Indice degli argomenti

  • Farmacologia veterinaria - Prof. Michele Amorena - a.a. 2015/2016

    Laurea in Medicina Veterinaria (Università degli Studi di Napoli Federico II)
    Dottore di ricerca in scienze dell’allevamento. Professore ordinario, SSD VET/07 – Farmacologia e Tossicologia Veterinaria. Componente del senato accademico per il triennio 2013-2016. Presidente Commissione Paritetica della Facoltà di Bioscienze e Tecnologie Agro-Alimentari e Ambientali. Componente per il biennio 2015-16 del Comitato scientifico della SAPMIF.
    Docente nei CdL dell’Università degli Studi di Teramo per l’a.a. 2015-16 in:
    MV dell’insegnamento di Farmacologia Veterinaria;
    TBA dell’insegnamento del modulo di Tossicologia nell’insegnamento di Ecologia ed Ecotossicologia;
    STA Magistrale dell’insegnamento di Tossicologia dei residui.
    Incaricato dell’insegnamento di Farmacologia dei prodotti della pesca alla Scuola di Specializzazione ICPPA, dell’Università degli Studi di Camerino per l’a.a. 2015-16.
    L’attività scientifica è focalizzata e nell’allestimento di metodi analitici (mediante HPLC, GC, GC-MS) atti alla determinazione di xenobiotici in matrici organiche; nella valutazione degli effetti tossici, di studi di tossicocinetica e metabolismo di numerosi xenobiotici in organismi viventi finalizzati alla valutazione del grado di inquinamento di diversi ecosistemi e al rischio chimico da residui connesso al loro utilizzo come alimenti.
    Dati Scopus al 3 marzo 2016 Documenti: 49, Citazioni: 506, h Index: 12
    http://www.scopus.com/authid/detail.uri?authorId=6602842996
    https://scholar.google.it/citations?hl=it&user=EqAkbzUAAAAJ&view_op=list_works
     

    INFO SUL CORSO


    OBBIETTIVI GENERALI DEL CORSO

    • Conoscenza e capacità di comprensione: L'obiettivo del corso è quello di fornire allo studente gli elementi necessari per lo studio delle proprietà farmacocinetiche e farmacodinamiche dei farmaci, della capacità di miglioramento dello stato di malattia apportato dal trattamento farmacologico, nonché del beneficio e del rischio legato all’impiego del farmaco, al fine di un più efficace e sicuro uso dei medicamenti.
      Il raggiungimento di tale obiettivo è indispensabile per la formazione culturale di quel professionista chiamato ad operare in campo sanitario dalla direttiva 85/432/CEE, per il quale la stessa direttiva prevede un'attività professionale comprendente anche la "diffusione di informazione e consigli nel settore dei medicinali e della tutela della salute". Particolare attenzione, inoltre, è rivolta allo sviluppo e soprattutto all’utilizzo di un lessico di carattere tecnico-scientifico fondamentale non solo per questo corso ma anche per garantire un migliore approccio alle materie cliniche presenti nel corso di studi della medicina veterinaria
    • Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Allo studente sono forniti tutti gli elementi di base per poter approcciarsi in modo logico e critico al corretto impiego del farmaco sia nel corso di patologie, sia a scopo profilattico che diagnostico nelle varie specie animali. Le nozioni ricevute durante il corso consentono inoltre allo studente di leggere ed interpretare correttamente i parametri cinetici riportati nel foglio illustrativo dei farmaci. Conoscenze che potranno risultare utili non solo nell’ambito degli argomenti trattati a lezione o nel corso di studi ma anche in un ambito professionale
    • Autonomia di giudizio: Il corso è specificatamente strutturato per favorire lo sviluppo della capacità critica e l’autonomia di giudizio e di intervento dello studente. Inoltre, facendo specifico riferimento allo stato dell’arte della ricerca in cui il docente è personalmente coinvolto, è stimolato il confronto critico fra più posizioni, ipotesi scientifiche alternative, ricostruendo, nel prendere in esame i singoli casi studio, gli elementi propri del processo logico decisionale
    • Abilità comunicative: Nel corso delle lezioni il docente coinvolge attivamente lo studente invogliandolo a intervenire con finalità di autovalutazione e, soprattutto, al fine di promuovere il senso di sicurezza nell’esposizione in pubblico e la padronanza del gergo tecnico attinente alla materia del corso.
    • Capacità di apprendimento: Il riferimento costante all’esperienza di ricerca del docente permette di seguire, nel corso delle lezioni, l’iter proprio della ricerca scientifica e del metodo scientifico stesso, invogliando lo studente a strutturare logicamente il proprio metodo di studio e incentivando la capacità di apprendimento piuttosto che lo studio mnemonico finalizzato al superamento dell’esame. Inoltre è stimolata la riflessione autonoma dello studente, sia all’atto delle prove di autovalutazione sia durante la singola lezione, finalizzando all’acquisizione della capacità di approfondimento, senso critico e soprattutto autonomia nella corretta gestione del farmaco minimizzando i rischi negli animali, all’ambiente e all’uomo


    PREREQUISITI E PROPEDEUTICITA'
    • Prerequisiti: Lo studente deve possedere, ai fini della comprensione dei contenuti del corso di Farmacologia Veterinaria, le nozioni fondamentali della Biochimica, della Fisiologia veterinaria e della Fisiopatologia generale veterinaria.
    • Propedeuticità: Fisiologia veterinaria II. Microbiologia è consigliata. Il corso è propedeutico per l’insegnamento di Anestesiologia.

    INDICATORI DI DUBLINO


    UNITA' DIDATTICA 1: Farmacologia generale

    • Conoscenza e capacità di comprensione: L'obiettivo del corso è quello di fornire allo studente gli elementi necessari per lo studio delle proprietà farmacocinetiche e farmacodinamiche dei farmaci, della capacità di miglioramento dello stato di malattia apportato dal trattamento farmacologico, nonché del beneficio e del rischio legato all’impiego del farmaco, al fine di un più efficace e sicuro uso dei medicamenti.
      Il raggiungimento di tale obiettivo è indispensabile per la formazione culturale di quel professionista chiamato ad operare in campo sanitario dalla direttiva 85/432/CEE, per il quale la stessa direttiva prevede un'attività professionale comprendente anche la "diffusione di informazione e consigli nel settore dei medicinali e della tutela della salute". Particolare attenzione, inoltre, è rivolta allo sviluppo e soprattutto all’utilizzo di un lessico di carattere tecnico-scientifico fondamentale non solo per questo corso ma anche per garantire un migliore approccio alle materie cliniche presenti nel corso di studi della medicina veterinaria
    • Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Allo studente sono forniti tutti gli elementi di base per poter approcciarsi in modo logico e critico al corretto impiego del farmaco sia nel corso di patologie, sia a scopo profilattico che diagnostico nelle varie specie animali. Le nozioni ricevute durante il corso consentono inoltre allo studente di leggere ed interpretare correttamente i parametri cinetici riportati nel foglio illustrativo dei farmaci. Conoscenze che potranno risultare utili non solo nell’ambito degli argomenti trattati a lezione o nel corso di studi ma anche in un ambito professionale
    • Autonomia di giudizio: Il corso è specificatamente strutturato per favorire lo sviluppo della capacità critica e l’autonomia di giudizio e di intervento dello studente. Inoltre, facendo specifico riferimento allo stato dell’arte della ricerca in cui il docente è personalmente coinvolto, è stimolato il confronto critico fra più posizioni, ipotesi scientifiche alternative, ricostruendo, nel prendere in esame i singoli casi studio, gli elementi propri del processo logico decisionale
    • Abilità comunicative: Nel corso delle lezioni il docente coinvolge attivamente lo studente invogliandolo a intervenire con finalità di autovalutazione e, soprattutto, al fine di promuovere il senso di sicurezza nell’esposizione in pubblico e la padronanza del gergo tecnico attinente alla materia del corso.
    • Capacità di apprendimento: Il riferimento costante all’esperienza di ricerca del docente permette di seguire, nel corso delle lezioni, l’iter proprio della ricerca scientifica e del metodo scientifico stesso, invogliando lo studente a strutturare logicamente il proprio metodo di studio e incentivando la capacità di apprendimento piuttosto che lo studio mnemonico finalizzato al superamento dell’esame. Inoltre è stimolata la riflessione autonoma dello studente, sia all’atto delle prove di autovalutazione sia durante la singola lezione, finalizzando all’acquisizione della capacità di approfondimento, senso critico e soprattutto autonomia nella corretta gestione del farmaco minimizzando i rischi negli animali, all’ambiente e all’uomo


    UNITA' DIDATTICA 2: Farmacologia Speciale: Farmaci del sistema nervoso centrale e periferico
    • Conoscenza e capacità di comprensione: L'obiettivo del corso è quello di fornire allo studente gli elementi necessari per lo studio delle proprietà farmacocinetiche e farmacodinamiche dei farmaci, della capacità di miglioramento dello stato di malattia apportato dal trattamento farmacologico, nonché del beneficio e del rischio legato all’impiego del farmaco, al fine di un più efficace e sicuro uso dei medicamenti.
    • Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Allo studente sono forniti tutti gli elementi di base per poter approcciarsi in modo logico e critico al corretto impiego del farmaco sia nel corso di patologie, sia a scopo profilattico che diagnostico nelle varie specie animali. Le nozioni ricevute durante il corso consentono inoltre allo studente di leggere ed interpretare correttamente i parametri cinetici riportati nel foglio illustrativo dei farmaci. Conoscenze che potranno risultare utili non solo nell’ambito degli argomenti trattati a lezione o nel corso di studi ma anche in un ambito professionale
    • Autonomia di giudizio: Il corso è specificatamente strutturato per favorire lo sviluppo della capacità critica e l’autonomia di giudizio e di intervento dello studente. Inoltre, facendo specifico riferimento allo stato dell’arte della ricerca in cui il docente è personalmente coinvolto, è stimolato il confronto critico fra più posizioni, ipotesi scientifiche alternative, ricostruendo, nel prendere in esame i singoli casi studio, gli elementi propri del processo logico decisionale
    • Abilità comunicative: Nel corso delle lezioni il docente coinvolge attivamente lo studente invogliandolo a intervenire con finalità di autovalutazione e, soprattutto, al fine di promuovere il senso di sicurezza nell’esposizione in pubblico e la padronanza del gergo tecnico attinente alla materia del corso.
    • Capacità di apprendimento: Il riferimento costante all’esperienza di ricerca del docente permette di seguire, nel corso delle lezioni, l’iter proprio della ricerca scientifica e del metodo scientifico stesso, invogliando lo studente a strutturare logicamente il proprio metodo di studio e incentivando la capacità di apprendimento piuttosto che lo studio mnemonico finalizzato al superamento dell’esame. Inoltre è stimolata la riflessione autonoma dello studente, sia all’atto delle prove di autovalutazione sia durante la singola lezione, finalizzando all’acquisizione della capacità di approfondimento, senso critico e soprattutto autonomia nella corretta gestione del farmaco minimizzando i rischi negli animali, all’ambiente e all’uomo


    UNITA' DIDATTICA 3: Sistema degli autacoidi e sua modulazione farmacologica. Farmacologia dell’apparato cardiovascolare. Farmaci attivi sul bilancio idroelettrolitico. Farmacologia dell’apparato respiratorio. Chemioterapici, antibiotici, antifungini e antiparassitari
    • Conoscenza e capacità di comprensione: L'obiettivo del corso è quello di fornire allo studente gli elementi necessari per lo studio delle proprietà farmacocinetiche e farmacodinamiche dei farmaci, della capacità di miglioramento dello stato di malattia apportato dal trattamento farmacologico, nonché del beneficio e del rischio legato all’impiego del farmaco, al fine di un più efficace e sicuro uso dei medicamenti.
    • Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Allo studente sono forniti tutti gli elementi di base per poter approcciarsi in modo logico e critico al corretto impiego del farmaco sia nel corso di patologie, sia a scopo profilattico che diagnostico nelle varie specie animali. Le nozioni ricevute durante il corso consentono inoltre allo studente di leggere ed interpretare correttamente i parametri cinetici riportati nel foglio illustrativo dei farmaci. Conoscenze che potranno risultare utili non solo nell’ambito degli argomenti trattati a lezione o nel corso di studi ma anche in un ambito professionale
    • Autonomia di giudizio: studente. Inoltre, facendo specifico riferimento allo stato dell’arte della ricerca in cui il docente è personalmente coinvolto, è stimolato il confronto critico fra più posizioni, ipotesi scientifiche alternative, ricostruendo, nel prendere in esame i singoli casi studio, gli elementi propri del processo logico decisionale
    • Abilità comunicative: Nel corso delle lezioni il docente coinvolge attivamente lo studente invogliandolo a intervenire con finalità di autovalutazione e, soprattutto, al fine di promuovere il senso di sicurezza nell’esposizione in pubblico e la padronanza del gergo tecnico attinente alla materia del corso.
    • Capacità di apprendimento: stimolata la riflessione autonoma dello studente, sia all’atto delle prove di autovalutazione sia durante la singola lezione, finalizzando all’acquisizione della capacità di approfondimento, senso critico e soprattutto autonomia nella corretta gestione del farmaco minimizzando i rischi negli animali, all’ambiente e all’uomo


    LIBRI DI TESTO


    Farmacologia Veterinaria

    • Autore: Carli
    • Edizione: Idelson-Gnocchi, 2009


    PROVE INTERMEDIE


    PROVA INTERMEDIA 1

    • Unità didattica di riferimento: 1
    • Data: 7 aprile 2016
    • Tipologia di prova: Domande a risposta multipla


    PROVA INTERMEDIA 2
    • Unità didattica di riferimento: 2
    • Data: 13 maggio 2016
    • Tipologia di prova: Domande a risposta multipla


    PROVA INTERMEDIA 3
    • Unità didattica di riferimento: 3
    • Data: al termine dell'unità didattica di riferimento
    • Tipologia di prova: Domande a risposta multipla


    PROVA FINALE DI RECUPERO

    • Unità didattica di riferimento: 1-2-3
    • Data: 22 febbraio 2017 ore 9.30 aula 13 SPOL; 9 marzo 2017; 11 maggio 2017; 15 giugno 2017
    • Tipologia di prova: Domande a risposta multipla su piattaforma



    MODALITA' DI VALUTAZIONE
    Prova scritta e colloquio orale sugli argomenti del programma. La prova scritta è articolata in domande a risposte multiple o aperte. La prova orale finale è articolata in tre domande di cui una riguardante la farmacologia generale e due inerenti la farmacologia speciale.