall’evidenza empirica muove verso un’ipotesi teorica e su di essa ritorna, al fine di creare miglioramenti in termini di benessere economico.
    • Capacità di apprendimento >  Lo studente dovrà avere chiaro il percorso logico e il metodo di studio delle tematiche economiche. Questo attraverso la identificazione del processo che si sviluppa nelle seguenti fasi:evidenza; empirica; ipotesi economiche; descrizione delle relazioni; costruzione del modello; risoluzione e verifica delle ipotesi. La capacità di apprendimento del metodo di studio delle tematiche microeconomiche sarà cruciale per la comprensione dei fenomeni economici non solo a livello micro, ma in ambito macroeconomico, e politico economico.

     

    Libri di testo e ricevimento

    Un manuale a scelta tra:

    • Hal R Varian, Microeconomia, Cafoscarina, Venezia, 2007; Robert S. Pyndick – Daniel L. Rubinfeld, Microeconomia, Pearson, Milano, 2013; John Sloman - Alison Write - Dean Garratt, Microeconomia, Pearson, Milano, 2013. Gli studenti possono comunque scegliere un qualsiasi manuale di microeconomia chiedendo conferma al docente circa la conformità al programma da svolgere.
    • Per gli esercizi si consiglia : M. Di Domizio, Esercizi di Economia, Aracne, Roma, 2008.
    • Per la parte epistemologica: Bacceli, G., L'economia politica e le altre scienze sociali. Dall'imperialismo economico al dialogo, Mondadori Università, Milano, 2015. Parte prima. Capitoli da 1 a 10.

     Durante il corso il ricevimento studenti è fissato al lunedì dalle ore 15.30 alle 17.30. Per esigenze particolari si prega di contattare il docente all'indirizzo email istituzionale

    MATERIALE DI APPROFONDIMENTO

    Sono indicati nelle rispettive sezioni delle unità didattiche

    PROVE INTERMEDIE

    Sono previste tre prove scritte intermedie di esonero. Le modalità di svolgimento ed eventuali recuperi saranno indicati durante il corso.