Indice degli argomenti

  • Gestione tecnico normativa - Prof. Andrea Piva - a.a. 2015/2016

    Ricercatore a tempo indeterminato per il settore scientifico disciplinare AGR 15 (Scienze e Tecnologie Alimentari) presso la Facoltà di Bioscienze e Tecnologie Agro-Alimentari e Ambientali.

    Ha svolto attività di ricerca nel settore enologico in qualità di responsabile di progetto.

    Ha partecipato alle commissioni di degustazione vini DOC “Bosco Eliceo” della Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura della Provincia di Ferrara.

    E' inoltre autore di oltre 80 lavori nel settore enologico, sia scientifici sia a carattere divulgativo pubblicati su riviste specializzate oppure presentati nell'ambito di convegni di rilevanza nazionale ed internazionale.  

    INFO SUL CORSO

    OBIETTIVI GENERALI DEL CORSO

    • Conoscenza e capacità di comprensione: Obiettivo del corso è di far conseguire allo studente conoscenze e capacità di comprensione di livello post secondario nel settore enologico, in particolare nell’organizzazione della cantina. Competenze che rappresentano uno strumento fondamentale in vista di un possibile inserimento nel mondo del lavoro.
    • Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Il corso intende fornire delle capacità di applicare le conoscenze e capacità di comprensione in maniera da dimostrare un approccio professionale al lavoro. Inoltre, intende fornire specifiche competenze sia per ideare e sostenere argomentazioni che per risolvere problemi nell’organizzazione della cantina.
    • Autonomia di giudizio: Il corso intende fornire capacità di raccogliere ed interpretare i dati (relativi al settore enologico) ritenuti utili a determinare giudizi autonomi, inclusa la riflessione su temi sociali, scientifici o etici ad essi connessi. In particolare, lo studio viene impostato per costruire un filo logico che collega l’intero processo produttivo, dall’approvvigionamento della materia prima alla commercializzazione del prodotto finito, nelle sue diverse implicazioni normative, muovendosi sui diversi livelli della gerarchia delle fonti: dal piano comunitario via via a scendere al livello nazionale con la duplice attenzione alle leggi ed ai decreti ministeriali da un lato ed alle circolari applicative dall’altro.
    • Abilità comunicative: Il corso si prefigge di fornire agli studenti specifiche competenze al fine di saper comunicare informazioni, idee, problemi e soluzioni a interlocutori specialisti e non specialisti. Tali competenze sono fondamentali nella gestione della cantina, proprio in funzione della giungla delle documentazioni folta di dichiarazioni, comunicazioni, denunce, autorizzazioni, registri di vario tipo.
    • Capacità di apprendimento: Gli studenti devono sviluppare quelle capacità di apprendimento che sono loro necessarie per intraprendere studi successivi con un alto grado di autonomia.


    PREREQUISITI E PROPEDEUTICITA'
    • Prerequisiti: Possedere conoscenze di base di legislazione vitivinicole e di economia e gestione dell’azienda vitivinicola. Inoltre, possedere nozioni sulle tecnologie di vinificazione utilizzate in cantina, con particolare riferimento alle differenti implicazioni tecnologiche tra vinificazione con macerazione delle bucce e vinificazione in assenza delle bucce.Possedere conoscenze di base di legislazione vitivinicole e di economia e gestione dell’azienda vitivinicola. Inoltre, possedere nozioni sulle tecnologie di vinificazione utilizzate in cantina, con particolare riferimento alle differenti implicazioni tecnologiche tra vinificazione con macerazione delle bucce e vinificazione in assenza delle bucce.
    • Propedeuticità: Non sono previste propedeuticità.

    INDICATORI DI DUBLINO


    UNITA' DIDATTICA 1: GESTIONE TECNICO NORMATIVA

    • Conoscenza e capacità di comprensione: Obiettivo del corso è di far conseguire allo studente conoscenze e capacità di comprensione di livello post secondario nel settore enologico, in particolare nell’organizzazione della cantina. Competenze che rappresentano uno strumento fondamentale in vista di un possibile inserimento nel mondo del lavoro.
    • Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Il corso intende fornire delle capacità di applicare le conoscenze e capacità di comprensione in maniera da dimostrare un approccio professionale al lavoro. Inoltre, intende fornire specifiche competenze sia per ideare e sostenere argomentazioni che per risolvere problemi nell’organizzazione della cantina.
    • Autonomia di giudizio: Il corso intende fornire capacità di raccogliere ed interpretare i dati (relativi al settore enologico) ritenuti utili a determinare giudizi autonomi, inclusa la riflessione su temi sociali, scientifici o etici ad essi connessi. In particolare, lo studio viene impostato per costruire un filo logico che collega l’intero processo produttivo, dall’approvvigionamento della materia prima alla commercializzazione del prodotto finito, nelle sue diverse implicazioni normative, muovendosi sui diversi livelli della gerarchia delle fonti: dal piano comunitario via via a scendere al livello nazionale con la duplice attenzione alle leggi ed ai decreti ministeriali da un lato ed alle circolari applicative dall’altro.
    • Abilità comunicative: Il corso si prefigge di fornire agli studenti specifiche competenze al fine di saper comunicare informazioni, idee, problemi e soluzioni a interlocutori specialisti e non specialisti. Tali competenze sono fondamentali nella gestione della cantina, proprio in funzione della giungla delle documentazioni folta di dichiarazioni, comunicazioni, denunce, autorizzazioni, registri di vario tipo.
    • Capacità di apprendimento: Gli studenti devono sviluppare quelle capacità di apprendimento che sono loro necessarie per intraprendere studi successivi con un alto grado di autonomia.


    LEZIONI SETTIMANALI

    • Martedì ore 13:30 - 15:30 - aula Bioscienze
    • Mercoledì ore 8:30 - 9:30 - aula Bioscienze

    LIBRI DI TESTO


    Note pratiche di legislazione vinicola

    • Autore: Sabellico A.
    • Edizione: Assoenologi, 2011, Milano

    MATERIALE DI APPROFONDIMENTO


    Appunti delle lezioni


    PROVE INTERMEDIE


    PROVA INTERMEDIA 1

    • Unità didattica di riferimento: 1
    • Data: non ancora definita
    • Tipologia di prova: La modalità di accertamento dei crediti avviene in forma orale al termine del corso. Non sono previste verifiche in itinere.

    MODALITA' DI VALUTAZIONE
    La modalità di accertamento dei crediti avviene in forma orale al termine del corso. Non sono previste verifiche in itinere.