Indice degli argomenti

  • Chimica analitica - Prof. Dario Compagnone - a.a. 2016/2017

    Professore Ordinario di Chimica Analitica, Preside di Facoltà
    Titoli ed esperienze di ricerca.  
    Laurea in Scienze Biologiche Università di Roma "Tor Vergata" 1987; Dottorato di ricerca in "Enzimologia applicata alle Scienze Mediche"  Università dell’Aquila 1992;   Ph.D. in Biotecnologie   Cranfield Institute of Technology, 1993; Post-doc l'Universita' "G. D'Annunzio" 1993-95; Visiting Scientist University of New Orleans, 1994; Senior Researcher University College Cork, Cork, Irlanda 1995-96; Ricercatore, Università di Roma Tor Vergata, 1996-2001; Professore associato, Università  di Teramo, 2001-2006.   
    Interessi di ricerca:
    Sviluppo, realizzazione ed applicazione di biosensori e metodi di screening in campo alimentare clinico ed ambientale. Sviluppo di metodi di microestrazione e pretrattamento di campioni biologici ed alimentari per cromatografia. Realizzazione di matrici di sensori a gas per il controllo di qualità degli alimenti.  
    Pubblicazioni:
    Oltre 140 pubblicazioni totali di cui oltre 100 pubblicazioni su riviste scientifiche internazionali (con referee) 11 capitoli su libri, 1 monografia, 2 Brevetti. Co-autore di oltre 200 presentazioni orali e poster a convegni nazionali e internazionali.    
    Attivita' didattica:
    Corsidi  Chimica Analitica, Elettroanalitica, Bioanalitica, Chimica Generale e Inorganica nell'ambito di Corsi di Laurea in Chimica, Scienze e Tecnologie Alimentari, Viticultura ed Enologia, Biotecnologie, Master Universitari e Scuole di specializzazione svolti presso l'Università Tor Vergata, l'Università di Teramo e l' University College Cork (Irlanda).  
    Incarichi Accademici
    Presidente del Consiglio di Corso di Laurea Specialistica in Scienze e Tecnologie Alimentari  2005 -2013; Delegato di Ateneo per la “Progettazione della Ricerca”   2005-2008; Membro del Nucleo di Valutazione di Ateneo 2010-2013; Preside della Facoltà di BioScienze e Tecnologie AgroAlimentari ed Ambientali da Aprile 2013; Coordinatore del dottorato in Scienze degli Alimenti dell'Università di Teramo dal XXIX ciclo.

    OBIETTIVI DEL CORSO, PREREQUISITI E PROPEDEUTICITA'

    • Obiettivi formativi generali: Il corso si propone di fornire le conoscenze di base per comprendere le varie fasi dello sviluppo ed applicazione di metodi analitici nel settore agroalimentare con particolare riferimento a tecniche volumetriche, elettroanalitiche e spettroscopiche classiche.
    • Prerequisiti: Conoscenze pregresse necessarie da parte dello studente sono alcuni concetti di matematica/statistica di base quali funzioni lineari e logaritmiche e concetto di probabilità, insieme alle conoscenze di base degli equilibri chimici acquisite nei corsi di matematica e statistica (scuola secondaria) e Chimica generale e inorganica.   Uso di un foglio di lavoro Excel (o simile) acquisito nel corso di Informatica.
    • Propedeuticità: Non ci sono propedeuticità, è fortemente consigliato aver superato l’esame di Chimica Generale ed Inorganica

    INDICATORI DI DUBLINO PER UNITA' DIDATTICA

    UNITA' DIDATTICA 1: Espressione del dato e analisi volumetrica

    Conoscenza e capacità di comprensione:Lo studente acquisirà i concetti di base  relativi all’espressione del dato numerico e dell’errore di una misura effettuata mediante analisi chimica, di calibrazione, validazione e controllo di qualità di un metodo mediante  statistica univariata. Sarà in grado di comprendere le procedure necessarie per la realizzazione di metodi basati su analisi volumetrica con particolare riferimento a titolazioni acido/base e redox.

    Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Lo studente dovrà essere in grado di applicare le conoscenze sulla espressione del dato per qualsiasi tipo di misura sperimentale iniziando dalle esercitazioni che si terranno in laboratorio. Dovrà conoscere i concetti fondamentali chimico- fisici della analisi volumetrica le modalità di individuazione del punto di equivalenza e le  limitazioni nei campo di applicazione.  

    Autonomia di giudizio: Lo studente sarà in grado di interpretare i dati ottenuti mediante  analisi volumetrica in funzione delle caratteristiche  e limitazioni. In particolare dovrà essere capace,   di valutare la fattibilità,   l’effettiva qualità del dato analitico (accuratezza, robustezza)  in base alla procedura di misurazione (p.es mediante calibrazione o aggiunte standard) e al controllo del metodo. Questo consentirà  di prendere decisioni adeguate durante l’attività professionale relative al controllo di filiera (p.es accettazione o meno di materiale in entrata in azienda).

    Abilità comunicative: La discussione  delle attività di laboratorio svolte avverrà sia collettivamente (durante il corso) che individualmente (a fine corso).  Lo studente dovrà presentare i dati ottenuti su  foglio Excel (o equivalente)   ciò consentirà un uso appropriato  dei fogli di lavoro estendibile a qualsiasi altra attività professionale che utilizzi tale mezzo.

    Capacità di apprendimento: Lo studente dovrà dimostrare di saper approcciare qualsiasi tipo di analisi volumetrica in modo corretto, dopo lettura di un protocollo di lavoro e di esprimere i dati analitici ottenuti in modo corretto ed appropriato all’uso finale.

    UNITA' DIDATTICA 2: Metodi di analisi elettrochimici (Potenziometria e Voltammetria)

    Conoscenza e capacità di comprensione: Lo studente acquisirà i concetti di base  relativi  all’utilizzo di metodi potenziometrici (elettrodi a pH e ionoselettivi) e metodi voltammetrici per applicazioni in matrici alimentari. Sarà in grado di comprendere le procedure necessarie per la realizzazione di analisi elettrochimiche .

    Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Lo studente dovrà conoscere i concetti fondamentali  chimico- fisici delle misure potenziometriche e voltammetriche, saper descrivere la strumentazione necessaria con particolare riferimento alla tipologia di elettrodi utilizzati. Dovrà inoltre conoscere le caratteristiche analitiche e le limitazioni nell’uso di tali metodologie in campioni alimentari. 

    Autonomia di giudizio: Lo studente sarà in grado di affrontare in modo corretto alcune delle analisi che si effettuano comumente in laboratorio quali misura di pH o di ioni metallici valutando le possibilità di approccio in funzione della strumentazione in dotazione e del campione da analizzare.  

    Abilità comunicative: La discussione delle attività di laboratorio svolte avverrà sia collettivamente (durante il corso) che individualmente (a fine corso). Lo studente dovrà presentare i dati ottenuti su  foglio Excel (o equivalente) ciò consentirà un uso appropriato  dei fogli di lavoro estendibile a qualsiasi altra attività professionale che utilizzi tale mezzo. 

    Capacità di apprendimento: Lo studente dovrà dimostrare di saper approcciare qualsiasi tipo di analisi elettrochimica in modo corretto,  dopo lettura di un protocollo di lavoro, e di esprimere i dati analitici ottenuti in modo corretto ed appropriato all’uso finale.

    UNITA' DIDATTICA 3: Spettroscopia Molecolare e Atomica

    Conoscenza e capacità di comprensione: Lo studente acquisirà i concetti di base  relativi  alla interazione tra radiazione elettromagnetica e materia con riferimento a  metodi  spettroscopici semplici di  assorbimento ed emissione atomica per applicazioni in matrici alimentari.  

    Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Lo studente dovrà conoscere i concetti fondamentali  chimico- fisici delle misure spettroscopiche saper descrivere la strumentazione necessaria con particolare riferimento  agli strumenti spettrofotometro, fluorimetro, assorbimento atomico  ed emissioni in plasma. Dovrà inoltre conoscere le caratteristiche analitiche e le limitazioni nell’uso di tali metodologie in campioni alimentari.    

    Autonomia di giudizio: Lo studente sarà in grado di affrontare in modo corretto alcune delle analisi che si effettuano comumente in laboratorio mediante spettrofotometro valutando le possibilità di detrminazione in funzione della strumentazione in dotazione e del campione da analizzare

    Abilità comunicative: La discussione  delle attività di laboratorio svolte avverrà sia collettivamente (durante il corso) che individualmente (a fine corso). Lo studente dovrà presentare i dati ottenuti su  foglio Excel (o equivalente) ciò consentirà un uso appropriato  dei fogli di lavoro estendibile a qualsiasi altra attività professionale che utilizzi tale mezzo. 

    Capacità di apprendimento: Lo studente dovrà dimostrare di saper approcciare qualsiasi tipo di analisi spettrofometrica in modo corretto, dopo lettura di un protocollo di lavoro, e di esprimere i dati analitici ottenuti in modo corretto ed appropriato all’uso finale.

    LIBRI DI TESTO

    • Skoog, West, Holler , Fondamenti  di CHIMICA ANALITICA  , EdiSES S.r.L.,Napoli,2005
    • Christian, Dasgupta, Scugh, Analytical Chemistry, 7th Edition, Wiley, 2013
      http://eu.wiley.com

    MATERIALE DI APPROFONDIMENTO

    Non è al momento disponibile materiale di approfondimento

    PROVE INTERMEDIE

    • Unità didattica 1:  Test scritto (domande a risposta aperta)
    • Unità didattica 2: Test scritto (domande a risposta aperta)
    • Unità didattica 3:  Test scritto (domande a risposta aperta)
    • Unità didattica 1+2+3: Test Scritto- Prove di recupero
    • Esercitazioni:   

  • Questo argomento