Indice degli argomenti

  • Metodi statistici di valutazione di politiche - Prof. Fabrizio Antolini - a.a. 2016/2017

    Ha indirizzato i suoi temi di ricerca verso le nuove fonti statistiche ed amministrative al fine di migliorare la disponibilità dei dati per l'analisi dei fenomeni economici e sociali. Predilige una lettura multidisciplinare dei fenomeni, integrando le statistiche economiche con quelle sociali. Tra i suoi interessi prevalenti troviamo i modelli di sviluppo economico con riferimento alla felicità ed al turismo, come fattori che possono contribuire alla crescita del reddito prodotto. E' segretario generale della Società Italiana di Scienze del Turismo e Presidente del Corso di Studi di Economia dell'Università di Teramo. Ha coordinato diversi Gruppi di Ricerca Nazionali ed Internazionali.
     

    INFO SUL CORSO


    OBIETTIVI GENERALI DEL CORSO

    • Conoscenza e capacità di comprensione: Lo studente deve saper dimostrare di conoscere le principali fonti statistiche nazionali ed internazionali, utilizzando le banche dati Istat, Eurostat ed Nazioni Unite
    • Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Saper costruire indicatori statistici e data base per l'analisi dei fenomeni economici e sociali
    • Autonomia di giudizio: Saper valutare la pertinenza dei dati e degli indicatori selezionati rispetto ai fenomeni analizzati
    • Abilità comunicative: Acquisizione del linguaggio tecnico nella presentazione dei risultati
    • Capacità di apprendimento: Comprensione dei principali Report Statistici redatti dalle organizzazioni statistiche ufficiali (nazionali ed internazionali)


    PREREQUISITI E PROPEDEUTICITA'
    • Prerequisiti: Nessuno
    • Propedeuticità: Nessuna

    INDICATORI DI DUBLINO

    UNITA' DIDATTICA 1: Le fonti statistiche nazionali

    • Conoscenza e capacità di comprensione: conoscenza delle principali banche dati dell'Istat
    • Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Saper predisporre tabelle dal datawarehouse dell'Istat
    • Autonomia di giudizio: Saper analizzare i dati selezionati rispetto all'analisi del fenomeno
    • Abilità comunicative: Saper comunicare i dati statistici, dimostrando di conoscere la loro rappresentatività della realtà istituzionale
    • Capacità di apprendimento: Saper leggere i comunicati e le statistiche report dell'Istat

    UNITA' DIDATTICA 2: Le fonti statistiche internazionali. Eurostat, OECD, UNited Nations
    • Conoscenza e capacità di comprensione: Conoscenza delle principali banche dati
    • Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Saper predisporre tabelle dal datawarehouse
    • Autonomia di giudizio: Saper analizzare i dati selezionati rispetto all'analisi del fenomeno
    • Abilità comunicative: Saper comunicare i dati statistici, dimostrando di conoscere la loro rappresentatività della realtà istituzionale
    • Capacità di apprendimento: Saper leggere i comunicati e le statistiche report Eurostat

    UNITA' DIDATTICA 3: Le statistiche macroeconomiche: contabilità nazionale ed indicatori congiunturali
    • Conoscenza e capacità di comprensione: Conoscenza degli aggregati di base della contabilità nazionale e degli indicatori congiunturali (il nastro della congiuntura economica)
    • Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Lo studente deve saper dimostrare di conoscere il modo in cui l'informazione statistica si trova
    • Autonomia di giudizio: Saper interpretare l'andamento dei saldi di CN e degli indicatori congiunturali, mediante una lettura integrata
    • Abilità comunicative: Deve dimostrare di conoscere e saper utilizzare concetti fondamentali quali il trend, la congiuntura; le variazioni tendenziali e congiunturali ecc..
    • Capacità di apprendimento: Saper leggere le statistiche report dell'Eurostat sulle tematiche affrontate a lezione.

    LEZIONI SETTIMANALI

    • Lunedì ore 17.30 - aula 13
    • Martedì ore 15.30 - aula 13
    • Mercoledì ore 10.30 - aula 8

    LIBRI DI TESTO

    Per quanto riguarda le fonti statistiche, lo studio sarà effettuato direttamente sulle pagine web delle istituzioni che producono dati statistici di fonte ufficiale

    Per quanto la contabilità nazionale si rimanda al capitolo 8 del Regolamento 549/2013. Le principali novità del SEC 2010 e lo stesso regolamento sono scaricabili all’indirizzo http://www.istat.it/it/archivio/110424, inoltre sempre dello stesso regolamento da pagina 44 a pagina 55

    Per gli indicatori congiunturali, possono essere studiate le note metodologiche direttamente sul sito dell’Istat http://www.istat.it/it/congiuntura e sul libro: E. Giovannini: Le statistiche economiche, Il Mulino ultima edizione da pag. 127 a pag. 161.

    Gli indicatori di povertà all’indirizzo http://www.istat.it/it/files/2016/07/La-povert%C3%A0-in-Italia_2015.pdf?title=La+povert%C3%A0+in+Italia+-+14%2Flug%2F2016+-+Testo+integrale+e+nota+metodologica.pdf in particolare si vedano i riferimenti in blu nella nota metodologica.

    Per gli indicatori demografici può essere utilizzato qualunque testo di demografia che sia in grado di spigarne gli effetti sull’economia. Un ottimo libro di approfondimento è: Gustavo de Santis: Demografia ed Economia, il Mulino, ultima edizione


    MATERIALE DI APPROFONDIMENTO

    Agli studenti frequentanti sarà distribuito del materiale di approfondimento


    PROVE INTERMEDIE

    PROVA INTERMEDIA 1

    • Unità didattica di riferimento: 3
    • Data: non ancora definita
    • Tipologia di prova: tesina scritta discussione

    MODALITA' DI VALUTAZIONE
    Gli studenti oltre alla conoscenza degli argomenti affrontati a lezione, avranno la possibilità di integrare la loro valutazione commentando le statistiche report ed eventuali articoli di giornali.

  • Argomento 1

    • Argomento 2

      • Argomento 3

        • Argomento 4

          • Argomento 5

            • Argomento 6

              • Argomento 7

                • Argomento 8

                  • Argomento 9

                    • Argomento 10