Indice degli argomenti

  • Etologia - Prof. Pia Lucidi - a.a. 2015/2016

     

    Lucidi Pia, nata a Teramo il 18/05/1962; laureata in Medicina Veterinaria presso l'Università degli Studi di Bologna con 110/110 e lode; abilitata all'esercizio della professione di Medico Veterinario, nella II sessione del 1991;      professore di ruolo-fascia degli associati nel settore scientifico-disciplinare VET-02 dal 1/02/2005; docente del corso di Etologia nel CLS in Medicina Veterinaria e di Fisiologia del comportamento, Fisiologia animale ed Etologia nel   CL in Tutela e benessere animale dell'Università degli studi di Teramo; membro del Dottorato in Fisiologia equina (sperimentale e applicata); coordinatrice del Master di I livello in "Scienze cognitive e benessere del cavallo";   docente del Master di I livello in Scienze Comportamentali e pet-therapy; docente nel Master di II livello in Alimentazione e dietetica clinica degli animali da compagnia; docente e coordinatore didattico scientifico nel Corso di Perfezionamento in "Biotecnologie della riproduzione", docente del Master di II livello in "Gastroenterologia ed endoscopia digestiva degli animali da affezione"; docente presso l'Università Popolare Medio-adriatica e nel Corso di Perfezionamento "Ispezione e gestione delle risorse ittiche";  co-autrice di "Ethotest 2002©", copyright del Dipartimento di Scienze Biomediche comparate, allestito per la selezione di cani coterapeuti da utilizzare in Animal  Assisted Activities/ Therapy e adottato da Università straniere dove è diventato parte della formazione richiesta agli studenti dei Master in  AAAA/AAT (es: https://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=8Rzt-R_UevY)

    Membro delle seguenti società scientifiche:

    -Società Italiana delle Scienze Veterinarie (SISVet),

    -Società Italiana di Fisiologia Veterinaria (SOFIVET),

    -Società Italiana di Arte Equestre Classica (SIAEC),

    -Society for the Promotion of Applied Research in Canine Science (SPARCS),

    -Società Italiana Veterinaria Studio Animali Non Convenzionali (SIVSANC).

    Membro della Comitato di Etica Interistituzionale per la Sperimentazione Animale (CEISA) delle Università G. D'Annunzio (Chieti-Pescara), Teramo, L'Aquila e IZS dell'Abruzzo e del Molise "G. Caporale" di Teramo: http://www.unite.it/UniTE/Engine/RAServePG.php/P/95061UTE0310.

    Sostenitore di Dr. Hadwen Trust: UK's leading non-animal medical research charity.

    Sostenitore di Jane Goodall Institute Italia

     

     

    Storia dell’etologia: i tempi, le teorie, gli uomini e le donne.

    Concetti di motivazione e modelli; stimoli releaser, filogenesi e ontogenesi del comportamento. I feromoni e l’organo vomero nasale.

    Organizzazione del sistema neuroendocrino: il testosterone e l’aggressività, il cortisolo e l’attenzione. Lo stress: funzione di surrene, amigdala  e ippocampo.

    Apprendimento: non associativo, associativo, complesso.  Rinforzo, somministrazione del rinforzo, shaping, superstizione;

    Neuroetologia: imprinting filiale, imprinting sessuale, apprendimento guidato dall’istinto, apprendimento canoro, memoria spaziale, riconoscimento conspecifici; evoluzione delle asimmetrie cerebrali.

    La vita sociale: mente sociale, teoria della mente,  effetto audience, menzogna, inganno, imitazione, insegnamento, autoconsapevolezza, altruismo.

    Intelligenza: insight, detour, memoria di lavoro, cellule dell’aspettativa, problem-solving e uso degli strumenti,  linguaggio, coscienza.

    Comportamento naturale, necessità etologiche e fisiologiche dei principali animali domestici: carnivori, coniglio d’affezione, bovini, ovini, suini, cavallo, volatili.

    Modalità di valutazione: 

    • Verifiche settimanali
    • Prove in itinere
    • Esame orale

    Unità didattica 1. Storia dell’etologia. La mente animale

    Conoscenza e capacità di comprensione: evoluzione degli studi sulla mente e sul comportamento animale.

    Capacità di applicare conoscenza e comprensione: capacità di valutare criticamente le fonti d’informazione scientifica riguardo intelligenza, coscienza, sofferenza animale. 

    Autonomia di giudizio: capacità di giudizio autonomo rispetto a temi interdisciplinari sociali (antrozoologia, utilizzo degli animali a scopo terapeutico), scientifici (nuove possibilità di cura, alimentazione, gestione, benessere animale), etici (sperimentazione animale).  

    Unità didattica 2. Il comportamento degli animali domestici  

    Autonomia di giudizio: capacità di valutare autonomamente la gestione degli animali avendo competenze sulle necessità fisiologiche e psicologiche degli animali domestici.


    La prima prova intermedia è rinviata alla data 11 gennaio 2016

    Seconda prova intermedia: 5 febbraio 2016

    PROVE INTERMEDIE

    Unità didattiche 1-6: 11 gennaio 2016 - Test scritto (con domande a risposta multipla, V/F e completamenti).

    Unità didattiche 7-13: data da destinarsi - Test scritto (con domande a risposta multipla, V/F e completamenti).

    Esame finale: appelli sessioni estiva/autunnale a partire da giugno 2016

     

    Modalità di valutazione degli studenti

    La valutazione degli studenti terrà conto:

    dei test settimanali di autovalutazione (peso 5%);

    dei test delle prove intermedie (95%)

    di un colloquio finale*

    *qualora il risultato complessivo delle prove risulti soddisfacente, lo studente potrà verbalizzare il voto (media pesata dei voti delle singole prove). Nel caso di voto non sufficiente, lo studente dovrà sostenere la prova orale su tutto il programma svolto.

         


    • Settimana 8- Vita sociale

      Mente sociale, teoria della mente, effetto audience, menzogna, inganno, imitazione, insegnamento, autoconsapevolezza, altruismo (cap 6 Altre menti)

      Comportamento naturale specie avicole (cap. 6 Etologia applicata e benessere animale vol. 2)