Indice degli argomenti

  • Cerealicoltura - Prof. Fabio Stagnari - a.a. 2015/2016

    Laureato in Scienze Agrarie presso l’Università degli Studi di Perugia, ha conseguito il titolo di Dottore di Ricerca in Sostenibilità ambientale in agricoltura presso l’Università degli Studi di Perugia. Ha conseguito la specializzazione in “Produzione e tecnologia delle sementi” al corso di formazione della SIA (Società Italiana di Agronomia) e si è formato presso la FAO Divisione AGLL, Land and Plant Nutrition Management Service come esperto circa lo “Studio dei fenomeni erosivi e delle pratiche agronomiche per ridurre la degradazione della fertilità dei suoli”.
    Tra le numerose attività lavorative che ha svolto:
    a) Responsabile tecnico di sviluppo di varietà orticole per Clause Tezier S.p.A. gruppo Limagrain
    b) Attività di sviluppo su” Controllo meccanico e chimico delle flora infestante lo spinacio da industria” per Sagit S.p.A, gruppo Unilever
    c) Attività di sviluppo di adiuvanti per il controllo della flora infestante su colture erbacee, per Du Pont de Nemours Italiana S.p.A.
    d) Attività di miglioramento della qualità dell’olio extravergine di oliva umbro per Associazione tra le associazioni olivicole (Ass.Oil.), Via Settevalli, Perugia.
    e) Attività di lotta guidata alla entomofauna parassita dellíolivo e della vite e assistenza tecnica alle aziende agricole per Federazione Provinciale Coltivatori Diretti Perugia e Associazione Olivicoltori (Ass.Oil.) Perugia.
    Dal 2005 è ricercatore di Agronomia e coltivazioni erbacee presso l’Università degli Studi di Teramo. E’ stato componente del consiglio scientifico di 3 master. E’ componente del collegio di dottorato del E’ stato titolare dei corso di
    “Struttura e Funzioni degli Organismi Vegetali”, “Produzioni vegetali per le filiere agroalimentari”
    è titolare dei corsi di “ Produzioni vegetali” e “Cerealicoltura”  

    INFO SUL CORSO


    OBIETTIVI GENERALI DEL CORSO

    • Conoscenza e capacità di comprensione: Lo studente acquisirà i concetti di base relativi alla struttura morfologica, fisiologia, qualità e genetica dei principali cereali. Inoltre acquisirà concetti necessari a gestire tali colture con gli obiettivi di massimizzazione delle rese e della qualità in un contesto di sostenibilità ambientale, agronomica e economica.
      Verranno acquisiti concetti fondamentali anche per ciò che riguarda lo sviluppo di protocolli sperimentali al fine di indagare la risposte dei cereali alle principali variabili agronomiche.
    • Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Lo studente sarà in grado di applicare le conoscenze acquisite in termini di gestione agronomica dei principali cereali coltivati, e di valutare le scelte in termini di qualità delle produzioni
    • Autonomia di giudizio: Lo studente acquisirà le conoscenze per poter interpretare le risposte in un determinato contesto agro-sistemico e di conseguenza saprà gestire e scegliere la/le più idonea soluzione tecnica.
    • Abilità comunicative: La discussione dei dati osservati durante le attività pratiche (esercitazioni) avverrà sia collettivamente sia individualmente. Lo studente dovrà presentare le abilità acquisite, tramite tesine e/o report utilizzando anche una terminologia adeguata.
    • Capacità di apprendimento: Alla fine del corso lo studente sarà in grado di applicare in maniera critica protocolli per la risoluzione di problematiche nell’ambito della filiera agro alimentare dei cereali grazie ai concetti acquisiti.

    PREREQUISITI E PROPEDEUTICITA'
    • Prerequisiti: Conoscenza dei principi di fisiologia e morfologia dei vegetali ed aspetti e principi agronomici.
    • Propedeuticità: E' consigliato aver frequentato i corsi di "Struttura e funzioni degli organismi vegetali e animali" e "Produzioni Vegetali".

    INDICATORI DI DUBLINO


    UNITA' DIDATTICA 1: Introduzione alla cerealicoltura

    • Conoscenza e capacità di comprensione: Lo studente acquisirà informazioni relative all'importanza dei cereali, alla loro diffusione e tendenze future. Inoltre i principi base per la creazione e lo sviluppo di protocolli sperimentali al fine di indagare la risposte dei cereali alle principali variabili agronomiche.
    • Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Lo studente sarà in grado di applicare le conoscenze acquisite attraverso la simulazione di protocolli sperimentali e la pianificazione delle coltivazioni a livello di comprensorio e di azienda
    • Autonomia di giudizio: Lo studente acquisirà le conoscenze per poter interpretare le risposte in un determinato contesto agro-sistemico e pedo-climatico.
    • Abilità comunicative: La discussione dei dati presentati avverrà sia collettivamente sia individualmente. Lo studente dovrà presentare le abilità acquisite, tramite tesine e/o report utilizzando anche una terminologia adeguata.
    • Capacità di apprendimento: Lo studente sarà in grado di dimostrare la sua capacità di apprendimento della situazione generale della cerealicoltura anche attraverso la proposizione di soluzioni innovative ambito dell'intera filiera agro alimentare.

    UNITA' DIDATTICA 2: Cereali microtermi
    • Conoscenza e capacità di comprensione: Lo studente acquisirà i concetti di base relativi alla struttura morfologica, fisiologia, qualità e genetica dei principali cereali microtermi. Inoltre acquisirà concetti necessari a gestire tali colture con gli obiettivi di massimizzazione delle rese e della qualità in un contesto di sostenibilità ambientale, agronomica e economica.
      Verranno acquisiti concetti fondamentali anche per ciò che riguarda lo sviluppo di protocolli sperimentali al fine di indagare la risposte dei cereali alle principali variabili agronomiche.
    • Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Lo studente sarà in grado di applicare le conoscenze acquisite in termini di gestione agronomica dei principali cereali microtermi coltivati, e di valutare le scelte più opportune per l'ottimizzazione delle rese in termini quali-quantitativi.
    • Autonomia di giudizio: Lo studente acquisirà le conoscenze per poter interpretare le risposte in un determinato contesto agro-sistemico, saprà gestire e scegliere la/le più idonea soluzione tecnica per la gestione dei cereali microtermi, proporre soluzioni innovative per il miglioramento della qualità .
    • Abilità comunicative: La discussione dei dati osservati durante le attività pratiche (esercitazioni) avverrà sia collettivamente sia individualmente. Lo studente dovrà presentare le abilità acquisite, tramite tesine e/o report utilizzando anche una terminologia adeguata.
    • Capacità di apprendimento: Lo studente sarà in grado di applicare in maniera critica protocolli per la risoluzione di problematiche nell’ambito della filiera agro alimentare dei cereali microtermi grazie ai concetti acquisiti.

    UNITA' DIDATTICA 3: Cereali macrotermi
    • Conoscenza e capacità di comprensione: Lo studente acquisirà i concetti di base relativi alla struttura morfologica, fisiologia, qualità e genetica dei principali cereali macrotermi. Inoltre acquisirà concetti necessari a gestire tali colture con gli obiettivi di massimizzazione delle rese e della qualità in un contesto di sostenibilità ambientale, agronomica e economica.
      Verranno acquisiti concetti fondamentali anche per ciò che riguarda lo sviluppo di protocolli sperimentali al fine di indagare la risposte dei cereali alle principali variabili agronomiche.
    • Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Lo studente sarà in grado di applicare le conoscenze acquisite in termini di gestione agronomica dei principali cereali macrotermi coltivati, e di valutare le scelte più opportune per l'ottimizzazione delle rese in termini quali-quantitativi.
    • Autonomia di giudizio: Lo studente acquisirà le conoscenze per poter interpretare le risposte in un determinato contesto agro-sistemico, saprà gestire e scegliere la/le più idonea soluzione tecnica per la gestione dei cereali macrotermi, proporre soluzioni innovative per il miglioramento della qualità.
    • Abilità comunicative: La discussione dei dati osservati durante le attività pratiche (esercitazioni) avverrà sia collettivamente sia individualmente. Lo studente dovrà presentare le abilità acquisite, tramite tesine e/o report utilizzando anche una terminologia adeguata.
    • Capacità di apprendimento: Lo studente sarà in grado di applicare in maniera critica protocolli per la risoluzione di problematiche nell’ambito della filiera agro alimentare dei cereali macrotermi grazie ai concetti acquisiti.

    LEZIONI SETTIMANALI

    • Giovedì ore 14:30 - aula 4

    LIBRI DI TESTO

    Coltivazioni erbacee

    • Autore: Francesco Bonciarelli Umberto Bonciarelli
    • Edizione: Edagricole, 2001, Bologna

    Genetica dei cereali
    • Autore: Bianchi, Lorenzoni, Sabatini
    • Edizione: Edagricole, 1989, Bologna

    MATERIALE DI APPROFONDIMENTO

    Non sono al momento disponibili materiali di approfondimento per questo corso.

    PROVE INTERMEDIE

    PROVA INTERMEDIA 1

    • Unità didattica di riferimento: 1
    • Data: al termine dell'unità didattica di riferimento
    • Tipologia di prova: Scritta

    PROVA INTERMEDIA 2
    • Unità didattica di riferimento: 2
    • Data: al termine dell'unità didattica di riferimento
    • Tipologia di prova: Scritta

    PROVA INTERMEDIA 3
    • Unità didattica di riferimento: 3
    • Data: al termine dell'unità didattica di riferimento
    • Tipologia di prova: Scritta


    MODALITA' DI VALUTAZIONE
    Accertamento della preparazione tramite prove scritte in itinere e colloquio orale finale.