Indice degli argomenti

  • Biofisica - Prof. Natalia Battista - a.a. 2015/2016

    Professore associato di Biochimica (BIO/10) presso la Facoltà di Bioscienze e Tecnologie Agro Alimentari e Ambientali dell’Università degli Studi di Teramo.

    Formazione professionale
    Febbraio 2005-Aprile 2006 Post-doctoral Fellow presso il Dipartimento di Farmacologia dell' Università della California, Irvine.
    Novembre 2000-2004 Dottorato di Ricerca in Biochimica e Biologia Molecolare conseguito presso l'Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”.

    Interessi di ricerca
    • Biochimica dei lipidi, di enzimi metabolici e di recettori coinvolti in processi fisiologici ed in patologie infiammatorie, neurodegenerative e tumorali.
    • Studio degli effetti di lipidi bioattivi e nutraceutici sui meccanismi molecolari alla base degli eventi riproduttivi.
    • Analisi di composti naturali (ad es. nutraceutici, lipidi bioattivi, ecc.) e delle vie metaboliche che li producono in alimenti di origine animale e vegetale.
    • Biochimica del differenziamento di cellule staminali.
    • Membrane e lipidici nella morte cellulare programmata (apoptosi).
    Nel 2011 ha ricevuto il Premio Marisa Bellisario come Giovane Talento della Ricerca d’Eccellenza Italiana.
    Nel 2008 ha ricevuto il BIO#4 Mission Team Achievement Award dalla European Space Agency (ESA), per l’esperimento ROALD ospitato a bordo della International Space Station.
    Nel 2004 ha ricevuto il Student Merit Award ed il Student Travel Award al Congresso internazionale della International Cannabinoid Research Society (ICRS).

    Per visualizzare questo contenuto è necessario accettare i cookie inviati dalle Piattaforme di condivisione video.
    Clicca qui per abilitare tutti i cookie per questo sito web.

    OBIETTIVI DEL CORSO, PREREQUISITI E PROPEDEUTICITA'

    • Obiettivi formativi generali > Il corso, svolto attraverso lezioni frontali in lingua italiana, è finalizzato allo studio dei principi della fisica classica e moderna, con particolare riguardo agli argomenti che trovano impiego nelle metodologie biotecnologiche. Le nozioni del corso saranno importanti per la comprensione di alcuni insegnamenti caratterizzanti il CdS in Biotecnologie.
    • Prerequisiti > Conoscenza di elementi di algebra, trigonometria e funzioni matematiche.
    • Propedeuticità > Il corso è integrato con il modulo di “Istituzioni di Matematica, Statistica ed Informatica”. Gli argomenti di studio sono concordati con l’altro docente del corso integrato, al fine di fornire   agli studenti i concetti di base della matematica necessari per la comprensione dei principi fondamentali della fisica e che assicurino la formazione di un bagaglio scientifico utile come base di studi conoscitiva e metodologica nel campo delle biotecnologie.

    INDICATORI DI DUBLINO PER UNITA' DIDATTICA

    UNITA' DIDATTICA 1: Meccanica

    Conoscenza e capacità di comprensione: Lo studente avrà conoscenza delle leggi fondamentali della meccanica newtoniana. Sarà in grado di enunciare tali leggi e di interpretare correttamente le equazioni matematiche che le descrivono.

    Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Lo studente sarà in grado di utilizzare le leggi della fisica e gli strumenti matematici per risolvere semplici problemi di meccanica; conoscerà la validità e i limiti delle leggi e dei modelli usati.

    Autonomia di giudizio: Lo studente sarà in grado di osservare i fenomeni naturali e riconoscere le leggi che li governano; sarà in grado di schematizzare un processo, di individuare le cause dominanti e di stimare i valori delle grandezze fisiche coinvolte.

    Abilità comunicative: Lo studente avrà acquisito la capacità di esporre con coerenza e proprietà di linguaggio le problematiche inerenti gli argomenti del corso, sapendo cogliere le connessioni con gli argomenti trattati nell’unità didattica.

    Capacità di apprendimento: Attraverso esempi applicativi, lo studente potrà assimilare le principali nozioni teoriche necessarie per lo svolgimento e la risoluzione dei quesiti di esame.

    UNITA' DIDATTICA 2: Energia e Fluidi

    Conoscenza e capacità di comprensione: Conoscenza e comprensione dei concetti e degli elementi fondamentali delle tipologie di energia e della meccanica dei fluidi.

    Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Lo studente sarà in grado di utilizzare le leggi della fisica introdotte nell’unità didattica e sarà in grado di applicare tali modelli a casi reali.

    Autonomia di giudizio: Lo studente sarà in grado di valutare l’attendibilità del risultati ottenuti in connessione con gli errori di misura ed i limiti di validità dei modelli stessi.

    Abilità comunicative: Lo studente avrà acquisito la capacità di esporre con coerenza e proprietà di linguaggio le problematiche inerenti gli argomenti del corso sapendo cogliere le connessioni con gli argomenti trattati nell’unità didattica, e rielaborare i concetti con parole proprie riformulandoli con esempi pratici.

    Capacità di apprendimento: Attraverso esempi applicativi, lo studente potrà assimilare le principali nozioni teoriche necessarie per lo svolgimento e la risoluzione dei quesiti di esame.

    UNITA' DIDATTICA 3: Termodinamica ed Elettromagnetismo

    Conoscenza e capacità di comprensione: Conoscere i principali modelli teorici e le ipotesi su cui tali modelli sono fondati.

    Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Lo studente sarà in grado di utilizzare le leggi della fisica introdotte nell’unità didattica e sarà in grado di applicare tali modelli a casi reali.

    Autonomia di giudizio: Lo studente sarà in grado di comprendere l’utilità e le limitazioni connesse all’uso di schematizzazioni e modelli, di  comprendere le proprietà dei corpi e delle loro trasformazioni e di valutare l’attendibilità del risultati ottenuti in connessione con gli errori di misura ed i limiti di validità dei modelli stessi. 

    Abilità comunicative: Lo studente avrà acquisito la capacità di esporre con coerenza e proprietà di linguaggio le problematiche inerenti gli argomenti del corso sapendo cogliere le connessioni con gli argomenti trattati nell’unità didattica, e rielaborare i concetti con parole proprie riformulandoli con esempi pratici.

    Capacità di apprendimento: Attraverso esempi applicativi, lo studente potrà assimilare le principali nozioni teoriche necessarie per lo svolgimento e la risoluzione dei quesiti di esame.

    Libri di testo

    • Halliday D., Resnick R., Walker J., Fondamenti di Fisica, CEA Editore, Milano, Italia, 2006, sesta edizione.
    • Urone P.P., Physics with Health Science Applications, John Wiley & Sons, Hoboken, NJ, USA, 1986.

    MATERIALE DI APPROFONDIMENTO

    Non sono al momento disponibili materiali di approfondimento per questo corso. 

    PROVE INTERMEDIE

    I Prova 07/04/2016 ore 10.30

    II Prova 04/05/2016 ore 11.30

    III Prova 19/05/2016 ore 10.30

  • Video di presentazione del corso

    Per visualizzare questo contenuto è necessario accettare i cookie inviati dalle Piattaforme di condivisione video.
    Clicca qui per abilitare tutti i cookie per questo sito web.

    • Argomento 5

      • Argomento 6

        • Argomento 7

          • Argomento 8

            • Argomento 9

              • Argomento 10