Indice degli argomenti

  • Storia del secondo novecento - Prof. Pasquale Iuso - a.a. 2016/2017

    Professore Ordinario di Storia Contemporanea presso la Facoltà di Scienze Politiche dell’Università degli Studi di Teramo Pubblicazioni più recenti: Gli anarchici in Età Repubblicana, BFS Pisa, 2014; Esercito Guerra e Nazione, Ediesse, Roma, 2009; Dizionario Biografico degli anarchici italiani, vol.1 e vol.2 (A-G) (H-Z), a cura di G.Berti, M.Antonioli, S.Fedele, P.Iuso, BFS edizioni, Pisa 2003/2004; P.Iuso (a cura), "La sindacalizzazione del pubblico impiego. Dalle origini delle rappresentanze alla Funzione Pubblica Cgil”, Ediesse, Roma 2006; P.Iuso, La CGIL e gli scenari internazionali del ‘900, in Economia e Lavoro, a.XL, n.2, maggio-agosto 2006; P.Iuso, Emergenze e sparizioni, i balcani nel ‘900 italiano, in E.Cocco- E.Minardi, Immaginare l’Adriatico. Contributi alla ricerca sociale di uno spazio di frontiera, F.Angeli, Milano 2007.
    Da un punto di vista didattico i suoi temi di ricerca possono essere racchiusi in quattro argomenti:
    le guerre del ‘900, proposte come passaggi nodali della vicenda nazionale (in termini geopolitici e militari), ma anche come momenti di frattura e trasformazione dell’intera società italiana: una società che ne ha subito gli effetti riuscendo con molta fatica a superarne le conseguenze;
    l’istituzione sindacale italiana nel secondo dopoguerra e negli anni della guerra fredda, come elemento strutturale della società che si andava definendo e ricostruendo sotto il profilo internazionale e nei processi di ricostruzione politica, economica e di integrazione europea;
    la storia dei partiti e dei gruppi politici, intesi come elementi strutturali della vicenda sociale e politica italiana; componenti importanti di quel mosaico sociale connesso alle evoluzioni politiche ed allo sviluppo economico ed istituzionale del paese;
    la storia della Re
     

    INFO SUL CORSO

    OBIETTIVI GENERALI DEL CORSO

    • Conoscenza e capacità di comprensione: Il corso affronta lo studio di alcuni aspetti del Secondo Novecento ritenuti di particolare rilievo per lo studio dell’Italia contemporanea collocata in un quadro europeo e internazionale. Lo studente dovrà affrontare l’insegnamento partendo da una solida conoscenza della storia contemporanea, approfondendole attraverso attività di studio, discussione ed analisi che di volta in volta verranno loro proposte dal docente. Tali conoscenze consentiranno l’acquisizione di una capacità di interpretazione critica autonoma degli eventi, collocando gli stessi nella dimensione internazionale e nel solco delle acquisizioni storiografiche più recenti.
    • Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Gli studenti dovranno applicare le conoscenze e le informazioni in modo approfondito ed essere in grado di riflettere sia in modo diacronico sia in modo sincronico, inserendo gli elementi fattuali in un contesto interdisciplinare. In particolare gli studenti dovranno raggiungere un livello di conoscenza e comprensione elevato e pienamente maturo attraverso specifiche discussioni di approfondimento che si svolgeranno in aula, tenendo nel debito conto la multidisciplinarietà dei fenomeni. Particolare attenzione sarà rivolta alla capacità di analisi critica dei documenti e delle fonti che saranno sottoposte, ovvero utilizzate nei lavori di approfondimento.
    • Autonomia di giudizio: Gli studenti – nel corso delle lezioni ed al momento della verifica finale – dovranno esprimere una capacità di valutazione e di interpretazione dei fenomeni storici, mostrando una capacità di riflettere in modo autonomo e critico sui temi trattati ovvero sui contenuti dei volumi in programma. Una particolare attenzione sarà rivolta alla capacità di valutare appieno la dimensione internazionale nonché la sua interconnessione con la realtà nazionale
    • Abilità comunicative: Gli studenti dovranno esprimere una abilità comunicativa chiara, riuscendo a definire e discutere in forma approfondita ed articolata i diversi aspetti oggetto del corso, utilizzando collegamenti e riferimenti di tipo multidisciplinare rintracciabili negli elementi e nei contenuti degli argomenti trattati nel corso delle lezioni e delle discussioni collegiali di approfondimento.
    • Capacità di apprendimento: Gli studenti dovranno dimostrare una capacità di apprendimento e di comprensione autonoma sia nell’uso dei volumi, sia attraverso i riferimenti storiografici forniti nel corso delle lezioni, sia ancora nella ricostruzione approfondita dei temi trattati, nonché nell’analisi critica degli eventi storici


    PREREQUISITI E PROPEDEUTICITA'
    • Prerequisiti: Lo studente dovrà dimostrare la propria conoscenza degli scenari novecenteschi.

      Il corso affronterà in modo specialistico, con particolare riferimento all'Italia, le tematiche connesse ai partiti, alle organizzazioni del mondo del lavoro considerati elementi caratterizzanti dal punto di vista istituzionale, politico ed economico l'intero 900.

      La prima parte sarà dedicata ai sistemi politici ed ai sistemi partitici, alle loro origini, alle continuità ed alle rotture che gli stessi hanno subito nel secondo novecento

      La seconda parte del corso verrà dedicata all'Italia repubblicana inquadrata nel contesto internazionale del Secondo novecento con particolare attenzione rivolta ai temi politici, sociali ed ai processi di integrazione militare ed economica. Nel corso di questa seconda parte verranno svolti anche degli approfondimenti aggiuntivi su argomenti specifici e di particolare rilievo (ad esempio la costruzione della democrazia repubblicana e la violenza politica).


    • Propedeuticità: Nessuna


    INDICATORI DI DUBLINO 

    UNITA' DIDATTICA 1: Sistemi di partiti e rappresentanza - La transizione alla democrazia repubblicana 

    • Conoscenza e capacità di comprensione: 
    • Capacità di applicare conoscenza e comprensione: 
    • Autonomia di giudizio:
    • Abilità comunicative:
    • Capacità di apprendimento: 


    UNITA' DIDATTICA 2: La storia della Repubblica
    • Conoscenza e capacità di comprensione:
    • Capacità di applicare conoscenza e comprensione:
    • Autonomia di giudizio:
    • Abilità comunicative:
    • Capacità di apprendimento:



    LEZIONI SETTIMANALI 

    • Martedì ore 15.30 - aula 15
    • Mercoledì ore 8.30 - aula 14
    • Giovedì ore 8.30 - aula 15


    LIBRI DI TESTO 

    Per la preparazione di base dell'esame è necessario lo studio di uno fra i seguenti volumi: 


     - P.Gisborg, Storia d'Italia dal dopoguerra ad oggi, Einaudi editore   

    - G.Crainz, Storia della Repubblica, Donzelli editore, 2016



    MATERIALE DI APPROFONDIMENTO

    Per la parte di approfondimento lo studente dovrà scegliere fra due dei seguenti quattro volumi:  

    - M.Gervasoni, Le armate del Presidente. La politica del Quirinale nell'Italia Repubblicana, Marsilio Editore 2015 

    - P.Ignazi, Il potere dei partiti, Laterza 2007 

    - C.Guarnieri, Il sistema politico italiano, Il Mulino, 2^ed., 2011 

    - A. Pepe (a cura di), Storia del Sindacato nell'Italia del 900, III volume, La costruzione della democrazia, Ediesse 2001


    PROVE INTERMEDIE


    MODALITA' DI VALUTAZIONE
    L’esame finale si svolge in forma orale basandosi sui materiali messi a disposizione degli studenti che non escludono lo studio dei volumi. Nel corso delle lezioni, al termine di ogni modulo, verranno svolte prove in itinere tese all’accertamento di quanto affrontato. Le prove sono tendenzialmente composte da un numero congruo di domande a risposta aperta nelle quali lo studente dovrà dimostrare la capacità di sintesi e di connessione diacronica e sincronica, nonché capacità di collocare quanto scritto nel quadro nazionale e internazionale

  • Argomento 1

    • Argomento 2

      • Argomento 3

        • Argomento 4

          • Argomento 5

            • Argomento 6

              • Argomento 7

                • Argomento 8

                  • Argomento 9

                    • Argomento 10