Indice degli argomenti

  • Lingua inglese - Prof. Francesca Vaccarelli - a.a. 2016/2017

    Ricercatrice di Lingua e Traduzione – Lingua Inglese (ssd: L-LIN/12) presso la Facoltà di Scienze Politiche dell’Università degli Studi di Teramo da gennaio 2009.
    Dopo essersi laureata nel 2002 in Scienze Politiche presso la Sapienza Università di Roma, nel 2003 ha conseguito, nello stesso Ateneo, il Diploma di Master di II livello in Mediazione Linguistico-Culturale e nel 2005 il Diploma del Corso di Alta Formazione in Traduzione Specializzata e Lingue per la Comunicazione Internazionale.
    Dal 2004 al 2008 è stata assegnista di ricerca di Lingua Inglese (Facoltà di Scienze Politiche, Sapienza Università di Roma), svolgendo una ricerca sul tema Processes of Word-Formation in Political and Business English.
    Insegna nella Facoltà di Scienze Politiche dell’Università di Teramo dall’a.a. 2003-2004. Ha tenuto insegnamenti all’interno di vari Corsi di Laurea Triennali e Magistrali, nonché all’interno di Master di I e di II livello. Attualmente insegna English for Political Studies (Intermediate Level) all’interno del CLT in Scienze Politiche, Advanced Business English all’interno del CLM in Finanza delle Aziende e dei Mercati e Lingua Inglese all’interno del CLT in Tutela e Benessere Animale.
    Da gennaio 2014 cura l’orientamento e il tutorato del CLT in Scienze Politiche, mentre da giugno 2013 è membro della Commissione Paritetica della Facoltà di Scienze Politiche.
    Le sue ricerche si concentrano principalmente sui processi di word-formation che caratterizzano la lingua inglese, focalizzando in particolare l’attenzione sugli aspetti lessicali dei Domain-Specific Englishes (DSEs) tipici delle scienze politiche e sugli anglicismi presenti nella lingua italiana, in particolare nei linguaggi settoriali dell’economia e del turismo.
    Un’altra area di interesse e analisi riguarda gli aspetti fonologici, morfosintattici e lessicali dei World Englishes.
    Fa parte di un gruppo di ricerca interno all’Università di Teramo sul testing e la creazione di materiali didattici ad hoc nell’ambito dei Domain-Specific Englishes.
    È autrice di un volume monografico (Processi di word-formation: clipping, blending, abbreviations, Aracne, 2008), e di diversi saggi, in particolare sulla terminologia specialistica dell’economia, dello sport e dell’Unione Europea, sugli anglicismi presenti nel linguaggio economico e del turismo italiano, sui sistemi di istruzione nelle principali realtà anglofone, sui diritti linguistici in contesti geografici anglofoni caratterizzati dal multilinguismo, sullo Euro-English e sui World Englishes, in particolare sul Nigerian English.
    È socia dell’AIA (Associazione Italiana di Anglistica), dell’AISC (Associazione Italiana di Studi Canadesi), dell’Ass.I.Term. (Associazione Italiana per la Terminologia), della ESSE (European Society for the Study of English), dell’EURALEX (European Association for Lexicography) e dell’IALL (International Academy of Linguistic Law).

    OBIETTIVI DEL CORSO, PREREQUISITI E PROPEDEUTICITA'

    • Obiettivi formativi generali: Il corso ha come obiettivo principale quello di fornire le competenze linguistiche, le strategie e gli strumenti necessari ad ottimizzare la capacità individuale di problem-solving nell'interpretazione di testi complessi di argomento scientifico in lingua inglese.
      Particolare attenzione sarà rivolta, pertanto, non solo alla revisione delle caratteristiche di base della morfosintassi inglese ed alla loro applicazione in ambito di inglese scientifico, ma soprattutto allo studio dei word clusters e dei processi di word-formation che caratterizzano l'EAWP (English for Animal Welfare and Protection).
      La didattica sarà impostata e condotta su materiali autentici in lingua inglese - mediante la lettura, l'analisi e la traduzione di articoli tematici tratti da testi scientifici oltre che da dizionari e lessici specifici (cfr. Biblio/Webgrafia). La varietà linguistica di tali risorse consentirà, inoltre, di verificare in maniera costante le differenze lessicali, fonologiche, morfosintattiche e di spelling fra la terminologia specialistica nel British English (£) e nello US English ($).
    • Prerequisiti: Solida conoscenza della lingua italiana. Competenze di base del General English.
    • Propedeuticità: Nessuna.


    INDICATORI DI DUBLINO

    Il corso sarà ripartito in tre macrotematiche principali, all’interno delle quali si snodano le singole unità didattiche; è importante tuttavia sottolineare che queste tre macrotematiche verranno trattate in maniera integrata e interrelata all’interno di ogni unità didattica. Inoltre, ogni lezione prevede l’approccio pratico (reading e/o listening + translation) a un testo nella sua versione originale inglese tratto da uno dei websites indicati nel programma. Lo schema di massima di suddivisione delle unità didattiche è il seguente:

    A: Morphosyntactic issues in EAWP
    Unità didattiche 1, 2 e 3

    B: Lexical issues in EAWP
    Unità didattiche 4, 5 e 6

    C: Pronunciation issues of EAWP
    Unità didattica 7

    UNITA' DIDATTICA 1

    Morphosyntactic issues in EAWP – 1
    1.1    Word-classes (lexical/grammatical words).
    1.2    Features of nouns in EAWP: forms, functions and usages.

    Conoscenza e capacità di comprensione
    Capacità di applicare conoscenza e comprensione
    Abilità comunicative

    UNITA' DIDATTICA 2

    Morphosyntactic issues in EAWP – 2
    2.1 Features of verbs in EAWP: forms, functions and usages.
    2.2 Main verbal tenses – 1.

    Conoscenza e capacità di comprensione
    Capacità di applicare conoscenza e comprensione
    Abilità comunicative

    UNITA' DIDATTICA 3

    Morphosyntactic issues in EAWP – 3
    3.1 Main verbal tenses – 2.
    3.2 Features of adjectives in EAWP
    : forms, functions and usages.
    3.3 Use of prepositions in EAWP.
    3.4 Determiners: forms, functions and usages.

    Conoscenza e capacità di comprensione
    Capacità di applicare conoscenza e comprensione
    Abilità comunicative

    UNITA' DIDATTICA 4

    Word-Formation Processes – 1
    4.1 Compounding.
    4.2 Short-term creation.

    Conoscenza e capacità di comprensione
    Capacità di applicare conoscenza e comprensione
    Abilità comunicative

    UNITA' DIDATTICA 5

    Word-Formation Processes – 2
    5.1 Affixation.
    5.2 Conversion.

    Conoscenza e capacità di comprensione
    Capacità di applicare conoscenza e comprensione
    Abilità comunicative
    Capacità di apprendimento

    UNITA' DIDATTICA 6

    Lexical Issues in EAWP
    6.1 Word-Clusters or Grammatical and Lexical and Collocations.

    Conoscenza e capacità di comprensione
    Capacità di applicare conoscenza e comprensione
    Abilità comunicative
    Capacità di apprendimento

    UNITA' DIDATTICA 7

    Pronunciation Issues in EAWP
    7.1 The use of IPA (International Phonetic Alphabet).
    7.2 Key sounds in contexts.

    Conoscenza e capacità di comprensione
    Capacità di applicare conoscenza e comprensione
    Abilità comunicative
    Capacità di apprendimento

    LIBRI DI TESTO

    • Francesca Rosati & Francesca Vaccarelli, Materiali elaborati dalla cattedra e disponibili sulla piattaforma e-learning del "Patto con lo studente", 2015-2016, http://patto.unite.it/

    MATERIALE DI APPROFONDIMENTO

    • Francesca Rosati, Francesca Vaccarelli (eds), “Pronunciation Issues in English for AWP”, 2015, 1-23, http://patto.unite.it/
    • Francesca Rosati, “EuroEnglish and Scientific Domains. Issues, Trends and Perspectives in VetMed/BioTech Terminology”,K Eurolinguistica in progress: nuovi scenari per una nuova Europa, Quaderni del Dipartimento di Linguistica, UniCal, vol. 3,, 2011, http://patto.unite.it/

    • Grammatica e dizionari consigliati

      - Murphy Raymond, Pallini Lelio, 2005: Essential Grammar in Use (+ CD-rom, with answers)CUP, Cambridge, ISBN 9780521534888;

             - Ragazzini Giuseppe, ultima edizione: Dizionario Inglese-Italiano/Italiano-Inglese, Zanichelli, Bologna.

    • Biblio/Webgrafia

      - AA.AVV., 2007: Saunders Comprehensive Veterinary Dictionary, Saunders/Elsevier Inc., St.Louis (Missouri, US).**

      - Brooks Katie, 2007: Classical Roots for Medics, Chambers, Edinburgh.**

      - Christenson Dawn E., 2009: Veterinary Medical Terminology, Saunders/Elesevier Inc., St.Louis (Missouri, US).**

      - Collin Peter H., 2001: Dictionary of Medicine (+ CD-rom), Peter Collin Publishing, London.**

      - McBride Douglas F., 2002: Learning Veterinary Terminology, Mosby, St.Louis (Missouri, US).*/**

      - Romich Janet A., 2009: An Illustrated Guide to Veterinary Medical Terminology, Delmar Cengage Learning, Clifton Park (New York, US).**

      - http://www.acronymfinder.com  (database internazionale di acronimi, inizialismi e abbreviazioni).

      - http://www.avma.org/  (website ufficiale dell'American Veterinary Medical Association).

      - http://www.bva.co.uk/  (website ufficiale della British Veterinary Association).

      - http://www.ozdic.com/ (Oxford Dictionary of Collocations)

              - http://www.oxfordlearnersdictionaries.com/  (versione online del dizionario inglese Oxford Advanced Learner's Dictionary, 8th edition, con definizioni, trascrizione fonematica e pronuncia "sonora" dei lemmi dell'"English for Medicine").

    
        - http://www.netvet.com/  (materiale informativo online sulla medicina veterinaria).

    
         - http://www.thesaurus.com/ (Dictionary of Synonyms and Antonyms)

              - http://www.wordreference.com/  (dizionario multilingue online, con trascrizione fonematica e pronuncia "sonora" dei lemmi).

    PROVE INTERMEDIE

    Prova intermedia (traduzione ENG>ITA con uso del dizionario cartaceo bilingue): lunedì 12 dicembre 2016

    Lo svolgimento delle prove intermedie è subordinato alla frequenza del corso, che deve essere superiore o pari al 70% delle ore di lezione svolte fino al giorno della prova. Inoltre, tali prove intermedie saranno mantenute valide ai fini dell’esame finale esclusivamente per quegli studenti che complessivamente avranno frequentato almeno il 70% delle ore totali di lezione del corso.

    Modalità di valutazione degli studenti
    La prova intermedia e la prova scritta finale saranno valutate secondo una scala di valori internazionale che va da A (excellent) a E (sufficient). Dette prove si considerano non superate qualora si consegua la valutazione di F o Fx (fail).

    L’esame finale avverrà secondo le seguenti modalità:
    1. traduzione scritta ENG>ITA di un brano di argomento scientifico (è consentito l'uso del dizionario bilingue); la lunghezza del brano varia in base al superamento o meno della prova intermedia.
    2. prova orale, che prevede un colloquio sulle tematiche linguistiche affrontate nell'ambito del corso, e una lettura con traduzione all'impronta di un testo proposto dalla commissione.

    La valutazione finale degli studenti terrà conto dei seguenti aspetti:
    1. valutazione della prova intermedia sostenuta;
    2. valutazione della prova scritta finale;
    3. valutazione della prova orale finale.

    La frequenza assidua al corso (≥70%) nonché la partecipazione a seminari e iniziative di studio organizzate dal gruppo di ricerca di Lingua Inglese della Facoltà di Medicina veterinaria saranno valutate positivamente.

    Prove in autovalutazione
    Come prove di autovalutazione, a partire dal mese di ottobre 2016 verranno forniti esercizi in corrispondenza dei temi trattati nelle singole unità didattiche e prove di traduzione ENG>ITA.

  • UNIT 1 - Morphosyntactic Issues in EAWP - 1

    1.1    Word-classes (lexical/grammatical words).

    1.2    Features of nouns in EAWP: forms, functions and usages.

  • UNIT 2 - Morphosyntactic Issues in EAWP - 2

    2.1 Features of verbs in EAWP: forms, functions and usages. 

    2.2 Main verbal tenses – 1.

  • UNIT 3 - Morphosyntactic Issues in EAWP - 3

    3.1 Main verbal tenses – 2.

    3.2 Features of adjectives in EAWP: forms, functions and usages.

    3.3 Use of prepositions in EAWP.

    3.4 Determiners: forms, functions and usages.



  • UNIT 4 - Word-Formation Processes - 1

    4.1 Compounding.

    4.2 Short-term creation.

  • UNIT 6 - Lexical Issues in EAWP

    6.1 Word-Clusters or Grammatical and Lexical and Collocations

  • UNIT 7 - Pronunciation Issues in EAWP

    7.1 The use of IPA (International Phonetic Alphabet)

    7.2 Key sounds in contexts