Indice degli argomenti

  • Diritto internazionale (sede di Avezzano) - Prof. Alessandra Gianelli - a.a. 2017/2018

    Titoli e incarichi

        

               

                Condirettore della Rivista di diritto internazionale, a partire dal 1° gennaio 2017.

                Membro del Consiglio direttivo della Società Italiana di Diritto Internazionale e dell’Unione europea (2015-2018).

                Coordinatore del Dottorato di ricerca in Processi di armonizzazione del diritto tra storia e sistema, Università di Teramo, 2013-2017.

                Presidente del Corso di Laurea in Servizi Giuridici, Facoltà di Giurisprudenza, Università di Teramo, 2012-2014.

                Direttore del Dipartimento di Scienze giuridiche pubblicistiche, Università di Teramo, 2009-2013.

                Professore ordinario in Diritto internazionale, Facoltà di Giurisprudenza, Università di Teramo, dal 1° ottobre 2008.

                Idonea, nel 2005, al concorso per professore di prima fascia per il s.s.d. IUS/13 presso la Facoltà di Scienze Politiche dell’Università di Teramo. In ruolo dal 1° ottobre 2005 presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Teramo quale professore straordinario di Diritto internazionale.

                Garante del corso di laurea triennale Giurista europeo, inserito nel programma CampusOne finanziato dalla CRUI, presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Teramo, 2000-2004.

                Idonea, nel 2000, al concorso per professore associato per il s.s.d. N14X presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Teramo. In ruolo dal 1° novembre 2000 presso questa Facoltà. Confermata professore associato in Diritto internazionale nel 2004.

                Vincitore, nel 1992, nel concorso ad un posto di ricercatore per il s.s.d. N14X presso la Facoltà di Giurisprudenza dell'Università di Firenze. Confermata ricercatore in Diritto internazionale nel 1996.

                Dottore di ricerca in Diritto internazionale, Universitá di Roma "La Sapienza", 1991.

                Master of Laws, Yale Law School, New Haven, Connecticut, USA, 1990.

                Master of Laws, Istituto Universitario Europeo, S. Domenico di Fiesole, Firenze, 1985.

                Laurea in Giurisprudenza, Università di Ferrara, 1983, voti 110/110 e la lode.

                Maturità classica, Liceo-Ginnasio “L. Ariosto”, Ferrara, 1978, 58/60.

     

    Attività didattica

     

                Titolare della cattedra di Diritto internazionale presso la Facoltà di Giurisprudenza  dell’Università di Teramo dall’a.a. 2001-2002. Presso la stessa sede è stata titolare dei corsi di Diritto dell’Unione europea negli a.a. 2000-2001 e 2001-2002; in precedenza è stata incaricata della supplenza del corso di Diritto delle Comunità Europee presso la stessa Facoltà (a.a. 1997-98, 1998-99 e 1999-2000).

                Membro del collegio dei docenti del Dottorato in Organizzazione internazionale con sede amministrativa presso l’Università di Teramo dal 2000, e dall’ottobre 2003 fino all’ottobre 2006 coordinatore dello stesso. Dal 2002 al 2014 membro del collegio dei docenti del Dottorato in Istituzioni e politiche internazionali, sovranazionali ed europee presso la stessa Università.

                Incaricata della supplenza del corso di Diritto internazionale, Dipartimento di Giurisprudenza, Università “Tor Vergata”, Roma, 2014-2018.     

                Incaricata del corso di Diritto internazionale, Università LUISS “Guido Carli”, Facoltà di Giurisprudenza, a.a. 2007-2008, e Dipartimento di Scienze politiche aa. 2011-2012. Incaricata del corso di Organizzazione internazionale presso quest’ultimo Dipartimento, a.a. 2012-2013.

                Incaricata della supplenza del corso di Organizzazione internazionale e tutela dei diritti umani presso la Facoltà di Lettere, Università Roma Tre (2006-2011).

                Ha tenuto corsi di Diritto dell’Unione europea ed è regolarmente Guest Lecturer in tale materia al programma estivo della Temple University Law School, Philadelphia (USA), sede di Roma, a partire dall’anno 1999 (in inglese).

                Ha tenuto lezioni di Diritto internazionale al Master in Educazione alla Pace: Cooperazione Internazionale, Diritti Umani e Politiche dell’Unione Europea, Università di Roma Tre, dal 2005 al 2014, ed è stata per lo stesso periodo responsabile dell’area giuridica del Master.

                Ha tenuto lezioni alle Scuole di specializzazione in Diritto europeo, in Diritto amministrativo e per le professioni legali presso l’Università di Teramo, 1999-2002.

               

     

    Attività di ricerca

     

                Studi principali nelle materie della responsabilità internazionale degli Stati, dei rapporti tra ordinamenti, della protezione internazionale dei diritti dell’uomo.

                Responsabile e componente di unità di ricerca di PRIN (2001, 2005).

                Ha trascorso periodi di ricerca presso l'Università di Pennsylvania, Philadelphia, Stati Uniti e presso il Max-Planck-Institut für Völkerrecht, Heidelberg, Germania.

                E’ cofondatrice, con F. Bilancia, F. Di Sciullo, M.P. Paternò, F. Rimoli, G. Salerno, di Progetto Polis, gruppo di studio interessato ad affrontare in maniera interdisciplinare questioni di attualità giuridica.

     

     

    Borse di studio

     

                CNR, attività di ricerca all'estero, 1991 (prima in graduatoria).        

                Dottorato di ricerca in Diritto internazionale, Università “La Sapienza”, Roma, 1986-1989 (prima in graduatoria).

                Yale Law School, 1989-1990.

                Istituto Universitario Europeo, 1984-1985.   

     

    Premi

     

                XXVI Premio Scanno per il diritto “opera prima”- 1998, per il volume Adempimenti preventivi all’adozione di contromisure internazionali, 1997.

     

     

    Comunicazioni e interventi a convegni, tavole rotonde, seminari

     

         The Gabčíkovo-Nagymaros Judgment and its Contribution to the Development of International Law, Università di Ferrara, 6-7 dicembre 2017, Chair, Session III, State Responsibility

    La giurisprudenza della Corte EDU come veicolo di integrazione dell’immigrato, Immigrazione, Marginalizzazione, Integrazione, Roma, Università di Tor Vergata, 15-16 giugno 2017

    Termination of Sanctions in International Law, ILA Study Group on UN Sanctions and Intenational Law, discussant, Università RomaTre, 18 maggio 2017

    (con F. Mucci) Recenti sviluppi in tema di immunità degli Stati esteri dalla giurisdizione, seminario condotto al corso di Dottorato di ricerca in Diritto Pubblico, Università Tor Vergata, Roma, 2 dicembre 2016

    La compatibilità del sistema di Dublino con la Convenzione europea dei diritti dell’uomo, seminario condotto al corso di Dottorato di ricerca in Diritto Pubblico, Università Tor Vergata, Roma, 12 gennaio 2016

    La norma consuetudinaria sul divieto di genocidio da parte dello Stato e il suo ambito di applicazione, Incontro di studio, Il “Grande Male” degli Armeni cent’anni dopo. Quali risposte dal diritto internazionale?, Teramo, 4 dicembre 2015

                Un diritto internazionale di asilo?, Convegno Stati in emergenza. Immigrati, profughi, diritti, guerra, Teramo, 3 dicembre 2015

    L’adattamento dell’ordinamento italiano al diritto internazionale generale dopo la sentenza 238/2014, Tavola rotonda, La sentenza 238/2014 della Corte Costituzionale, Dottorato di ricerca in Diritto Pubblico, Università Tor Vergata, Roma, 27 febbraio 2015   

    Chi può commettere atti di tortura? Considerazioni intorno alla difficoltà di dare esecuzione in Italia alla Convenzione contro la tortura, in Le nuove giustificazioni della tortura nell’età dei diritti, Centro Interateneo di Studi per la Pace, Vercelli-Torino, 20-21 novembre 2014

                Can Political Economy Help Solve the Riddle of Customary International Law?, in The Political Economy of International Law, Sapienza Università di Roma, Dipartimento di Giurisprudenza, 16-17 maggio 2014

    Roundtable Seminar, Between Law and the Exception: the UN 1267 Targeted Sanctions Regime, discussant, Università Roma Tre, 24 febbraio 2014

    Stato persona internazionale e tutela della democrazia: due nozioni irriconciliabili?, I caratteri originari della comunità internazionale all’alba del terzo millennio, giornata di studi in memoria di Alberto Miele a dieci anni dalla scomparsa, Università degli Studi di Padova, 20 settembre 2013

    Il divieto internazionale di pene inumane e degradanti, in Stato di detenzione e diritti umani: il caso Italia, Pescara, Università degli Studi G. D’Annunzio, 10-11 maggio 2013

    La sentenza della Corte Internazionale di Giustizia del 3 febbraio 2012 sulle immunità giurisdizionali dello Stato (Germania contro Italia), Tavola rotonda, Università di Firenze, 27 marzo 2012

                La rilevanza delle fonti del diritto dell’Unione Europea nell’ordinamento interno: una riconsiderazione, in Giustizia amministrativa: garanzie costituzionali e principi del diritto dell’Unione europea, Università di Teramo, 21 ottobre 2011

    Obblighi internazionali di soccorso e salvataggio in mare e loro applicazione nell’ordinamento italiano, in Il diritto internazionale umanitario – Temi scelti, Croce Rossa Italiana, Montesilvano, 23-25 settembre 2011

    Il contributo della dottrina italiana su alcuni temi del diritto internazionale: Responsabilità internazionale, in Riflessioni sulla evoluzione del diritto internazionale in Italia a margine dei 150 anni dell’Unità Nazionale, Convegno Università di Roma Tre, 25 maggio 2011

         La Tunisia nell’Euro-Med. Un approccio socio-economico, Seminario Università di Roma Tre, 8 novembre 2010, discussant

         Lotta al terrorismo, in La protezione dei diritti fondamentali: Carta dei diritti UE e standards internazionali, XV Convegno Società Italiana di Diritto Internazionale, Bologna, 10-11 giugno 2010

    L’Europa dopo Lisbona, coordinamento della giornata di studi, 29 aprile 2010, Università di Teramo, Facoltà di Giurisprudenza

    Responsibility to protect and duty to prevent, Tavola rotonda, Ministero degli Affari Esteri e Istituto Affari Internazionali, Roma, 19 novembre 2009

         Conclusioni generali, in Imprese multinazionali e diritto internazionale: obblighi e forme di responsabilità, Università Roma Tre, Facoltà di Economia, 23 ottobre 2009

         The role of customary international law within the EU legal order, in Il diritto internazionale nell’ordinamento dell’Unione europea, Sapienza Università di Roma, Dipartimento di Scienze giuridiche, 22-23 maggio 2009

         Il rispetto dei diritti umani quale limite all’azione delle organizzazioni internazionali: il caso dell’UE, in Organizzazioni internazionali e tutela dei diritti umani, Firenze, Dipartimento di Diritto Pubblico, 16 maggio 2009

         The Invocation of Responsibility by an International Organization other than an Injured Organization for the Breach of an Obligation Owed to a Group or the International Community as a Whole, in Countermeasures and International Organizations, Bologna, Facoltà di Giurisprudenza, 17 aprile 2009

    La protezione dei diritti dell’uomo nell’Unione europea dopo il Trattato di LisbonaL’adesione dell’Unione europea alla CEDU, Università di Roma Tor Vergata, 23 maggio 2008, Roma

                Le sanzioni del Consiglio di Sicurezza nei confronti degli individui, Università di Padova, 10 maggio 2008

                Caratteri della “sanzione” internazionale e suo rapporto con la risoluzione giudiziaria delle controversie, Convegno biennale dell’Associazione di Diritto Comparato, Ferrara, 11 maggio 2007.

                Meccanismi e tecniche di normazione fra livello comunitario e livello nazionale e subnazionale, La coppia (problematica) regolamenti/direttive tra diritto internazionale e diritto comunitario, Teramo, 28-29 aprile 2006.

                Il controllo di costituzionalità: due esperienze a confronto, 2° Colloquio italo-brasiliano, Scuola dottorale Ascarelli, Università di Roma Tre, 21 febbraio 2006.

                Politiche pubbliche a confronto, Scuola dottorale Ascarelli, Università di Roma Tre, Roma, 20 giugno 2005

                La tortura oggi nel mondo, Tortura e diritto internazionale, Fondazione Basso, Roma, 21 maggio 2005.

                Il rapporto tra diritto dell’Unione europea e diritto internazionale generale, Dottorato di ricerca in diritto internazionale e dell’Unione europea, Bari, 23 novembre 2004.

                La codificazione della responsabilità internazionale degli Stati alla prova dei fatti, La reazione alla violazione grave di norme fondamentali: contromisure e oltre, Università di Firenze, Camerino, Teramo, Firenze, 2-4 settembre 2004.

                Responsabilità internazionale degli Stati, Tavola rotonda, Dottorato di ricerca in Diritto internazionale e dell’Unione europea, Macerata, 12 giugno 2003.

                Il diritto internazionale umanitario nella conflittualità internazionale, Chiavari, 6 ottobre 2001.

                Verso una Costituzione Europea?, Teramo, 5 maggio 2001.

     

     

    Altre attività

               

                Membro della Commissione giudicatrice del concorso di ammissione alla carriera diplomatica, Ministero Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Roma, 2016.

                Referee di collane e riviste, italiane e straniere, di Diritto internazionale.

                Valutatore VQR.

                Valutatore MIUR per i progetti di ricerca di interesse nazionale.

                Valutatore CIVR.

                Commissione Ricerca scientifica dell’Università di Teramo, membro 2005-2013.

                Membro del comitato promotore degli Studi di diritto internazionale in onore di Gaetano Arangio-Ruiz, 2004.

                Membro di commissioni giudicatrici in valutazioni comparative a posti di ricercatore (Università di Bari), di professore associato (Università di Catania; Università e-Campus), di professore ordinario (Università di Padova). Membro di commissioni giudicatrici di concorsi di ammissione a dottorati di ricerca (Roma – Sapienza, Teramo). Membro di commissioni giudicatrici per il conseguimento del titolo di Dottore di ricerca (Università di Macerata, Pisa, Padova, Teramo, Trieste, Roma Sapienza, Roma Tor Vergata). Membro di commissione giudicatrice di assegni di ricerca (UniNettuno).

                Membro della commissione giudicatrice del premio Società Italiana di Diritto Internazionale, 2008, 2012.

                Membro della commissione giudicatrice del premio Paolo Barile per tesi di laurea in diritto internazionale umanitario, 2001.

                Membro della Società Italiana di Diritto Internazionale dalla fondazione.

                Procuratore legale, 1986; avvocato, 1992.


    OBIETTIVI DEL CORSO, PREREQUISITI E PROPEDEUTICITA'

    • Obiettivi formativi generali > Il corso intende fornire allo studente gli strumenti essenziali per riconoscere nel sistema di relazioni internazionali i titolari di situazioni giuridiche soggettive, i procedimenti di produzione di norme giuridiche, la loro applicazione, la loro violazione, il loro accertamento. Particolare attenzione è dedicata all’adattamento dell’ordinamento italiano al diritto internazionale e alla regolamentazione dell’uso della forza.
    • Prerequisiti > Lo studente deve padroneggiare le nozioni di ordinamento giuridico e fonti, nonché di negozio giuridico ed in particolare di contratto.
    • Propedeuticità > Per sostenere l'esame è necessario aver superato gli esami di Istituzioni di Diritto Privato I e Diritto Pubblico.

    INDICATORI DI DUBLINO PER UNITA' DIDATTICA

    UNITA' DIDATTICA 1: Fonti

    Conoscenza e capacità di comprensione: Nozione di fonti negli ordinamenti statali e nel sistema internazionale;

    Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Trasferibilità nel diritto internazionale delle nozioni di fonti proprie del diritto statale e della teoria generale del diritto; 

    Autonomia di giudizio: Valutazione della misura e dei limiti di applicabilità delle nozioni comuni di fonti nel sistema internazionale; 

    Abilità comunicative: Saper esprimersi utilizzando la corretta strumentazione concettuale in chiave critica; 

    Capacità di apprendimento: Approfondire le peculiarità delle fonti del diritto internazionale.

    UNITA' DIDATTICA 2: Soggetti

    Conoscenza e capacità di comprensione: Nozioni di soggettività giuridica nel diritto interno e nel diritto internazionale;

    Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Identificazione e comprensione del dibattito sulla nozione di soggetto internazionale; 

    Autonomia di giudizio: Valutazione critica delle diverse teorie della soggettività internazionale anche in termini di ricadute concrete; 

    Abilità comunicative: Esprimere con precisione di linguaggio il contenuto delle diverse teorie sulla soggettività internazionale;

    Capacità di apprendimento: Verificare le nozioni già possedute di soggettività giuridica sul piano del diritto internazionale.

    UNITA' DIDATTICA 3: Adattamento

    Conoscenza e capacità di comprensione: Caratteri specifici e dialogo dei diversi ordinamenti giuridici;

    Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Apertura/chiusura dei diversi ordinamenti giuridici nei loro rapporti e modalità tecniche di dialogo; 

    Autonomia di giudizio: Rivalutazione critica del dibattito monismo/dualismo; 

    Abilità comunicative: Capacità di sostenere un confronto dialettico sulle ragioni e i modi dell’adattamento attraverso un appropriato uso delle categorie logiche relative;

    Capacità di apprendimento: Capacità di identificare le principali modalità di adattamento, con relativi effetti, limiti e portata.

    UNITA' DIDATTICA 4: Controversie, responsabilità, uso della forza

    Conoscenza e capacità di comprensione: Funzioni di accertamento del fatto illecito, delle sue conseguenze, di nascita ed estinzione delle controversie, di accertamento del diritto;

    Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Peculiarità del ricorso all’uso della forza armata nel diritto internazionale. Risoluzione amichevole delle controversie in mancanza di meccanismi accentrati. Natura delle conseguenze del fatto illecito internazionale; 

    Autonomia di giudizio: Riconducibilità alla nozione di ordinamento giuridico di un sistema di norme caratterizzato da decentralizzazione, anche, delle funzioni di soluzione delle controversie e applicazione delle conseguenze del fatto illecito; 

    Abilità comunicative: Esprimere correttamente la disciplina di controversie, responsabilità ed uso della forza armata nelle diverse forme ed accezioni dimostrando padronanza delle particolari categorie giuridiche;

    Capacità di apprendimento: Capacità di rappresentare in maniera puntuale le conseguenze che sorgono per gli Stati lesi e gli Stati autori dall’illecito internazionale, e di valutare i presupposti e limiti dell’uso della forza nel diritto internazionale.

    LIBRI DI TESTO

    • Enzo  Cannizzaro, Diritto Internazionale, G.Giappichelli, ultima edizione, Torino. (Intero volume)
    • Gaetano Arangio-Ruiz, La persona internazionale dello Stato, Utet, 2008, Torino. (Intero volume)
    • Bilancia, Di Sciullo, Gianelli, Paternò, Rimoli, Salerno, Democrazia. Storia e crisi di una forma politica, Editoriale Scientifica, 2013, Napoli. Eventuali pagine di riferimento pp. 175-205.
    • Sentenza Hirsi Jamaa, Corte europea dei diritti dell'uomo, Grande Camera, 23 febbraio 2012; Gianelli, Respingimenti di stranieri indesiderati verso la Libia e Convenzione Europea dei diritti dell'uomo, Giurisprudenza Costituzionale, 2012, pp. 2358-2367. 
    • Luzzatto, Pocar, Codice di diritto internazionale pubblico, G.Giappichelli, 2013, Torino. (Testo di consultazione)

    MATERIALE DI APPROFONDIMENTO

    In successione: Organo giudicante, Parti, Data, Link


    PROVE INTERMEDIE

    • Al termine dello svolgimento di ciascuna unità didattica, verrà svolta una prova scritta, su due domande a risposta aperta per le prime tre unità, ed orale per l'ultima unità. 

    Modalità di valutazione degli studenti
    La valutazione delle prove scritte consisterà in un giudizio, espresso attraverso: insufficiente; sufficiente (18-21); buono (22-24); discreto (25-27); ottimo (28-30). Le prove scritte avranno un peso ciascuna di 20/100 del voto finale. La prova finale orale avrà un peso di 40/100.

  • Unità didattica 1 - Le fonti di diritto internazionale

    Lezione 1

    13 febbraio 2018 ore 8.30

    Un caso recente di controversia internazionale: il ricorso da parte della Corea del Nord all'arma nucleare. Caratteri generali del diritto internazionale.

    Riferimenti: E. Cannizzaro, Diritto internazionale, 3a ed., Giappichelli, 2016, pp. 1-17.


    Lezione 2

    14 febbraio 2018 ore 8.30

    La consuetudine internazionale. 

    Riferimenti: E. Cannizzaro, Diritto internazionale, 3a ed., Giappichelli, 2016, pp. 111-131.


    Lezione 3

    20 febbraio 2018 ore 8.30

    (segue) La consuetudine internazionale. 

    Riferimenti: E. Cannizzaro, Diritto internazionale, 3a ed., Giappichelli, 2016, pp. 111-131.


    Lezione 4

    21 febbraio 2018 ore 8.30

    La codificazione della consuetudine internazionale.

    Riferimenti: E. Cannizzaro, Diritto internazionale, 3a ed., Giappichelli, 2016, 222-229


    Lezione 5

    27 febbraio 2018 ore 8.30

    I principi generali di diritto. Il diritto dei trattati (introduzione)

    Riferimenti: E. Cannizzaro, Diritto internazionale, 3a ed., Giappichelli, 2016, pp. 132-142



    Lezione 6

    28 febbraio 2018 ore 8.30

    Formazione dei trattati. Interpretazione dei trattati

    Riferimenti: E. Cannizzaro, Diritto internazionale, 3a ed., Giappichelli, 2016, pp. 143-162, 184-194


    Lezione 7

    6 marzo 2018 ore 8.30

    Lezione 8

    Effetti dei trattati per gli Stati terzi. Riserve nei trattati.

    Riferimenti: E. Cannizzaro, Diritto internazionale, 3a ed., Giappichelli, 2016, pp. 163-183.


    7 marzo 2018 ore 8.30

    Cause di invalidità ed estinzione dei trattati

    Riferimenti: E. Cannizzaro, Diritto internazionale, 3a ed., Giappichelli, 2016, pp. 195-205.


    Lezione 9

    13 marzo 2018 ore 8.30

    Atti di organizzazioni internazionali

    Riferimenti: E. Cannizzaro, Diritto internazionale, 3a ed., Giappichelli, 2016, pp. 207-219.


    Lezione 10

    14 marzo 2018 ore 8:30

    Rapporti tra fonti internazionali

    Riferimenti: E. Cannizzaro, Diritto internazionale, 3a ed., Giappichelli, 2016, pp. 230-261


    I Prova intermedia

    20 marzo 2018 ore 8:30


    • Unità didattica 2 - I soggetti di diritto internazionale

      Lezione 11

      21 marzo 2018 ore 8.30

      Nozione di soggetto internazionale. Lo Stato soggetto di diritto internazionale

      Riferimenti: G. Arangio-Ruiz, La persona internazionale dello Stato, Torino, 2008, pp.1-54, 69-77; E. Cannizzaro, Diritto internazionale, 3a ed., Giappichelli, 2016, pp. 273-280,  294-301, 307-313.

      Lezione 12

      27 marzo 2018 ore 8.30

      Creazione, modifica, estinzione dello Stato

      Riferimenti: G. Arangio-Ruiz, La persona internazionale dello Stato, Torino, 2008, pp.79-91; E. Cannizzaro, Diritto internazionale, 3a ed., Giappichelli, 2016, pp. 287- 294. 

      Lezione 13

      28 marzo 2018 ore 8.30

      Altri soggetti internazionali: organizzazioni internazionali; S.Sede; insorti/movimenti di liberazione nazionale

      Riferimenti: G. Arangio-Ruiz, La persona internazionale dello Stato, Torino, 2008, pp. 61-67; E. Cannizzaro, Diritto internazionale, 3a ed., Giappichelli, 2016, pp.. 315-328.

      Lezione 14

       4 aprile 2018 ore 8.30

      Autodeterminazione. Tutela internazionale della democrazia e sua incidenza sul soggetto Stato

      Riferimenti: E. Cannizzaro, Diritto internazionale, 3a ed., Torino, 2016, pp. 280-287; A. Gianelli, Il diritto internazionale tutela la democrazia?, in AA.VV., Democrazia. Storia e crisi di una forma politica, Napoli, 2013, pp. 175-205 

      Lezione 15

      10 aprile 2018 ore 8.30

      Immunità dello Stato. Immunità personali

      Riferimenti: E. Cannizzaro, Diritto internazionale, 3a ed., Torino, 2016, pp. 343-356.

      Lezione 16

      11 aprile 2018 ore 8.30

      Immunità e crimini internazionali. Il caso Germania c. Italia

      Riferimenti: E. Cannizzaro, Diritto internazionale, 3a ed., Torino, 2016, pp. 357-363.

      Lezione 17

      17 aprile 2018 ore 8.30

      Successione degli Stati nei trattati

      Riferimenti: E. Cannizzaro, Diritto internazionale, 3a ed., Torino, 2016, pp.301-306 .

      Lezione 18

      18 aprile 2018 ore 8.30

      La soggettività internazionale degli individui

      Riferimenti: E. Cannizzaro, Diritto internazionale, 3a ed., Torino, 2016, pp. 329-342..


      II Prova intermedia  

      24 aprile 2018 ore 8.30



      • Unità didattica 3 - L'adattamento


        Lezione 19

        2 maggio 2018 ore 8.30

        Questioni generali dell'adattamento. Monismo e dualismo

        Riferimenti: E. Cannizzaro, Diritto internazionale, 3a ed., Torino, 2016, pp. 465-476.

        Lezione 20

        8 maggio 2018 ore 8.30

        L'adattamento dell'ordinamento italiano al diritto internazionale consuetudinario

        Riferimenti: E. Cannizzaro, Diritto internazionale, 3a ed., Torino, 2016, pp. 477-485.

        Lezione 21

        9 maggio 2018 ore 8.30

        L'adattamento dell'ordinamento italiano al diritto pattizio

        Riferimenti: E. Cannizzaro, Diritto internazionale, 3a ed., Torino, 2016, pp. 487-516.


        III Prova intermedia 

        15 maggio 2018 ore 8.30

         

      • Unità didattica 4 - Controversie, responsabilità per fatti illeciti, uso della forza armata

        Lezione 22

         16 maggio 2018 ore 8.30

        Controversie internazionali. Procedimenti di soluzione delle controversie internazionali. Arbitrato. Corte internazionale di giustizia. Altre giurisdizioni internazionali

        Riferimenti: E. Cannizzaro, Diritto internazionale, 3a ed., Torino, 2016, pp. 371-406.

        Lezione 23

        22 maggio 2017 ore 8.30

        Responsabilità per fatto illecito. Elementi costitutivi dell'illecito.Conseguenze del fatto illecito.

        Riferimenti: E. Cannizzaro, Diritto internazionale, 3a ed., Torino, 2016, pp. 411-441. .

        Lezione 24

        23 maggio 2017 ore 8.30

        Responsabilità per violazione di obblighi erga omnes. Crimini internazionali di Stati

        Riferimenti: E. Cannizzaro, Diritto internazionale, 3a ed., Torino, 2016, pp. 443-457.

        Lezione 25

        29 maggio 2018 ore 8.30

        Divieto di uso della forza armata. Eccezioni

        Riferimenti: E. Cannizzaro, Diritto internazionale, 3a ed., Torino, 2016, pp. 23-60 .

        Lezione 26

        30 maggio ore 8.30 

        L'accentramento dell'uso della forza nella Carta delle Nazioni Unite. 

        Peacekeeping. Autorizzazioni da parte del Consiglio di Sicurezza all'uso della forza. Uso della forza e organizzazioni regionali

        Riferimenti: E. Cannizzaro, Diritto internazionale, 3a ed., Torino, 2016, pp. 61-104 .