Indice degli argomenti

  • Fisiopatologia cellulare - Prof. Leonardo Della Salda - a.a. 2017/2018

     

    Nato a S.Cristobal (Venezuela) il 1 Novembre 1960. Dal 1983 al 1985 è stato allievo interno presso l'Istituto di Patologia Generale e Anatomia Patologica (Università di Bologna). Si è laureato in Medicina Veterinaria il 18/12/1985. Nel novembre del 1988 è divenuto ricercatore in "Patologia Generale e Anatomia Patologica Veterinarie" presso l'Istituto di Patologia Generale e Anatomia Patologica (Università di Bologna). Il 1° novembre 1998 è stato nominato "Professore Associato" di Patologia Generale e Anatomia Patologica presso la Facoltà di Medicina Veterinaria dell'Università degli Studi di Teramo, e dal 2 ottobre 2000 è stato nominato "Professore Ordinario" presso la stessa facoltà. Nel settembre 1998 ha ottenuto il Diploma dell' European College of Veterinary Pathologists. E' membro di società scientifiche specialistiche nel settore della patologia ESVP, AIPVet. E' Presidente della "Associazione Italiana Dermatologi Umani e Veterinari" (AIDUV) (dal 2002 fino ad oggi) e della “Associazione dei patologi Veterinari Italiani”(AIPVet), è membro della Commissione Scientifica della “Società italiana delle scienze veterinarie” (SISVET). Referee per numerose riviste ed è co-editor della rivista internazionale Journal of Elementology dal 2010. E' membro del Consiglio Direttivo del Consorzio Interuniversitario Nazionale per la Bioncologia (CIMBO). Si è occupato di ricerche inerenti a diversi settori della Anatomia Patologica veterinaria, i cui risultati sono stati oggetto di oltre 150 pubblicazioni scientifiche (oltre 70 su PubMed), curando in particolare l'oncologia comparata, la patologia cutanea e la patologia ultrastrutturale. E’ autore o co Autore di capitoli di libri di Patologia Sistematica Veterinaria.

     

    INFO SUL CORSO


    OBIETTIVI GENERALI DEL CORSO

    • Conoscenza e capacità di comprensione: Il livello di conoscenza che gli studenti devono raggiungere con questo corso dovrà essere tale da permettere loro di conoscere in maniera dettagliata i principali pathway e molecole chiave coinvolti nei processi degenerativi, di morte cellulare, infiammatori, immunitari e neoplastici, al fine di poter comprenderne una potenziale applicazione pratica in ambito farmacologico e terapeutico. Lo studente dovrà acquisire un background tale che lo renda in grado di analizzare in maniera critica studi e ricerche effettuati in tali ambiti ed elaborare possibili tematiche di ricerca. Inoltre, il corso dovrà permettere ai laureati di poter comprendere i meccanismi di azione delle molecole utilizzate sia a scopi diagnostici/prognostici che terapeutici, per poter essere in grado di valutare gli effetti desiderati o potenzialmente dannosi di un determinato farmaco a livello cellulare.
    • Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Il livello di conoscenza che gli studenti devono raggiungere con questo corso dovrà essere tale da permettere loro di conoscere in maniera dettagliata i principali pathway e molecole chiave coinvolti nei processi degenerativi, di morte cellulare, infiammatori, immunitari e neoplastici, al fine di poter comprenderne una potenziale applicazione pratica in ambito farmacologico e terapeutico. Lo studente dovrà acquisire un background tale che lo renda in grado di analizzare in maniera critica studi e ricerche effettuati in tali ambiti ed elaborare possibili tematiche di ricerca. Inoltre, il corso dovrà permettere ai laureati di poter comprendere i meccanismi di azione delle molecole utilizzate sia a scopi diagnostici/prognostici che terapeutici, per poter essere in grado di valutare gli effetti desiderati o potenzialmente dannosi di un determinato farmaco a livello cellulare.
    • Autonomia di giudizio: Gli studenti devono divenire in grado di raccogliere ad interpretare i dati riguardanti le conoscenze di base nel campo della fisiopatologia cellulare ed alcune ultime ipotesi patogenetiche di eventi patologici, per poter elaborare giudizi autonomi sulla potenziale applicabilità in ambito farmacologico e terapeutico, anche proponendo idee proprie.
    • Abilità comunicative: Gli studenti devono acquisire capacità di esposizione (mediante l’esposizione in aula di quanto letto in un articolo consigliato) e di affrontare argomenti riguardanti la fisiopatologia cellulare, ed essere in grado, mediante l’utilizzo di un linguaggio scientifico corretto e con proprietà di linguaggio di saper comunicare, anche in maniera critica, le informazioni acquisite a interlocutori specialisti e non specialisti, anche proponendo idee proprie riguardo possibili sviluppi della ricerca in tale campo biotecnologico.
    • Capacità di apprendimento: Lo studio delle numerose molecole e dell’intricato intreccio dei vari pathway cellulari coinvolti nei principali processi patologici necessita di notevole capacità di concentrazione, capacità mnemonica, ma anche di ragionamento, che forniscono al laureto ottime capacità e allenamento mentale per affrontare lo studio di materie affini (e non) sia in ambito lavorativo che nel proseguimento degli studi.


    PREREQUISITI E PROPEDEUTICITA'
    • Prerequisiti: essere iscritti al terzo anno di corso di Biotecnologie
    • Propedeuticità: nessuna

    INDICATORI DI DUBLINO


    UNITA' DIDATTICA 1:

    • Conoscenza e capacità di comprensione:
    • Capacità di applicare conoscenza e comprensione:
    • Autonomia di giudizio:
    • Abilità comunicative:
    • Capacità di apprendimento:


    UNITA' DIDATTICA 2:
    • Conoscenza e capacità di comprensione:
    • Capacità di applicare conoscenza e comprensione:
    • Autonomia di giudizio:
    • Abilità comunicative:
    • Capacità di apprendimento:

    LIBRI DI TESTO


    Robbins and Cotran, Le basi patologiche delle malattie - Patologia Generale. 8° o 9° edizione

    • Autore: V. Kumar, AK Abbas, N Fausto, JC Aster
    • Edizione: Ed Masson, Elsevier

    MATERIALE DI APPROFONDIMENTO


    PROVE INTERMEDIE


    PROVA INTERMEDIA 1

    • Unità didattica di riferimento: 1
    • Data: 6^ settimana di lezione
    • Tipologia di prova: scritta


    PROVA INTERMEDIA 2
    • Unità didattica di riferimento: 2
    • Data: 12^ settimana di lezione
    • Tipologia di prova: scritta


    MODALITA' DI VALUTAZIONE
    L’esame consiste un una prova scritta (con risposte aperte brevi, specifiche, domande a risposta multipla, tabelle da compilare) ed eventuale prova orale.

  • Planning delle lezioni

    • Argomento 3

      • Argomento 4

        • Argomento 5

          • Argomento 6

            • Argomento 7

              • Argomento 8

                • Argomento 9

                  • Argomento 10