Indice degli argomenti

  • Biotecnologie dei microrganismi - Prof. Giovanna Suzzi - a.a. 2015/2016

    Giovanna Suzzi,
    è Professore Ordinario di Microbiologia Agraria (SSD AGR16). Ha svolto ricerche di ecologia microbica degli alimenti e si è occupata dei principali gruppi microbici. Attenzione particolare è rivolta allo studio di lieviti e alle loro applicazione nei settori Alimentare e Ambientale. E, autore di più di 200 pubblicazioni, e diversi capitoli di libri nazionali e internazionali. E' stata Direttore del Dipartimento di Scienze degli Alimenti e Coordinatore del Dottorato di ricerca in Biotecnologie degli Alimenti.  

    INFO SUL CORSO


    OBIETTIVI GENERALI DEL CORSO

    • Conoscenza e capacità di comprensione: Lo studente deve acquisire conoscenze su alcuni aspetti fondamentali delle Biotecnologie microbiche, concentrandosi sull'impiego dei microrganismi nel settore alimentare, ambientale e industriale. Inoltre deve acquisire le basi molecolari dei processi produttivi e gli approcci metodologici dei processi industriali.
    • Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Capacità di applicare metodi e strumenti biotecnologici riguardanti le trasformazioni mediante microorganismi e le fondamentali tecniche biomolecolari per l’uso dei microorganismi, per l’analisi e il monitoraggio dei processi biotecnologici.
    • Autonomia di giudizio: La formazione in aula sarà integrata da una intensa attività di laboratorio in modo che lo studente acquisisca sicurezza e autonomia e possa mettere in pratica le conoscenze teoriche studiate
    • Abilità comunicative: Lo studente dovrà aver acquisito una sufficiente padronanza degli elementi di Biotecnologie microbiche, anche in una lingua straniera, in modo da comunicare e gestire le conoscenze nell’ambiente di lavoro italiano e straniero, facilitandone il suo inserimento.
    • Capacità di apprendimento: Lo studente dovrà aver conseguito conoscenza di base e capacità operativa nel settore della microbiologia industriale e biotecnologie microbiche che gli consentiranno di lavorare in maniera autonoma, anche sviluppando idee di ricerca.


    PREREQUISITI E PROPEDEUTICITA'
    • Prerequisiti: Conoscenza della microbiologia generale e biochimica
    • Propedeuticità: Non ci sono propedeuticità

    INDICATORI DI DUBLINO


    UNITA' DIDATTICA 1: I microorganismi biotecnologici

    • Conoscenza e capacità di comprensione: Lo studente dovrà acquisire conoscenze sui principali gruppi microbici e sulle loro potenzialità biotecnologiche nei diversi settori di applicazione e saper utilizzare le tecniche e i processi utili alle biotecnologie microbiche
    • Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Lo studente dovrà essere in grado di applicare i metodi e le tecnologie utili alla selezione e miglioramento genetico di microrganismi e alla produzione composti di interesse biotecnologico.
    • Autonomia di giudizio: Lo studente dovrà acquisire adeguate capacità critiche nella scelta dei metodi da applicare e nella valutazione dei risultati riguardanti le biotecnologie microbiche
    • Abilità comunicative: Lo studente dovrà essere in grado di elaborare ed esporre con chiarezza i risultati ottenuti e i metodi applicati e di relazionarli sotto forma di PPT o per iscritto.
    • Capacità di apprendimento: Lo studente dovrà dimostrare di avere conoscenza dei microrganismi di interesse tecnologico, delle modificazioni genetiche applicabili, dei metodi di moltiplicazione e conservazione dei microrganismi biotecnologici. La verifica dell'apprendimento avverrà attraverso test,e presentazione orale e analisi critica di pubblicazioni in PPT (individualmente o in gruppo).


    UNITA' DIDATTICA 2: Biotecnologie applicate al settore AgroAlimentare e Ambientale
    • Conoscenza e capacità di comprensione: Lo studente dovrà acquisire conoscenze sulle principali applicazioni dei microorganismi per il miglioramento dell'ambiente e la sostenibilità delle produzioni e della alimentazione e le possibili applicazioni future
    • Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Lo studente dovrà essere in grado di applicare i metodi e le tecnologie utili alla selezione e miglioramento genetico di microrganismi e alla produzione composti di interesse biotecnologico finalizzati al settore AgroAlimentare e Ambientale
    • Autonomia di giudizio: Lo studente dovrà acquisire adeguate capacità critiche nella scelta dei metodi da applicare e nella valutazione dei risultati riguardanti le specifiche biotecnologie microbiche studiate
    • Abilità comunicative: Lo studente dovrà essere in grado di elaborare ed esporre con chiarezza i risultati ottenuti e i metodi applicati e di relazionarli sotto forma di PPT o per iscritto.
    • Capacità di apprendimento: Lo studente dovrà dimostrare di avere conoscenza delle principali applicazioni biotecnologiche del settore AgroAlimentare. La verifica dell'apprendimento avverrà attraverso test,e presentazione orale e analisi critica di pubblicazioni in PPT (individualmente o in gruppo).


    LEZIONI SETTIMANALI


    • Lunedì e Martedì alle 14.30, aula 13

    LIBRI DI TESTO


    Bibliografia fornita dal docente

    • Autore: Vari
    • Edizione: Vari, Vari, Nessuno


    PROVE INTERMEDIE


    PROVA INTERMEDIA 1

    • Unità didattica di riferimento: 1
    • Data: non ancora definita
    • Tipologia di prova: La prova consiste in domande a risposta, multipla, vero o faso, o completamento. Il tempo massimo previsto è 1 ora.


    PROVA INTERMEDIA 2
    • Unità didattica di riferimento: 2
    • Data: non ancora definita
    • Tipologia di prova: La prova consiste in domande a risposta, multipla, vero o faso, o completamento. Il tempo massimo previsto è 1 ora.


    MODALITA' DI VALUTAZIONE
    Per la valutazione si prevedono test in itinere e la presentazione orale di un PPT riguardante applicazioni delle biotecnologie organizzata singolarmente o in gruppi di non più di tre persone. Tutti i dettagli e la bibliografia relativa sarà fornita durante le lezioni

  • Argomento 1

    Lunedì 28 Introduzione al Corso. I microorganismi di interesse biotecnologico e loro attività 

    Martedì 29 Esercitazione: Osservazione macro e microscopica di lieviti. Colorazioni differenziali. 

    • Argomento 2

      I Funghi aspetti generali e applicazioni 

      Saccharomyces cerevisiae

    • Argomento 3

      Estrazione del DNA da cellule di lievito

      Metodi per il conteggio delle cellule microbiche

    • Questo argomento

      RIZOSFERA

      AZOTOFISSAZIONE

      AGROBACTERIUM

    • Argomento 5

      • Argomento 6

        • Argomento 7

          • Argomento 8

            • Argomento 9