Indice degli argomenti

  • Biologia dei microrganismi - Prof. Aldo Corsetti - a.a. 2015/2016

    Aldo Corsetti è professore associato di Microbiologia Agraria presso la Facoltà di Bioscienze e Tecnologie Agro-alimentari e Ambientali dell'Università degli Studi di Teramo e membro del Collegio dei Docenti del Dottorato di Ricerca in "Scienze degli Alimenti". A gennaio del 2014 ha ottenuto l’abilitazione scientifica nazionale alla prima fascia dei professori universitari nel settore concorsuale 07/F2-Microbiologia Agraria. Si è laureato in Scienze Agrarie presso la Facoltà di Agraria dell'Università degli Studi di Perugia, dove ha anche conseguito il titolo di Dottore di Ricerca (Ph. D.) in "Biotecnologie degli Alimenti". Nel 2001 ha fatto parte del Collegio dei Docenti del Dottorato di Ricerca Internazionale Italia - Irlanda "Biotechnology of lactic acid bacteria: genetic engineering and enzymology". Presso l’Ateneo di Teramo ha ricoperto l’incarico di responsabile di Facoltà per il programma Erasmus dal 2006 al 2013; a tutt’oggi è componente del gruppo Assicurazione Qualità della Ricerca presso la Facoltà di Bioscienze e docente di riferimento, membro della commissione didattica-paritetica e componente della Commissione Qualità per l’accreditamento del CdS in Biotecnologie. Dal 2013 è membro dell’Osservatorio della Ricerca di Ateneo. Dal 2012, in rappresentanza dell’Università degli Studi di Teramo, è membro del comitato tecnico scientifico (CTS) dell’ITS per l’Agroalimentare. Dal 2009 è membro dell’Osservatorio per la Ricerca della società scientifica SIMTREA (Società Italiana di Microbiologia Agro-Alimentare e Ambientale).
    Svolge attività di ricerca sulla caratterizzazione fisiologica e sulla tipizzazione molecolare di batteri lattici, sulle loro implicazioni nella produzione e conservazione di alimenti e sul loro rilievo in matrici alimentari mediante metodi coltura-dipendenti e coltura-indipendenti. E' Editore Associato delle riviste internazionali "Frontiers in Food Microbiology" e “Annals of Microbiology”, e membro dell'Editorial Board delle riviste "International Journal of Food Microbiology", "The Open Bioactive Compounds Journal", "The Scientific World Journal" e "American Journal of Agricultural Science and Technology". E' autore e co-autore di 175 lavori, più della metà dei quali recensiti dall'ISI. Gli indici bibliometrici di riferimento sono: -Pubblicazioni indicizzate; numero di citazioni; h index: 91; 3360; 31 (fonte SCOPUS).

    OBIETTIVI DEL CORSO, PREREQUISITI E PROPEDEUTICITA'

    • Obiettivi formativi generali > Gli obiettivi del corso saranno perseguiti in due momenti successivi e sequenziali. In una prima fase saranno fornite allo studente le informazioni fondamentali relative all'organizzazione strutturale e alle funzioni della cellula microbica, considerando la diversità del mondo dei microrganismi con particolare riferimento a quelli d’interesse agro-alimentare. Nella fase successiva saranno considerati i fattori che regolano la crescita e le attività metaboliche dei microrganismi, ponendo le basi per lo studio dei diversi ruoli che essi possono svolgere in natura e, in maniera specifica, nei diversi processi di trasformazione agro-alimentare considerando, inoltre, le tecniche fenotipiche e genotipiche di base della tassonomia microbica.
    • Prerequisiti > Al fine di ottimizzare l’acquisizione delle conoscenze e la capacità di comprensione e raggiungere gli obiettivi prefissati dal corso, lo studente, prima di frequentare le lezioni, deve aver acquisito nozioni di base di biologia e chimica, con particolare riferimento alle caratteristiche delle macromolecole (polisaccaridi, lipidi, proteine, acidi nucleici).
    • Propedeuticità > Nessuna.

    INDICATORI DI DUBLINO

    UNITA' DIDATTICA 1: Strutture e funzioni della cellula microbica

    Conoscenza e capacità di comprensione: Lo studente dovrà conoscere la morfologia delle cellule microbiche e comprendere la stretta relazione che lega ogni struttura cellulare alle sue specifiche funzioni;

    Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Lo studente dovrà essere in grado di riconoscere i diversi tipi di microrganismi e applicare le conoscenze acquisite per distinguere i batteri sulla base della differente struttura della parete cellulare;

    Autonomia di giudizio: Lo studente dovrà acquisire adeguate capacità di valutazione per la distinzione di diversi tipi di microrganismi;

    Abilità comunicative: Lo studente sarà in grado di presentare le proprie analisi riguardanti diverse strutture cellulari e vari tipi di microrganismi. A tal fine, le abilità comunicative dello studente saranno favorite e stimolate nel corso della discussione durante la valutazione dei risultati di attività di laboratorio;

    Capacità di apprendimento: Lo studente dovrà dimostrare di aver appreso l’importanza e il ruolo che le diverse strutture cellulari svolgono per la vita della cellula e per la sua classificazione.

    UNITA' DIDATTICA 2: Valutazione della crescita microbica e principi di tassonomia polifasica

    Conoscenza e capacità di comprensione: Lo studente dovrà conoscere le modalità attraverso cui la cellula si nutre e ricava energia per la crescita e comprendere come i fattori esterni influenzino quest’ultima. Dovrà conoscere i diversi metodi per valutare la crescita microbica e comprenderne i vantaggi e gli svantaggi. Dovrà, inoltre, conoscere il concetto di specie in microbiologia e comprendere i concetti di base della tassonomia microbica;

    Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Lo studente dovrà essere in grado di applicare i metodi fondamentali per il rilievo della crescita microbica e applicare le conoscenze acquisite per ottimizzare la crescita dei diversi microrganismi. Dovrà, inoltre, essere in grado di applicare le conoscenze acquisite per identificare i microrganismi fino a livello di specie mediante un approccio polifasico;

    Autonomia di giudizio: Lo studente dovrà acquisire adeguate capacità di giudizio per la scelta del metodo ottimale per la stima della crescita microbica ed essere in grado di valutare il risultato ottenuto. Dovrà, inoltre, acquisire adeguate capacità di collocare i microrganismi nel corretto livello tassonomico scegliendo il più opportuno approccio fenotipico, riferendosi anche alle tecniche genotipiche fondamentali;

    Abilità comunicative: Lo studente sarà in grado di presentare le proprie analisi riguardanti la valutazione della crescita dei microrganismi e la loro identificazione. A tal fine, le abilità comunicative dello studente saranno favorite e stimolate nel corso della discussione durante la valutazione dei risultati di attività di laboratorio;

    Capacità di apprendimento: Lo studente dovrà dimostrare di aver appreso l’importanza e il ruolo che i terreni di coltura svolgono nel supportare la crescita dei microrganismi e nelle diverse metodiche per la valutazione della crescita e l’identificazione dei diversi gruppi microbici.

    Libri di testo

    • Madigan M.T. - Martinko J.M. - Stahl D.A. - Clark D.P., Biologia dei Microrganismi (vol. I e II), Casa Editrice Pearson Italia, 2012, Milano.

    • Aldo Corsetti, Luca Settanni, Douwe van Sinderen, Giovanna E. Felis, Franco Dellaglio, Marco Gobbetti., Lactobacillus rossii sp. nov., isolated from wheat sourdough, Rivista International Journal of Systematic and Evolutionary Microbiology, Numero 55, 2005, Da pag … a pag … 35-40. Link per il download http://ijs.sgmjournals.org/content/55/1/35.long

    PROVE INTERMEDIE

    • Unità didattica 1: 5° settimana di lezione, Test scritto (con domande a risposta multipla, V/F, domande a risposta aperta).
    • Unità didattica 2: 9° settimana di lezione, Test scritto (con domande a risposta multipla, V/F, domande a risposta aperta).
    • Unità didattica 1-2: 10° settimana di lezione, Colloquio orale.

    Modalità di valutazione degli studenti
    -La valutazione degli studenti che avranno modo di seguire le attività didattiche terrà conto delle prove intermedie, sostenute in piattaforma, relative alle prime 2 units.
    -Il voto finale sarà determinato come media semplice del punteggio ottenuto nelle due prove.
    -Ogni prova si intenderà superata qualora sia stato raggiunto il punteggio minimo di 18/30.
    -Il mancato raggiungimento del punteggio minimo in una delle due prove intermedie determinerà la possibilità di recuperare la prova stessa mediante colloquio orale al termine del corso.
    -L’esame orale, da svolgere nelle sessioni d’esame previste al termine del corso, riguarderà tutti gli argomenti trattati nelle 2 units e dovrà essere obbligatoriamente sostenuto nei seguenti casi:
    -studenti che non abbiano raggiunto la votazione minima di 18/30 come media delle due prove intermedie.
    -studenti non soddisfatti del voto ottenuto come media delle due prove intermedie.


  • Unità didattica 1 - Lezione 1 - 19/10/2015

    Presentazione del corso. Importanza dei microrganismi nel settore delle trasformazioni agro-alimentari. Le principali scoperte nella storia della microbiologia.

    • Unità didattica 1 - Lezione 2 - 20/10/2015

      Microscopia ottica ed elettronica. Preparati a fresco e colorati. 

      • Unità didattica 1 - Lezione 3 - 27/10/2014

        Caratteristiche generali della cellula procariotica ed eucariotica. Morfologia e dimensioni delle cellule microbiche.

        • Unità didattica 1 - Lezione 4 - 30/10/2014

          Strutture cellulari: capsula, corpi inclusi, ribosomi. L'organizzazione del DNA nella cellula procariotica ed eucariotica.

          • Unità didattica 1 - Lezione 5 - 03/11/2014

            Parete cellulare dei batteri e colorazione di Gram. 

            • Unità didattica 1 - Lezione 6 - 06/11/2014

              Membrana citoplasmatica e sistemi di trasporto.

              • Unità didattica 1 - Esercitazione 1 - 13/11/2014

                Osservazione di diverse morfologie microbiche con il microscopio ottico in campo chiaro. Esecuzione della colorazione di Gram.

                • Unità didattica 2 - Lezione 1 - 17/11/2014

                  Categorie nutrizionali di microrganismi; preparazione ed impiego dei terreni di coltura

                  • Unità didattica 2 - Lezione 2 - 20/11/2014

                    Metodi per la determinazione del numero di microrganismi e per l'isolamento in coltura pura.

                    • Unità didattica 2 - Lezione 3 - 24/11/2014

                      Curva di crescita e dati matematici per il calcolo del tempo di generazione.

                      • Unità didattica 2 - Esercitazione 2 - 01/12/2014

                        Risultati della conta vitale ed espressione del dato.

                        • Unità didattica 2 - Lezione 4 - 04/12/2014

                          La conservazione dell'energia nei microrganismi: fermentazione e respirazione aerobia. 

                          • Unità didattica 2 - Lezione 5 - 11/12/2014

                            Effetto della temperatura, dell'acidità, della disponibilità di acqua e dell'ossigeno sulla crescita dei microrganismi.

                            • Unità didattica 2 - Lezione 6 + Esercitazione 3 - 15/12/2014

                              Introduzione alla tassonomia. Il concetto di specie. Tassonomia fenotipica classica. Impiego di kit miniaturizzati.

                              • Unità didattica 2 - Lezione 7 - 18/12/2014

                                Tassonomia genetica e filogenetica.