Indice degli argomenti

  • Funzione riproduttiva - Prof. Mauro Mattioli - a.a. 2014/2015

    Mauro Mattioli, nato a Castelfranco E. Modena, il 09.06.1953, sposato con tre figli.
    1977 Laurea in Medicina Veterinaria.
    1978 Ufficiale del Servizio Veterinario Militare dell'esercito italiano.
    1981 Ricercatore Universitario presso l'Istituto di Fisiologia Veterinaria di Bologna.
    1987 Professore Associato In Endocrinologia degli Animali Domestici presso la facoltà di Medicina Veterinaria dell'Università di Bologna.
    1993 Ordinario di Fisiologia Veterinaria presso la Facoltà di Medicina Veterinaria dell'Università degli Studi di Teramo.
    1995 Preside della Facoltà di Medicina Veterinaria dell'Università degli Studi di Teramo.
    1998 Preside della Facoltà di Agraria dell'Università degli Studi di Teramo.
    1999 Pro-Rettore Vicario dell'Università degli Studi di Teramo.
    2000 Docente di Fisiologia Veterinaria presso la facoltà di Medicina Veterinaria dell'Università di Bologna.
    2002 Presidente del corso di laurea in Biotecnologie.
    2003 Pro-Rettore Vicario dell'Università degli Studi di Teramo.
    2005 Rettore dell'Università degli Studi di Teramo.
    Il Prof Mattioli ha sviluppato parte delle sue attività di ricerca presso le seguenti istituzioni Straniere:
    · 1981 Ricercatore ospite presso l'Institute of Animal Physiology di Cambridge.
    · 1982 Ricercatore ospite presso il National Institute for Research in Dayring di Reding 1985 Ricercatore ospite presso l'Animal Research Station di Cambridge.
    · 1987 Professore associato presso il Dipartimento di Embriologia Molecolare di Cambridge
    · 1989 Professore associato presso the Emory University School of Medicine, Atlanta, Georgia.
    · 1992 Ricercatore ospite presso l'Istituto di Aquacultura di Stirling, Scozia.
    · 1994 Professore a contratto presso l'Istituto di Biologia Cellulare del National Research Council del Canada a Ottawa.
    L'attività di ricerca del Prof Mattioli si è concentrata prevalentemente nelle seguenti aree di interesse:
    · controllo endocrino dell'ovulazione
    · meccanismi di trasduzione del segnale delle gonadotropine
    · controllo dell'accrescimento follicolare
    · oogensi e maturazione della cellula uovo in vitro e in vivo
    · meccanismi di riconoscimento dei gameti
    · crioconservazione dei gameti
    · la maturazione del gamete maschile
    · le modificazioni epigenetiche che caratterizzano la transizione da gamete ad embrione
    · biologia delle cellule staminali adulte.
    Essenzialmente le ricerche del Prof Mattioli, concretizzatesi nella pubblicazione di oltre 200 lavori a stampa, si sono concentrate sulle basi fisiologiche della riproduzione con particolare attenzione alla biologia dei gameti.

    OBIETTIVI DEL CORSO, PREREQUISITI E PROPEDEUTICITA'

    • Obiettivi formativi generali > Al termine del corso lo studente sarà in grado di collegare l’aspetto macroscopico e microscopico dell’ovaio con la la funzione ovarica ed in particolare con la maturazione e l’ovulazione della cellula uovo e con le modificazioni endocrine che governano il ciclo ovarico.
    • Prerequisiti > Citologia e biologia cellulare.
    • Propedeuticità > Non sono previste propedeuticità.

    INDICATORI DI DUBLINO PER UNITA' DIDATTICA

    UNITA' DIDATTICA 1: Il controllo endocrino della riproduzione 

    Conoscenza e capacità di comprensione: Conoscenza dei meccanismi endocrini che governano le interazione dell’asse ipotalami ipofisi ovaio.

    Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Capacità di collegare l’assetto endocrino generale con l’aspetto macroscopico dell’ovaio in toto acquisita anche mediante esercitazioni condotte sul modello animale.

    Autonomia di giudizio: L’autonomia di giudizio viene sviluppata sottoponendo all’esame individuale o collettivo degli studenti lavori scientifici pubblicati in lingua inglese incentrati sui meccanismi di controllo dell’ovulazione e mediante test di autovalutazione.

    Abilità comunicative: Le abilità comunicative vengono valutate nel corso di relazioni tematiche che a rotazione gli studenti svolgono per introdurre le lezioni teoriche e nel corso delle prove in itinere.

    Capacità di apprendimento: Gli studenti dovranno dimostrare la abilità di eseguire un collegamento funzionale tra gli argomenti trattati e proporre le tematiche che dovranno essere affrontate nell’unità didattica successiva per raggiungere gli obiettivi del corso.

    UNITA' DIDATTICA 2:  Il ciclo ovarico, lo sviluppo follicolare e la produzione del gamete femminile maturo

    Conoscenza e capacità di comprensione: Le modificazioni funzionali delle strutture ovariche, il loro controllo e le correlazioni con l’oogenesi.

    Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Gli studenti dovranno acquisire la capacità di isolare i follicoli antrali dall’ovaio, classificarli in base alle condizioni endocrine delle diverse fasi del ciclo estrale e di isolare allo stereo microscopio i gameti femminili  dai follicoli a diverso stadio di sviluppo.

    Autonomia di giudizio: L’autonomia di giudizio viene sviluppata sottoponendo all’esame individuale o collettivo degli studenti recenti lavori scientifici pubblicati in lingua inglese incentrati sui meccanismi che presiedono allo sviluppo della cellula  uovo e mediante test di autovalutazione.

    Abilità comunicative: Le abilità comunicative vengono valutate nel corso di relazioni tematiche che a rotazione gli studenti svolgono per introdurre le lezioni teoriche e nel corso delle prove in itinere.

    Capacità di apprendimento: Gli studenti dovranno dimostrare la abilità di condurre un collegamento funzionale tra i principali ormoni coinvolti nel controllo della funzione ovarica e l’organizzazione follicolare nelle fasi che preludono all’ovulazione e di proporre le tematiche che dovranno essere affrontate nell’unità didattica successiva per raggiungere gli obiettivi del corso.

    UNITA' DIDATTICA 3: Il ciclo estrale, mestruale e l’ovulazione e la fecondazione

    Conoscenza e capacità di comprensione: Lo studente dovrà essere in grado di identificare con precisioni le modificazioni che si verificano al livello ovarico ed in particolare a livello intrafollicolare in seguito alla stimolazione ovulatoria esercitata dalle gonadotropine in rapporto all’ovulazione e accoppiamento.

    Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Lo studente dovrà essere capace di identificare ed isolare i follicoli preovulatori, recuperare allo stero microscopi gli oociti e valutare le condizioni microscopiche del cumulo in rapporto al tempo dell’ovulazione. Dovrà inoltre essere capace di valutare lo stato di maturazione meiotica della cellula uovo e correlarla alle condizioni endocrine sistemiche e allo sviluppo dei follicoli ovarici.

    Autonomia di giudizio: L’autonomia di giudizio viene sviluppata sottoponendo all’esame individuale o collettivo degli studenti recenti lavori scientifici pubblicati in lingua inglese incentrati sui meccanismi endocrini di controllo dell’ovulazione e mediante test di autovalutazione.

    Abilità comunicative: Le abilità comunicative vengono valutate nel corso di relazioni tematiche che a rotazione gli studenti svolgono per introdurre le lezioni teoriche e nel corso delle prove in itinere.

    Capacità di apprendimento: La capacità di apprendimento degli studenti verrà desunta dalla loro abilità nel  predire le condizioni di maturazione del gamete femminile in rapporto al quadro endocrino analizzato ovvero in seguito all’analisi morfo-funzionale dell’ovaio condotta sul modello animale. Lo studente dovrà inoltre proporre le tematiche che dovranno essere affrontate nell’unità didattica successiva per raggiungere gli obiettivi del corso.

    UNITA' DIDATTICA 4: Il riconoscimento materno di gravidanza, la gravidanza il parto e la lattazione

    Conoscenza e capacità di comprensione: Le modificazioni indotte dall’embrione sulla funzione ovarica ed il governo ormonale della gravidanza, l’innesco del parto a l’avvio della lattazione.

    Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Lo studente dovrà essere in grado di stabilire i rapporti funzionali esistenti tra assetto ovarico, sviluppo follicolare e funzione del corpo luteo in seguito all’ovulazione in presenza o meno di fecondazione. Saranno fondamentali per l’unità didattica le capacità di stabilire relazioni funzionali tra caratteristiche della cellula uovo, la sua qualità e le modificazioni ovariche/luteniche che si instaurano con l’avvio della gravidanza. 

    Autonomia di giudizio: L’autonomia di giudizio viene sviluppata sottoponendo all’esame individuale o collettivo degli studenti recenti lavori scientifici pubblicati in lingua inglese incentrati sui meccanismi endocrini paracrini e autocrini coinvolti nel riconoscimento materno di gravidanza e mediante test di autovalutazione.

    Abilità comunicative: Le abilità comunicative vengono valutate nel corso di relazioni tematiche che a rotazione gli studenti svolgono per introdurre le lezioni teoriche e nel corso delle prove in itinere.

    Capacità di apprendimento: La capacità di apprendimento degli studenti viene desunta dalla loro abilità nell’identificare il quadro endocrino che si verifica inseguito all’ovulazione in presenza o assenza di fecondazione nonché di identificare le condizioni indispensabili al mantenimento della gravidanza ovvero all’innesco del parto.

    Libri di testo

    • Adaghi EY, Leung CK, The Ovary, Raven Press, New York.
    • Knobil E, Neill JD, Physiology of Reproduction Vol. I-II, Lippincott Williams & Wilkins; 2nd edition.

    MATERIALE DI APPROFONDIMENTO

    Non sono al momento disponibili materiali di approfondimento per questo corso.

    PROVE INTERMEDIE

  • Argomento 1

    • Argomento 2

      • Argomento 3

        • Argomento 4

          • Argomento 5

            • Argomento 6

              • Argomento 7

                • Argomento 8

                  • Argomento 9

                    • Argomento 10