Indice degli argomenti

  • Istituzioni di Diritto privato I (sede di Avezzano) - Prof. Michele Onorato - a.a 2014/2015

    Nato a Isernia il 2 luglio 1977.
    Ha conseguito la laurea in Giurisprudenza con lode il 26 ottobre 2001, presso la LUISS Guido Carli di Roma; titolo della tesi: Il dolo incidente (rel. Prof. Attilio Zimatore).
    Ha conseguito il titolo di Dottore di ricerca in Diritto dei contratti (XIX ciclo) il 13 marzo 2007, presso l'Università di Macerata; titolo della tesi: Interpretazione e accordo di significazione. La convenzione delle parti sul significato del contratto (rel. Prof. Enrico Elio Del Prato).
    Ha conseguito l'abilitazione scientifica nazionale alle funzioni di Professore di seconda fascia nel settore concorsuale 12/A1 (Diritto privato) in data 24 dicembre 2013.
    È titolare di un contratto integrativo di insegnamento Diritto privato presso la facoltà di Giurisprudenza della Università LUISS Guido Carli di Roma, dall'anno accademico 2012/2013.
    È titolare di un contratto di insegnamento in Diritto privato presso la facoltà di Giurisprudenza della Università degli Studi di Teramo - sede di Avezzano, dall'anno accademico 2012/2013.
    È titolare di un contratto di insegnamento in Diritto privato presso la facoltà di Economia della Università la Sapienza - sede di Latina, dall'anno accademico 2013/2014.
    Autore di decine di opere in materia di diritto civile e commerciale, pubblicate dalle maggiori riviste, trattati e collane giuridiche italiane. Tra queste, due monografie in tema de L’accordo d’interpretazione e Nullità dei contratti nell’intesa anticompetitiva, pubblicati da Giuffrè nel 2009 e nel 2012.
    Avvocato con studio in Roma e Isernia.

    OBIETTIVI DEL CORSO, PREREQUISITI E PROPEDEUCITA'

    • Obiettivi formativi generali : il corso sarà svolto con taglio istituzionale, seguendo un metodo formalista e normativista, e fornendo un inquadramento teorico generale dei temi trattati.
    • Prerequisiti: non sono previsti prerequisiti
    • Propedeucità : non sono previste propedeuticità

    Le lezioni si svolgeranno il lunedì dalle 17.30 alle 19.30 e il martedì dalle 10.30 alle 12.30, dal 17 febbraio al 19 maggio 2014. Il corso ha una durata complessiva di 54 ore.

    Programma Ordinario Nozioni generali ed introduttive allo studio del diritto privato (fonti del diritto, interpretazione della legge, norma giuridica, situazioni giuridiche soggettive); disciplina delle persone e della famiglia (libro I del codice civile). Disciplina delle successioni e delle donazioni (libro II del codice civile). Disciplina dei beni: categorie dei beni. Proprietà. Diritti reali di godimento. Possesso (libro III del codice civile). Disciplina delle obbligazioni in generale. Disciplina dei contratti in generale con cenni alla teoria del negozio giuridico. Disciplina dei singoli contratti. Disciplina delle promesse unilaterali, dei titoli di credito (cenni generali), della gestione di affari altrui, del pagamento dell'indebito, dell'arricchimento senza causa. Disciplina del fatto illecito (libro IV del codice civile). Disciplina della trascrizione. Disciplina delle prove civili. Disciplina della prescrizione e della decadenza. Disciplina della responsabilità patrimoniale, delle cause di prelazione e della garanzia patrimoniale. Disciplina della tutela giurisdizionale dei diritti (libro VI del codice civile).
    E' escluso dal programma lo studio dei titoli di credito (ad eccezione dei cenni generali sopra indicati), dell'impresa, del lavoro dipendente, dell'azienda, del diritto d'autore e della concorrenza, dei consorzi e delle società, dei contratti di borsa e dell'intermediazione finanziaria, delle procedure concorsuali.

    Programma riservato agli studenti fuori corso :Nozioni generali ed introduttive allo studio del diritto privato (fonti del diritto, interpretazione della legge, norma giuridica, situazioni giuridiche soggettive); disciplina delle persone e cenni alla disciplina della famiglia (libro I del codice civile). Disciplina delle successioni e delle donazioni (libro II del codice civile). Disciplina dei beni: categorie dei beni. Proprietà. Diritti reali di godimento. Possesso (libro III del codice civile). Disciplina delle obbligazioni in generale. Disciplina dei contratti in generale con cenni alla teoria del negozio giuridico. Disciplina dei singoli contratti. Disciplina delle promesse unilaterali, dei titoli di credito (cenni generali), della gestione di affari altrui, del pagamento dell'indebito, dell'arricchimento senza causa. Disciplina del fatto illecito (libro IV del codice civile). Disciplina della prescrizione e della decadenza. Disciplina della tutela giurisdizionale dei diritti. Cenni alla disciplina della trascrizione, delle prove civili.  Cenni alla disciplina della responsabilità patrimoniale, delle cause di prelazione e della garanzia patrimoniale (libro VI del codice civile).
    E' escluso dal programma lo studio dei titoli di credito (ad eccezione dei cenni generali sopra indicati), dell'impresa, del lavoro dipendente, dell'azienda, del diritto d'autore e della concorrenza, dei consorzi e delle società, dei contratti di borsa e dell'intermediazione finanziaria, delle procedure concorsuali

    INDICATORI DI DUBLINO PER UNITA' DIDATTICA

    Non sono al momento disponibili unità didattiche per questo corso

    LIBRI DI TESTO

    Testi relativi al programma ordinario

    A scelta, uno dei seguenti manuali :

    • AA.VV. Istituzioni di diritto privato, a cura di M. Bessone, Giappichelli, Torino, ultima edizione
    • F. Gazzoni - Manuale di diritto privato, Esi, Napoli, ultima edizione
    • P. Perlingieri, Istituzioni di diritto civile, Esi, Napoli, ultima edizione
    • V. Roppo, Diritto privato, Giappichelli, Torino, ultima edizione
    • A. Torrente - P. Schlesinger, Manuale di diritto privato, Giuffré, Milano, ultima edizione
    • A. Trabucchi - Istituzioni di diritto civile, Cedam, Padova, ultima edizione
    • P. Trimarchi - Istituzioni di diritto privato, Giuffré, Milano, ultima edizione
    • P. Zatti - V. Colussi, Lineamenti di diritto privato, Cedam, Padova, ultima edizione.

    In aggiunta allo studio di uno tra i manuali sopra indicati, è indispensabile lo studio d:

    • AA. VV., Dieci lezioni introduttive a un corso di diritto privato, Utet, Torino, ultima edizione  (soltanto i capitoli da n. 1 a n. 4 compreso);

    Inoltre, è indispensabile che lo studio sia accompagnato dalla lettura delle disposizioni del codice civile e delle leggi integrative e complementari ad esso.

    Testi relativi al programma riservato agli studenti fuori corso

    A scelta, uno dei seguenti manuali (indicati in ordine puramente alfabetico):

    • AA.VV. Istituzioni di diritto privato, a cura di M. Bessone, Giappichelli, Torino, ultima edizione
    • F. Gazzoni - Manuale di diritto privato, Esi, Napoli, ultima edizione
    • P. Perlingieri, Istituzioni di diritto civile, Esi, Napoli, ultima edizione
    • V. Roppo, Diritto privato, Giappichelli, Torino, ultima edizione
    • A. Torrente - P. Schlesinger, Manuale di diritto privato, Giuffré, Milano, ultima edizione
    • A. Trabucchi - Istituzioni di diritto civile, Cedam, Padova, ultima edizione
    • P. Trimarchi - Istituzioni di diritto privato, Giuffré, Milano, ultima edizione
    • P. Zatti - V. Colussi, Lineamenti di diritto privato, Cedam, Padova, ultima edizione;

    Inoltre, è indispensabile che lo studio sia accompagnato dalla lettura delle disposizioni del codice civile e delle leggi integrative e complementari ad esso.

    MATERIALE DI APPROFONDIMENTO

    Non sono al momento disponibili approfondimenti per questo corso

    PROVE INTERMEDIE

    Nel corso delle lezioni è prevista una prova intermedia scritta di mera esercitazione, che non varrà come esonero in vista dell’esame finale. La prova si svolgerà il giorno 31 marzo 2014 durante l’orario di lezione (dalle 17.30 alle 19.30). La prova avrà ad oggetto i temi trattati a lezione dal docente sino a quel momento.
    All’esito della prova sarà attribuito un giudizio di sufficienza o insufficienza che non varrà ai fini dell’esame finale, ma consentirà allo studente di potere valutare il livello di preparazione conseguito

    ESONERO: prova orale in data 23 Maggio 2014, alle ore 10.00

     La prova di esonero avrà ad oggetto i seguenti temi:
    - La norma giuridica, la interpretazione della legge, la fattispecie, il fatto, le situazioni giuridiche soggettive
    - La disciplina delle persone, della famiglia, delle successioni (Libri I e II del codice civile).

    La prova di esonero è riservata agli studenti frequentanti. Per gli studenti degli anni successivi al primo che intendano sostenere la prova di esonero, è necessario frequentare le lezioni del corrente anno accademico. Lo studente che intenda sostenere la prova di esonero deve darne comunicazione al docente alla fine delle lezioni ed entro il 12 maggio 2014.
    Nell'ipotesi in cui superi la prova di esonero, lo studente è dispensato dal conferire sui temi oggetto della prova di esonero in sede di esame finale. Inoltre, nell'ipotesi in cui lo studente superi la prova di esonero, il voto conseguito in tale prova fa media col voto conseguito in sede di esame finale.

  • Situazioni giuridiche soggettive, i soggetti del rapporto giuridico ed i beni

     

  • La proprietà e i diritti reali di godimento, il possesso

  • Fonti e disciplina generale delle obbligazioni. L'adempimento e gli altri modi di estinzione dell'obbligazione

  • Il contratto (nozioni introduttive). Gli elementi essenziali: l'accordo, le trattative e la conclusione del contratto

  • Gli elementi essenziali del negozio:la causa, l'oggetto e la forma. Gli elementi accidentali: condizione, termine e modo

  • Rappresentanza e Simulazione

  • Responsabilità extracontrattuale. Le altre fonti delle obbligazioni

  • Argomento 8

    • Argomento 9

      • Argomento 10