Indice degli argomenti

  • Diritto costituzionale italiano e comparato - Prof. Enzo Di Salvatore - a.a. 2017/2018

    È Professore associato confermato dell’Università degli Studi di Teramo ed ivi insegna diritto costituzionale comparato, diritto pubblico comparato e diritto costituzionale europeo da oltre dieci anni. Ha, inoltre, insegnato diritto amministrativo comparato nella Scuola di specializzazione in Diritto amministrativo e Scienza dell’amministrazione, presso la stessa Università.
    Gli interessi di studio sono particolarmente orientati alla comparazione giuridica nei diversi campi del diritto e, soprattutto, in ambito pubblicistico, costituzionale ed europeo.
    Dal 2002 fa parte del Comitato di redazione della rivista Diritto pubblico comparato ed europeo (Giappichelli) e della rivista Teoria del diritto e dello Stato (Giappichelli; Aracne). Dal 2012 è membro associato dell'Istituto di Studi sui Sistemi Regionali Federali e sulle Autonomie "Massimo Severo Giannini" di Roma (ISSiRFA - CNR). Nel settembre 2016 è stato nominato membro effettivo del Board of Directors della European Public Law Organization (EPLO) con sede in Atene.
    Ha svolto diversi periodi di studio all’estero sulle tematiche oggetto dell’insegnamento ed è autore di numerose pubblicazioni in argomento, alcune delle quali sono inserite nel programma d’esame (Introduzione al federalismo, Giulianova, Galaad Edizioni, 2013; Germania. Scritti di diritto costituzionale, Giulianova, Galaad Edizioni, 2013).
     

    INFO SUL CORSO


    OBIETTIVI GENERALI DEL CORSO

    • Conoscenza e capacità di comprensione: Trattandosi di un insegnamento avanzato, per poter comprendere a fondo gli argomenti trattati nel corso di Diritto costituzionale italiano e comparato, è necessaria la conoscenza preliminare degli istituti fondamentali del Diritto costituzionale fornita dallo studio delle Istituzioni di diritto pubblico.
      L’obiettivo principale del corso è quello di far sviluppare agli studenti specifiche conoscenze in materia di Diritto costituzionale esaminato in chiave comparatistica. Uno degli scopi di tale insegnamento è quello di stimolare negli studenti la capacità di comprensione degli istituti giuridici coinvolti nella materia, nonché quello di sollecitare negli stessi un’elevata capacità di analisi critica e comparata delle singole caratteristiche dei diversi ordinamenti giuridici esaminati nel corso delle lezioni e nei libri di testo adottati.
      Nello specifico, il corso tende a favorire l’analisi critica degli istituti giuridici di natura pubblicistica operanti nei sistemi regionali e federali, al fine di consentire agli studenti di sviluppare una propria e consapevole idea – in prospettiva sovranazionale – circa le problematiche presenti negli ordinamenti giuridici esaminati.
    • Capacità di applicare conoscenza e comprensione: sia durante lo svolgimento delle lezioni che in sede d’esame, gli studenti devono essere capaci di argomentare un proprio pensiero in grado di offrire soluzioni concrete alle problematiche giuridiche prospettate durante il corso. Essi devono, inoltre, sviluppare una corretta capacità di comprensione delle tematiche nuove o non familiari, connesse al proprio settore di studio, in una necessaria ottica interdisciplinare.
    • Autonomia di giudizio: il corso si prefigge l’obiettivo di condurre gli studenti a sviluppare la capacità di raccogliere ed interpretare i dati forniti e quella di selezionare le nozioni ritenute utili a determinare giudizi autonomi; inclusa la riflessione su temi sociali, scientifici o etici ad essi connessi.
    • Abilità comunicative: gli studenti vengono indirizzati a sviluppare la capacità di comunicare informazioni, idee, problemi e soluzioni a interlocutori specialisti e non specialisti. Questo con l’obiettivo di favorire un’esposizione – sia orale che scritta – chiara e priva di errori.
    • Capacità di apprendimento: il corso tende a migliorare e sviluppare le conoscenze dello studente, al fine di fornire ad esso gli strumenti necessari ad intraprendere studi successivi con un elevato grado di autonomia; nonché al fine di stimolare la capacità di reperimento delle fonti normative e giurisprudenziali e la capacità di analisi giuridica.


    PREREQUISITI E PROPEDEUTICITA'
    • Prerequisiti: Conoscenza degli istituti di base del diritto pubblico
    • Propedeuticità: Il corso di Diritto costituzionale italiano e comparato è di carattere avanzato. Pertanto, per sostenere il relativo esame è necessario aver sostenuto l’esame di Istituzioni di Diritto Pubblico.

    INDICATORI DI DUBLINO


    UNITA' DIDATTICA 1: -

    • Conoscenza e capacità di comprensione: -
    • Capacità di applicare conoscenza e comprensione: -
    • Autonomia di giudizio: -
    • Abilità comunicative: -
    • Capacità di apprendimento: -


    LEZIONI SETTIMANALI


    • Mercoledì ore 15.30-17.30 - aula -
    • Giovedì ore 15.30-17.30 - aula -

    LIBRI DI TESTO


    Diritto pubblico comparato

    • Autore: G. Morbidelli, L. Pegoraro, A. Rinella, M. Volpi
    • Edizione: Giappichelli, 2016, Torino


    Introduzione al federalismo
    • Autore: E. Di Salvatore
    • Edizione: Galaad Edizioni, 2013, Giulianova


    Germania. Scritti di diritto costituzionale
    • Autore: E. Di Salvatore
    • Edizione: Galaad Edizioni, 2013, Giulianova


    MATERIALE DI APPROFONDIMENTO


    -

    • Autore: -


    PROVE INTERMEDIE


    PROVA INTERMEDIA 1

    • Unità didattica di riferimento: -
    • Data: non ancora definita
    • Tipologia di prova: -


    MODALITA' DI VALUTAZIONE
    L’esame finale si svolge mediante una prova orale. Al fine di favorire un più graduale e consapevole apprendimento degli argomenti trattati a lezione, per i soli studenti frequentanti, durante lo svolgimento del corso sono previste due prove intermedie scritte concernenti alcuni specifici argomenti del programma di studio. Il superamento di tali prove intermedie comporta l’esonero – in sede d’esame finale orale – della corrispondente parte di programma.

  • Argomento 1

    • Argomento 2

      • Argomento 3

        • Argomento 4

          • Argomento 5

            • Argomento 6

              • Argomento 7

                • Argomento 8

                  • Argomento 9

                    • Argomento 10