Indice degli argomenti

  • Sociologia dei beni culturali - Prof. Angela Maria Zocchi - a.a. 2016/2017

    Dopo gli studi al Liceo Classico Tito Lucrezio Caro di Roma, ha conseguito la laurea con lode in Giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Firenze e il titolo di “Dottore di Ricerca in Sociologia e Metodologia della Ricerca Sociale” presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano.
    Referente della Facoltà di Scienze della Comunicazione per l’integrazione degli studenti diversamente abili, e membro della relativa Commissione dell’Università degli Studi di Teramo, ha fatto parte del Gruppo Internazionale di Studio su “Società globale, cosmopolitismo e diritti umani” organizzato dalla Sezione AIS “Teorie sociologiche e trasformazioni sociali”. È membro dell’Associazione Italiana di Sociologia e dell’European Sociological Association.
    La sua produzione scientifica si caratterizza per la molteplicità degli interessi e, nello stesso tempo, per la costante attenzione nei confronti della teoria sociologica, classica e contemporanea. Tra le pubblicazioni più recenti: Storicità della libertà: frammenti, FrancoAngeli, Milano, 2011; Il concetto di sviluppo e la metafora della crescita, in “Rivista trimestrale di Scienza dell’Amministrazione”, 2, 2013; Communication Globalisation and Violation of Human Rights, in Cotesta V., Cicchelli V., Nocenzi M. (eds.), Global Society, Cosmopolitanism and Human Rights, Cambridge Scholars Publishing, Newcastle upon Tyne (UK), 2013; L'immigrato: straniero, persona, forza lavoro? Note sul diritto alla salute, in "Studi di Sociologia", 4, 2014; Robert K. Merton: un conservatore?, FrancoAngeli, Milano, 2016.
     

    INFO SUL CORSO


    OBBIETTIVI GENERALI DEL CORSO

    • Conoscenza e capacità di comprensione: Lo studente dovrà acquisire le conoscenze relative ai fondamentali della sociologia, maturando anche la consapevolezza che il carattere genetico dei beni culturali impone una visione sociologica.
    • Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Lo studente dovrà essere in grado di applicare le conoscenze acquisite per comprendere meglio le diverse espressioni artistiche e culturali e per progettare azioni di valorizzazione del territorio.
    • Autonomia di giudizio: Lo studente dovrà acquisire capacità di valutazione critica delle diverse possibili strategie di promozione del territorio, cogliendone le implicazioni e i fondamenti teorici.
    • Abilità comunicative: Lo studente dovrà acquisire la capacità di argomentare sull'importanza dei beni culturali come beni sociali, mostrando una buona padronanza del lessico sociologico.
    • Capacità di apprendimento: Lo studente dovrà sviluppare le capacità di apprendimento necessarie per intraprendere, con un alto grado di autonomia, studi successivi più avanzati.


    PREREQUISITI E PROPEDEUTICITA'
    • Prerequisiti: Nessuno
    • Propedeuticità: Nessuna

    INDICATORI DI DUBLINO


    UNITA' DIDATTICA 1:

    • Conoscenza e capacità di comprensione: acquisizione delle conoscenze relative ai fondamentali della sociologia. Lo studente inizia a comprendere l'importanza di una visione sociologica dei beni culturali.
    • Capacità di applicare conoscenza e comprensione: lo studente sviluppa la capacità di utilizzare le conoscenze acquisite per una migliore comprensione delle diverse espressioni artistiche e culturali.
    • Autonomia di giudizio: lo studente acquisisce la capacità di cogliere le implicazioni e i fondamenti teorici delle diverse possibili strategie di promozione del territorio. 
    • Abilità comunicative: lo studente inizia ad acquisire la capacità di argomentare sull'importanza dei beni culturali come beni sociali.
    • Capacità di apprendimento: vengono sviluppate e monitorate attraverso la prova intermedia.


    UNITA' DIDATTICA 2:

    • Conoscenza e capacità di comprensione: lo studente matura la consapevolezza che il carattere genetico dei beni culturali impone una visione sociologica.
    • Capacità di applicare conoscenza e comprensione: lo studente sviluppa la capacità di applicare le conoscenze acquisite per progettare azioni di valorizzazione del territorio.
    • Autonomia di giudizio: lo studente matura la capacità di valutazione critica delle diverse possibili strategie di promozione del territorio. 
    • Abilità comunicative: lo studente continua a sviluppare le abilità comunicative attraverso discussioni e lavori di gruppo.
    • Capacità di apprendimento: vengono sviluppate e monitorate attraverso l'elaborazione scritta e la comunicazione orale di lavori di gruppo.



    LIBRO DI TESTO


    Introduzione alla sociologia dei Beni Culturali. Testi antologici

    • Autore: Toscano Mario Aldo, Gremigni Elena
    • Edizione: Le Lettere, Firenze


    MATERIALE DI APPROFONDIMENTO


    Idee per il futuro degli scenari urbani: gli “autodrammi” del Teatro Povero di Monticchiello, in Paone S. (a cura di), Alla ricerca della città futura. L’ambiente nella dimensione urbana, Edizioni ETS, Pisa, 2007. (ISBN 978-884671896-9).

    • Autore: Zocchi Angela Maria


    Tutela dell’ambiente/natura e valorizzazione dei beni culturali
    • Autore: Zocchi Angela Maria
    • Rivista: Culture della sostenibilità, anno 9, 2012


    Il concetto di sviluppo e la metafora della crescita
    • Autore: Zocchi Angela Maria
    • Rivista: Rivista trimestrale di Scienza dell’Amministrazione, anno 2, 2013


    Il territorio tra rigenerazione e riconoscimento, in Cerasoli M. (a cura di), Atti del Congresso internazionale “Città e Territorio Virtuale. Città, memoria, gente” (Università degli Studi RomaTre, Roma, 2-4 ottobre 2013), Roma TrEPress, 2015. (ISBN 978-88-97524-15-1). Testo disponibile al sito: http://ojs.romatrepress.uniroma3.it/index.php/ctv.
    • Autore: Zocchi Angela Maria, Raggiunti Barbara


    PROVE INTERMEDIE


    PROVA INTERMEDIA 1

    • Unità didattica di riferimento: n. 1
    • Data: 21 marzo
    • Tipologia di prova: test a risposta multipla e test "vero/falso"


    PROVA INTERMEDIA 2

    • Unità didattica di riferimento: n. 2
    • Date: 5 e 6 aprile 
    • Tipologia di prova: project work (consegna e presentazione dei primi progetti).



    MODALITA' DI VALUTAZIONE
    Esame orale. Per monitorare il processo di apprendimento, durante lo svolgimento del corso sono previste verifiche di profitto in itinere coerentemente con il perseguimento degli obiettivi formativi precedentemente indicati.

  • Unità 1

    Unità 1: I beni culturali come beni sociali

    21 febbraio: Introduzione al corso.

    22 febbraio: I beni culturali come testimonianze storico-sociali: Comte.  

    23 febbraio: I beni culturali come testimonianze storico-sociali: Spencer.


    28 febbraio: I beni culturali come testimonianze storico-sociali: Durkheim.

    1° marzo:  I beni culturali come testimonianze storico-sociali: M. Weber.

    2 marzo: .I beni culturali come testimonianze storico-sociali: Adorno.


    7 marzo: L'approccio della Scuola di Francoforte e quello di Marshall McLuhan.

    8 marzo: L'esperienza dei beni culturali tra limiti conoscitivi e possibilità educative: Marcuse. 

    9 marzo: .L'esperienza dei beni culturali tra limiti conoscitivi e possibilità educative: Marx, Comte e Spencer.


    14 marzo: Dal passato al futuro; luoghi e memorie. In particolare: M. Halbwachs. 

    15 marzo: Concetto e tragedia della cultura: Simmel. Il museo nelle analisi di Adorno e Bourdieu.

    16 marzo: L'industria dei beni culturali. In particolare: Marx, Simmel, Horkheimer e Adorno.


    Martedì 21 marzo: Prova  intermedia (test a risposta multipla e test "vero/falso"). Definizione dei gruppi per l'elaborazione dei project work.


  • Unità 2

    Unità 2: I beni culturali tra promozione economica e riappropriazione della memoria

    22 marzo: Dagli autori ai percorsi di ricerca.

    23 marzo: Lezione annullata.

    28 marzo: La provincia dei beni culturali e l'utopia della memoria. Ricerca visuale e studio di caso..

    29 marzo: Project work (impostazione dei progetti).

    30 marzo: Project work (impostazione dei progetti).


    4 aprile: Recuperi (orali) della prova intermedia. Definizione dei project work.

    5 aprile: Recuperi (orali) della prova intermedia. Definizione e consegna dei project work. 

    6 aprile: Recuperi (orali) della prova intermedia. Presentazione project work. e valutazione tra pari.

    11 aprile: Presentazione project work e valutazione tra pari.

    12 aprile: Presentazione project work e valutazione tra pari.

    13 aprile: Approfondimenti tematici.

    18 aprile: Approfondimento tematico e recuperi (orali) della prova intermedia. 

    19 aprile: Recuperi (orali) della prova intermedia. Definizione degli ultimi project work.

    20 aprile: Recuperi (orali) della prova intermedia. Presentazione project work e valutazione tra pari. 

    26 aprile: Recuperi (orali) della prova intermedia. Presentazione project work e valutazione tra pari. 

    27 aprile: Recuperi (orali) della prova intermedia. Presentazione project work e valutazione tra pari. 


    2 maggio: Recuperi (orali) della prova intermedia. Approfondimento tematico.

    3 maggio: Recuperi (orali) della prova intermedia. Approfondimento tematico.

    9 maggio: Recuperi (orali) della prova intermedia. Approfondimento tematico. 

    10 maggio: Approfondimento tematico. Recuperi (orali) della prova intermedia.

    11 maggio: Approfondimento tematico. Recuperi (orali) della prova intermedia. 

    Mercoledì 31 maggio: Presentazione project work e valutazione tra pari. Conclusione del corso.


     



    • Argomento 4

      Concetto e tragedia della cultura: Simmel

    • Argomento 5

      Il museo nelle analisi di Adorno e Bourdieu

    • Argomento 7

      La provincia dei beni culturali e l'utopia della memoria 

    • Argomento 8

      Ricerca visuale e studio di caso