Indice degli argomenti

  • Idee e linguaggi della politica (II modulo) - Prof. Luigi Mastrangelo - a.a. 2016/2017

    È ricercatore universitario confermato in Storia delle dottrine politiche presso l’Università degli studi di Teramo e membro dell’Associazione Italiana degli Storici delle Dottrine Politiche. Si è occupato delle interconnessioni tra agonismo e politica, sia per quanto concerne il Novecento, con specifica attenzione al concetto di “pace olimpica” nei regimi totalitari, sia in riferimento al ruolo politico degli spettacoli nelle società antiche. Impegnato in varie iniziative connesse ai 150 anni dell’Unità d’Italia, ha approfondito le questioni risorgimentali riguardanti l’Abruzzo e i suoi protagonisti. Si è anche occupato del mito di Bruto quale simbolo dell’idea repubblicana nei secoli e, con specifica attenzione al Novecento, delle tematiche concernenti la sociologia del partito politico, analizzate da Roberto Michels, e della crisi della democrazia sfociante nei totalitarismi, in particolare attraverso l’esperienza di Primo Levi. Tra le sue pubblicazioni: Leopardi politico e il Risorgimento (Napoli 2010); Flaiano politico e il Novecento (Chieti 2011), Il Risorgimento in Abruzzo (Chieti 2012).

    Per visualizzare questo contenuto è necessario accettare i cookie inviati dalle Piattaforme di condivisione video.
    Clicca qui per abilitare tutti i cookie per questo sito web.

    OBIETTIVI DEL CORSO, PREREQUISITI E PROPEDEUTICITA'

    • Obiettivi formativi generali: Obiettivo del modulo è quello di consentire allo studente di raggiungere una conoscenza critica e approfondita dello sviluppo del pensiero politico, con particolare riferimento alle specifiche problematiche novecentesche. Al termine del percorso modulare, lo studente dovrà conoscere le modalità di formazione dei principali orientamenti del pensiero politico, nelle caratteristiche concettuali e nei relativi nessi con lo sviluppo storico delle dinamiche sociali e delle articolazioni istituzionali nazionali e internazionali.

    INDICATORI DI DUBLINO

    Gli Indicatori di Dublino sono i medesimi per tutte le Unità didattiche

    Conoscenza e capacità di comprensione: Lo studente del corso di Idee e linguaggi della politica acquisirà conoscenze in merito alla comprensione e alla decodificazione dei linguaggi e delle tecniche comunicative che veicolano un progetto politico, analizzato nella sua collocazione all’interno della storia delle idee. Ripercorrendo, infatti, i caratteri dei modelli politici dei secoli passati – in particolare del XX secolo – ed i loro risultati lo studente potrà comprendere le dinamiche politiche, sociali e istituzionali che sono alla base dei processi di potere della nostra e di ogni età.

    Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Lo studente del corso di Idee e linguaggi della politica acquisirà, inoltre, capacità di problem solving nell’affrontare situazioni complesse, arricchendo il proprio bagaglio culturale con competenze metodologiche, di tipo filosofico e politologico, idonee alla realizzazione di prodotti comunicativi e campagne promozionali di enti e istituti pubblici e privati, nell’ambito politico e sociale.

    Autonomia di giudizio: Lo studente del corso di Idee e linguaggi della politica dovrà acquisire capacità di valutazione autonoma rispetto ai temi studiati, dimostrando di saper interpretare criticamente i vari processi politici e comunicativi e le loro interazioni con altre discipline.

    Abilità comunicative: Lo studente del corso di Idee e linguaggi della politica saprà comunicare – in forma orale, scritta e con l’ausilio di supporti visivi e multimediali – le conoscenze acquisite, le informazioni, le idee, i problemi e le soluzioni proposte ai propri interlocutori, tra cui specialisti del settore che interverranno in seminari organizzati all’interno del corso.

    Capacità di apprendimento: Lo studente del corso di Idee e linguaggi della politica dovrà acquisire capacità di apprendimento spendibili non solo nell’ambito del corso, ma anche in un contesto più generale di formazione continua e flessibile destinata a prolungarsi anche oltre gli studi universitari.

     

    1. UNITA' DIDATTICA:  Gli "elitisti" e la crisi della democrazia nel primo Novecento

     

    2. UNITA' DIDATTICA: Guerre e paci

     

    3. UNITA' DIDATTICA: Nuove istituzioni sovranazionali

     

    4. UNITA' DIDATTICA: Letteratura e/è politica

     

    Libri di testo

    Parte generale

    • Raffaella Gherardi (a cura di), La politica e gli stati: problemi e figure del pensiero occidentale, Roma, Carocci, 2011.

    Parte speciale (per il secondo modulo)

    • Luigi Mastrangelo, Giuseppe Capograssi testimone del tempo precursore del futuro, Luciano Editore, Napoli, 2016.

    MATERIALE DI APPROFONDIMENTO

    Lettura facoltativa

    • Luigi Mastrangelo, Flaiano politico e il Novecento, Tinari, Villamagna (Ch), 2011.

    PROVE INTERMEDIE

  • Video di presentazione del corso

    Per visualizzare questo contenuto è necessario accettare i cookie inviati dalle Piattaforme di condivisione video.
    Clicca qui per abilitare tutti i cookie per questo sito web.

    • Il partito politico nella democrazia moderna secondo Roberto Michels

                

    • La crisi della democrazia nel Novecento

    • La pace nella storia del pensiero politico

       

       

    • Il mito di “Europa”, tra irenismi, federalismi e riflessioni accademiche

    • Pierre de Coubertin costruisce la pace La “tregua olimpica” nella Berlino hitleriana