Indice degli argomenti

  • Certificazione e tracciabilità delle produzioni e dei prodotti - Prof. Luca Maria Pennisi - a.a. 2015/2016

    Luca Pennisi ha conseguito la Laurea in Medicina Veterinaria presso la Facoltà di Medicina Veterinaria dell'Università degli Studi di Messina.
    PhD in “Salubrità dell’ambiente marino, Ittiopatologia e Qualità igienico - sanitaria del Pescato”.
    Attualmente è Ricercatore Universitario confermato per il Settore Scientifico Disciplinare VET/04 (Ispezione degli Alimenti di Origine Animale) in ruolo presso la Facoltà di Medicina Veterinaria dell'Università degli Studi di Teramo ed è Docente del modulo di “Igiene e Tecnologia delle Produzioni Primarie di O.A.” presso la medesima Facoltà. Membro del Gruppo di Lavoro sulla Filiera della Pesca e dell'Acquacoltura presso la FNOVI.
    E’ coautore di 46 lavori pubblicati su riviste nazionali e internazionali. Ha preso parte a diversi progetti di ricerca internazionali e nazionali.
     

    INFO SUL CORSO


    OBIETTIVI GENERALI DEL CORSO

    • Conoscenza e capacità di comprensione: Il Corso prepara ad una comprensione dei termini e dei metodi della Normativa nazionale e comunitaria concernente gli alimenti in generale e gli alimenti di origine animale, in particolare. Illustra, inoltre, esempi di filiere alimentari con quanto richiesto in termini di certificazione e tracciabilità dei prodotti da esse derivati.
      Il corso si prefigge, inoltre, l’obiettivo di acquisire competenze quale “responsabile del benessere animale” così come stabilito da alcuni recenti regolamenti comunitari.
    • Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Capacità di applicare il complesso delle conoscenze e delle competenze acquisite nell’ambito delle produzioni alimentari, con particolare enfasi sul ruolo del benessere animale nella qualità totale degli alimenti.
    • Autonomia di giudizio: Acquisire autonomia di giudizio tale da consentire lo sviluppo di capacità critiche indispensabili per trovare e valutare le soluzione più corrette in merito alla gestione del benessere animale in una filiera produttiva.
    • Abilità comunicative: Capacità di applicare il linguaggio normativo di base e collegare i vari aspetti della disciplina.
    • Capacità di apprendimento: Sviluppare le capacità di apprendimento acquisendo informazioni utili per affrontare le successive unità di insegnamento.


    PREREQUISITI E PROPEDEUTICITA'
    • Prerequisiti: Nessun particolare prerequisito.
    • Propedeuticità: Non sono previste propedeuticità.

    PROVE INTERMEDIE


    MODALITA' DI VALUTAZIONE
    Verranno effettuate, alla fine di ogni unità didattica, prove in itinere con test a riposta multipla, vero/falso, a completamento e a corrispondenze. Alla fine del corso, durante l'ultima settimana, verrà richiesta a gli studenti (singoli o a gruppi) la produzione di una tesina di approfondimento su uno degli argomenti affrontati nel Corso. Le tesine saranno giudicate dai colleghi mediante "valutazione tra pari".

  • Planning Didattico

  • Introduzione alla normativa alimentare

  • Definizione di Alimento

    Nella seconda unità didattica viene definito, come da normativa comunitaria, l'alimento.

    Partendo da questa definizione vengono, successivamente, trattati gli alimenti "sicuri", quelli "a rischio" e i cosiddetti "novel food". 

  • La Valutazione del Rischio

    La politica di sicurezza alimentare, come già accennato nelle lezioni precedenti, è basata sul processo dell'Analisi del Rischio.

    Nella corrente lezione verrà spiegato il metodo e, in linea con l'opinione scientifica prodotta dall'EFSA nel 2012, verrà illustrata la valutazione del rischio relativo al benessere animale.

  • La rintracciabilità nella filiera alimentare

    La lezione odierna tratta del processo di rintracciabilità "a monte" e di rintracciabilità "a valle" lungo tutta la filiera alimentare,  così come dettato dal Reg. CE 178/2002.

    Presentata come un obbligo per tutti gli Operatori del Settore Alimentare, la rintracciabilità rappresenta, invece, una nuova opportunità per la conoscenza, la valorizzazione e la fidelizzazione del prodotto da parte del consumatore.

  • La tutela del benessere nella filiera dell'acquacoltura

    La presente lezione illustra la filiera dell'allevamento degli organismi acquatici. Facendo riferimento, come in precedenti lezioni, a quanto sviluppato dall'EFSA...verranno trattati i parametri di processo che maggiormente incidono sulla tutela del benessere animale e sulla qualità del prodotto alimentare derivato.

  • La Tutela del benessere alla macellazione

    La presente lezione è incentrata sul Reg. CE 1099/2009, che tratta delle pratiche previste per la protezione del benessere animale all'atto della macellazione.

    Particolare importanza verrà data alla figura del "Responsabile del benessere", figura creata proprio dal presente Regolamento, che potrebbe rappresentare uno sbocco professionale per i laureati in Tutela e Benessere Animale.

  • Argomento 8

    • Argomento 9

      • Argomento 10