Indice degli argomenti

  • Psicologia della comunicazione - Prof. Parisio Di Giovanni - a.a. 2016/2017

    Professore di Psicologia Generale, insegna presso la Facoltà di Scienze della Comunicazione e ha coordinato i Master in Facilitazione Organizzativa, Comunicazione Sociale e Istituzionale, Management dell’Innovazione, Comunicazione sanitaria.
    È direttore scientifico dello Spin-Off Universitario «Really New Minds», che muove dalla ricerca sulle nuove esigenze formative e organizzative legate ai cambiamenti attuali.
    Medico e psicoterapeuta, dopo aver fatto esperienza clinica e ricerca in medicina, si è qualificato nella ricerca nel settore delle scienze sociali e della psicologia collaborando con l’Università di Parma e l’Università di Bologna Ha diretto per un decennio l’Istituto di Ricerca sulla Comunicazione. È stato direttore scientifico del «Journal of Human Communication» e condirettore di «Conoscere l’Handicap». Ha diretto i Corsi per psicoterapeuti dell’Istituto di Ricerca sulla Comunicazione. In circa 30 anni di ricerche ha contribuito ad alcune acquisizioni nel campo della psicologia della comunicazione (riverberazione o tecnica delle tre A, self monitoring e lettura di impliciti, effetto dei ragionamenti falliti, ecc). Da decenni svolge anche attività di formazione e consulenza organizzativa.È autore o coautore di numerosi articoli, monografie e manuali.
    Attualmente sta lavorando a ricerche sui life skills, sulla conoscenza distribuita e il lavoro di team nella società di oggi e nelle organizzazioni lavorative con particolare riguardo alla sanità.
     

    INFO SUL CORSO


    OBBIETTIVI GENERALI DEL CORSO

    • Conoscenza e capacità di comprensione: Lo studente deve possedere le conoscenze necessarie a comprendere, in chiave scientifica, non da senso comune, le pricipali attività mentali, comuni esperienze e comportamenti, processi di comunicazione interpersonale e mediata, dinamiche di gruppo.
    • Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Lo studente dovrà essere in grado di utilizzare concetti, schemi e modelli appresi per interpretare esperienze e risolvere problemi della vita sociale, specie quelli con risvolti pratici, come la riuscita delle relazioni profonde, il rendimento di gruppi di lavoro, l’effiacia dei messagi dei media.
    • Autonomia di giudizio: Lo studente deve essere in grado di orientarsi nella complessità delle esperienze psicologiche individuali e relazionali, con matura consapevolezza, senso critico e saggezza, cogliendo ad esempio l’ambivalenza di fenomeni come i lapsus, i biases, la miscommunication o la persuasione.
    • Abilità comunicative: Il corso mira a sviluppare, seppure a un primo livello, skills comunicativo-relazionali, tra cui quelle di seguito elencate. Saper leggere la comunicazione, specie negli sviluppi, e ed esercitare controllo attivo e passivo. Gestire regole di conversazione, script e slittamenti, anche in contesti interculturali.Saper creare condizione favorevoli alla lettura della mente, mantenere un adeguato equilibrio trasparenza misscommunication . Attuare le tre A nei vicoli ciechi dell’interdipendenza cognitiva.Cogliere e gestire dinamiche di gruppo, in particolare perdite di processo. Saper esercitare leadership di ascendente e condurre gruppi di discussione e focus group.
    • Capacità di apprendimento: Oltre alle capacità di codifica, astrazione, ricerca di informazioni, lo studente attraverso lo studio della materia e le esercitazioni deve arrivare a individuare regolarità e a estrarre schemi da usare nella lettura dell’esperienza e nel muoversi al suo interno. L’insegnamento mira anche a sviluppare approccio scientifico alla vita, in particolare abitudine a interrogarsi, fingere ipotesi, immaginare verifiche, cercare risposte nella tradizione scientifica, distinguere psicologia scientifica e folk psychology.


    PREREQUISITI E PROPEDEUTICITA'
    • Prerequisiti: Essere in grado di leggere un testo scientifico, avendo chiara la distinzione tra senso comune e scienza, sapendo cogliere la struttura logico-profonda dei discorsi e sapendo estrarre schemi ed elaboraremodelli
      Essere capaci di pensiero multifattoriale complesso
      Saper cercare le informazioni necessarie per colmare lacune rintracciate durante lo studio
    • Propedeuticità: Conoscenze di base matematico-scientifiche, storiche, filosofiche e di ragionamento

    INDICATORI DI DUBLINO


    UNITA' DIDATTICA 1:

    • Conoscenza e capacità di comprensione:
    • Capacità di applicare conoscenza e comprensione:
    • Autonomia di giudizio:
    • Abilità comunicative:
    • Capacità di apprendimento:


    LIBRI DI TESTO


    Psicologia della comunicazione (acquistabile online)

    • Autore: Parisio Di Giovanni
    • Edizione: Zanichelli, 2007, Bologna


    MATERIALE DI APPROFONDIMENTO


    PROVE INTERMEDIE


    PROVA INTERMEDIA 1

    • Unità didattica di riferimento:
    • Data: non ancora definita
    • Tipologia di prova:


    MODALITA' DI VALUTAZIONE
    Gli studenti svolgeranno, anche in gruppo, un lavoro di ricerca su un tema-problema condotto raccogliendo e passando in rassegna la letteratura, redigeranno un report che verrà illustrato in classe a mo' di lezione è sarà oggetto di una prima valutazione. Esame orale finale.