Indice degli argomenti

  • Immunologia e tecniche immunologiche - Prof. Pietro Giorgio Tiscar - a.a. 2015/2016

    Laureatosi in Medicina Veterinaria nel 1986, è borsista, Direttore di Impianto Depurazione Molluschi e poi Dottore di ricerca.

    Nel 1993 è ricercatore presso la Facoltà di Medicina Veterinaria di Teramo e nel 2002 è professore associato. Docente presso Scuole di specializzazione oltre che in differenti Master universitari e Corsi di aggiornamento sia nazionali che esteri, dal 1996 è docente in diversi corsi di studio dell’Ateneo di Teramo.

    Già Coordinatore del Master in "Gestione, trasformazione e ispezione delle risorse ittiche" e dal 2009 del Master in "Gestione dello Sviluppo Locale nei Parchi e nelle Aree Naturali", è responsabile o collaboratore di progetti di ricerca o di cooperazione internazionale. Nel 1999/2001 è stato coordinatore dello studio di fattibilità per la realizzazione dell'Area Marina Protetta "Torre Cerrano". Autore/coautore di pubblicazioni su riviste sia nazionali che estere relativi la microbiologia, l'immunologia e le malattie infettive soprattutto degli organismi marini, è stato componente del Consiglio Ricerca Scientifica e tecnologica applicata alla pesca e all'acquacultura del Ministero delle Politiche Agricole e Forestali e membro del Direttivo della Società Italiana di Patologia Ittica. Attualmente è membro del Consiglio scientifico della rivista "Ittiopatologia", revisore di differenti riviste scientifiche nazionale ed internazionali, oltre che socio fondatore e vice-presidente della Società Italiana di Ricerca Applicata alla Molluschicoltura.


    OBIETTIVI DEL CORSO, PREREQUISITI E PROPEDEUTICITA'

    Obiettivi formativi generali: Il corso, dopo aver approfondito i meccanismi patogenetici dei bioaggressori e avere fornito i concetti fondamentali dell'immunologia relativamente all'organizzazione del sistema immunitario e dei meccanismi che sono alla base della risposta immunitaria, si rivolgerà alla spiegazione delle principali metodiche in grado di ottimizzare, attraverso applicazioni biotecnlogiche, le capacità immunitarie dei soggetti. Ulteriore obiettivo è rappresentato dall'apprendimento delle principali tecniche immunologiche volte all'identificazione dell'antigene e/o dell'anticorpo, con particolare attenzione alle diverse fasi e ai materiali che vengono utilizzati per la corretta esecuzione di tali tecniche, al fine di poter identificare i punti critici e le strategie di intervento per migliorarne ed ottimizzarne i risultati. Le conoscenze acquisite saranno indispensabili per occupazioni rivolte a svolgere  compiti  tecnici di  gestione  e controllo  nelle  attività  di  produzione,  analisi,  rilevazione  e  gestione  di prodotti biotecnologici.

    Prerequisiti: Per frequentare il modulo, lo studente dovrà possedere nozioni relative all'organizzazione strutturale delle cellule sia come singole unità che nel contesto tissutale così come i concetti base della biologia molecolare ed i fondamenti di biologia dei bioaggressori.

    Propedeuticità: Nessuna.


    INDICATORI DI DUBLINO PER UNITA' DIDATTICA

    UNITA' DIDATTICA 1: I meccanismi patogenetici dei microrganismi ed il sistema immunitario: ruolo dell’immunità naturale

    Conoscenza e capacità di comprensione: Lo studente dovrà  acquisire  una  buona  conoscenza  e comprensione  de i meccanismi patogenetici dei microrganismi e delle funzioni del sistema immunitario e dei suoi organi. Saranno  inoltre  sviluppate  capacità  di mantenere continuamente aggiornate e collegate tali conoscenze e capacità agli aspetti più innovativi ed avanzati nei contesti di esercizio della propria professione (utilizzo di strumenti web-based);

    Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Lo studente  dovrà  acquisire  capacità  e  competenze  di problem solving, ovvero essere in grado di traslare le informazioni teoriche e  le  abilità  operative  acquisite,  ai  contesti  scientifici  e  tecnologici  previsti nelle operatività proprie delle varie applicazioni degli argomenti appresi;

    Autonomia di giudizio: Lo studente dovrà  essere  in  grado, trattando tematiche inerenti agli argomenti,  di  raccogliere  ed interpretare i dati derivanti dalla propria attività in modo autonomo, critico ed autorevole, individuandone i presupposti, analizzandone le dinamiche di trasformazione  e  descrivendone  le  conseguenze.  Dovrà  inoltre  essere  in grado  di  collegare  tutti  gli  aspetti  della  propria  operatività  valutandone  le conseguenze sociali, scientifiche, etiche ed economiche che ne risultano;

    Abilità comunicative: Lo studente, affrontando le tematiche relative all'unità didattica,  dovrà  sapersi  esprimere  correttamente  e  con rigore  scientifico,  anche  in  inglese,  sia  per  la  stesura  di  rapporti  tecnico-scientifici  in  ambito  aziendale  che,  più  in  generale,  per  comunicare  in ambito accademico-scientifico e sociale i risultati del proprio lavoro tecnico e/o  di  ricerca;

    Capacità di apprendimento: Lo studente  dovrà  aver  acquisito  stimoli, capacità e metodi di apprendimento adeguati per l'aggiornamento e l'innalzamento continuo delle  proprie  competenze sulle tematiche oggetto dell’unità didattica.

    UNITA' DIDATTICA 2: L’immunità acquisita

    Conoscenza e capacità di comprensione: Lo studente dovrà  acquisire  una  buona  conoscenza  e comprensione  dei meccanismi e delle funzioni dell’immunità acquisita,  dal  livello molecolare  a  quello  cellulare. Saranno  inoltre  sviluppate  capacità  di mantenere continuamente aggiornate e collegate tali conoscenze e capacità agli aspetti più innovativi ed avanzati nei contesti di esercizio della propria professione (utilizzo di strumenti web-based);

    Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Lo studente  dovrà  acquisire  capacità  e  competenze  di problem solving, ovvero essere in grado di traslare le informazioni teoriche e  le  abilità  operative  acquisite,  ai  contesti  scientifici  e  tecnologici previsti nelle operatività proprie delle varie applicazioni dello studio dei meccanismi dell’immunità acquisita;

    Autonomia di giudizio: Lo studente dovrà  essere  in  grado, trattando tematiche inerenti agli argomenti dell’unità didattica,  di  raccogliere  ed interpretare i dati derivanti dalla propria attività in modo autonomo, critico ed autorevole, individuandone i presupposti, analizzandone le dinamiche di trasformazione  e  descrivendone  le  conseguenze. Dovrà  inoltre  essere  in grado  di  collegare  tutti  gli  aspetti  della  propria  operatività  valutandone  le conseguenze sociali, scientifiche, etiche ed economiche che ne risultano;

    Abilità comunicative: Lo studente, affrontando tematiche relative all'unita didattica,  dovrà  sapersi  esprimere  correttamente  e  con rigore  scientifico,  anche  in  inglese, sia  per  la  stesura  di  rapporti  tecnico-scientifici  in  ambito  aziendale  che,  più  in  generale,  per  comunicare  in ambito accademico-scientifico e sociale i risultati del proprio lavoro tecnico e/o  di  ricerca;

    Capacità di apprendimento: Lo studente  dovrà  aver  acquisito  stimoli, capacità e metodi di apprendimento adeguati per l'aggiornamento e l'innalzamento continuo delle  proprie competenze sulle tematiche svolte nell’unità didattica.

    UNITA' DIDATTICA 3: L’immunità artificiale e le tecniche immunologiche

    Conoscenza e capacità di comprensione: Lo studente dovrà  acquisire  una  buona  conoscenza  e comprensione  degli  strumenti  concettuali, nei termini di  produzione di beni e  servizi, implicati negli ambiti applicativi di tipo profilattico, terapeutico o diagnostico.

    Saranno  inoltre  sviluppate  capacità  di mantenere continuamente aggiornate e collegate tali conoscenze e capacità agli aspetti più innovativi ed avanzati nei contesti di esercizio della propria professione (utilizzo di strumenti web-based);

    Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Lo studente  dovrà  acquisire  capacità  e  competenze  di problem solving, ovvero essere in grado di traslare le informazioni teoriche e  le  abilità  operative  acquisite,  ai  contesti  scientifici  e  tecnologici  previsti nelle operatività proprie delle varie applicazioni dello studio dei meccanismi difensivi e delle tecniche immunologiche. Dovrà,  quindi:  a)  saper  affrontare  attivamente  e  creativamente problematiche  di tipo immunologico nel  proprio contesto  lavorativo;  b)  saper  intervenire  nelle procedure  di  controllo  e  gestione  delle  procedure  operative;  c)  saper pianificare  e  condurre  autonomamente  il proprio  lavoro  tecnico  e/o  di ricerca per quanto riguarda i contesti immunologici;

    Autonomia di giudizio: Lo studente dovrà  essere  in  grado, utilizzando tecniche immunologiche o trattando tematiche inerenti agli argomenti,  di  raccogliere  ed interpretare i dati derivanti dalla propria attività in modo autonomo, critico ed autorevole, individuandone i presupposti, analizzandone le dinamiche di trasformazione  e  descrivendone  le  conseguenze;

    Abilità comunicative: Lo studente, affrontando tematiche relative all'immunologia ed alle tecniche immunologiche,  dovrà  sapersi  esprimere  correttamente  e  con rigore  scientifico,  anche  in  inglese,  sia  per  la  stesura  di  rapporti  tecnicoscientifici  in  ambito  aziendale  che,  più  in  generale,  per  comunicare  in ambito accademico-scientifico e sociale i risultati del proprio lavoro tecnico e/o  di  ricerca;

    Capacità di apprendimento: Lo studente  dovrà  aver  acquisito  stimoli, capacità e metodi di apprendimento adeguati per l'aggiornamento e l'innalzamento continuo delle  proprie competenze sulle tematiche immunologiche.


    LIBRI DI TESTO

    • A. K. Abbas, A. H. Lichtman, S. Pillai, Immunologia cellulare e molecolare, Elsevier, Italia, 2012.


    MATERIALE DI APPROFONDIMENTO

    Non è al momento disponibile materiale di approfondimento per questo corso.

    PROVE INTERMEDIE

    Unità didattica 1: III settimana di lezione, Test a risposta multipla;

    Unità didattica 2: VIII settimana di lezione, Test a risposta multipla;

    Unità didattica 3: XII settimana di lezione, Test a risposta multipla.

    Modalità di valutazione degli studenti

    La valutazione degli studenti che seguiranno le attività didattiche avverrà su 3 test (uno per ogni attività didattica) a risposta multipla con 30 domande.

    La risposta esatta varrà 1 punto mentre la risposta sbagliata o non fornita varrà 0.

    Ogni test si riterrà superato avendo risposto esattamente ad almeno 16 domande.

    Solo superando tutti i tre test, si potrà pervenire alla valutazione finale rapportando il numero totale delle risposte esatte ad una scala da 18 a 31 (31 rappresenta il 30 e lode).

    L’esame orale si svilupperà per gli studenti che non hanno conseguito il superamento dei 3 test o per coloro che, eventualmente, vorranno migliorare il voto.